Strumenti

Le fiamme si sono diffuse in serata nella zona industriale della frazione di Calvagese della Riviera e l’incendio è tuttora in corso. Imponente la macchina dei soccorsi, ma per fortuna non ci sono feriti gravi.

Sono stati i cittadini a chiamare la sede della polizia locale di Calvagese e Muscoline. Erano circa le 20:45 e in brevissimo tempo tutto il personale del comando di Stefano Dondelli è accorso sul luogo segnalato. Le fiamme lambivano ben tre capannoni adiacenti fra loro: un'officina meccanica, un’azienda di elettrotecnica e un terzo non ben identificato.

Sul posto sono intervenuti ben presto i vigili del fuoco e diverse ambulanze provenienti dai comuni limitrofi: il Cosp di Bedizzole, l’ambulanza di Nuvolento, Valtenesi soccorso e un’automedica. Per fortuna non c’è stato bisogno di corse in ospedale perché le persone da soccorrere presentavano solo segni di intossicazione, pertanto sono state visitate a scopo precauzionale, ma nessunaal momento è ancora stata ricoverata. Ad avere la peggio è stato il custode di uno dei tre edifici, che è caduto dal tetto mentre tentava una ricognizione. L’uomo pare tuttavia non aver subito lesioni gravi, anche se gli accertamenti non sono ancora terminati.

Le due pattuglie della polizia locale di Calvagese e Muscoline sono state ben presto raggiunte anche dai carabinieri del nucleo radiomobile. Le forze dell’ordine dovranno indagare sulle cause, ma al momento è ancora troppo presto per fare ipotesi. È stato solo individuato il capannone da cui sono partite le fiamme che successivamente si sono propagate agli altri due.

Aggiornamento (ore 23:30). Sul posto sono giunti anche i tecnici di Arpa per le verifiche ambientali. Nel frattempo il comandante Dondelli ha precisato che i capannoni danneggiati sono in realtà due e non tre, mentre nell'incendio sarebbe coinvolta, per fortuna non gravemente, anche un'abitazione privata. Gli occupanti dovranno stare fuori casa questa notte per poter areare bene i locali, ma domani potranno rientrare.

Aggiornamento (mercoledì, ore 7:30). Giunto da Brescia quando le fiamme sono state domate, il funzionario dei vigili del fuoco ha dichiarato temporaneamente non agibilii i capannoni. I tecnici Arpa hanno concluso l'ispezione e a seguito delle verifiche non ravvisano danni per l'ambiente né pericolo per le persone. I feriti totali sono cinque: 4 sono stati ricoverati all'ospedale di Gavardo e uno a Desenzano. In mattinata le strutture saranno sottoposte a ulteriori verifiche.

Giovanna Gamba