Strumenti

Altro che "il peggio sembra passato". Gli incendi boschivi in Valsabbia nella zona di Casto continuano e a causa del vento forte hanno ripreso vigore e c'è molta preoccupazione. L'aria nella zona è irrespirabile e l'odore di fumo ieri sera si sentiva fino a Gavardo.

Ecco la testimonianza di Marzio Palini uno dei volontari del rifugio di Nasego in costante contatto con la zona delle operazioni di spegnimento: "Stamattina l'aria è irrespirabile. L'incendio è continuato nella notte. Ieri sera aveva ripreso vigore per le raffiche di vento fortissime. Un fronte era a circa 200 mt dalle prime case di Comero. Verso Lodrino la situazione è anche peggio. Invece quello in valle Regazzina mi dicono sia arrivato fin giù al rifugio Paradiso. Stamattina Comero Famea e Nasego sono completamente avvolti dal fumo". Sempre in corso le operazioni di spegnimento. Il fumo si vede e l'odore di bruciato si sente a molti chilometri di distanza.

Anche in zona Lodrino la situazione è ancora complessa anche se si sta migliorando sul fronte del contenimento.

Aggiornamento delle 12

Nella zona Nasego, Corna Savallo l'incendio sarebbe spento quasi tutto. Rimane attivo nella zona di Lodrino dove si concentrano i passaggi dei canadair.

Per le foto ringraziamo Marzio Palini, Cristiano Freddi, i volontari di Nasego e il sindaco di Agnosine Giorgio Bontempi.