Strumenti

A conclusione del 61^ Festival violinistico Gasparo da Salò edizione 2019 l’Amministrazione comunale  di Salò consegnerà al Mu.sa il violino realizzato simbolicamente con il legno degli abeti della Val di Fiemme, abbattuti dal ciclone del novembre 2018, dalla Scuola Internazionale di Liuteria di Cremona.  Il violino è una pregiata copia del mitico “Ole Bull”, il più celebre tra quelli forgiati da Gasparo da Salò, e sarà collocato nella sezione del Mu.sa dedicata alla liuteria in modo da poter essere ammirato da visitatori e studiosi in attesa che venga suonato, nuovamente, nella prossima edizione del Festival violinistico.

Il progetto è stato reso possibile grazie alla preziosa collaborazione fra l’Assessorato Agricoltura della Provincia Autonoma di Trento, la Scuola Internazionale di Liuteria di Cremona, la Comunità Montana Parco Alto Garda e la Federforeste con l’obiettivo di sensibilizzare gli spettatori, attraverso le note e la musica, su tematiche importanti come la calamità naturale che ha colpito il Trentino nel 2018.

La cerimonia di consegna del “Violino della pace” così denominato per significare non solo la sintesi e la collaborazione tra due realtà, Salò e Cremona che, storicamente, si sono contese la primogenitura del violino ma anche in senso più profondo perché oggi più che mai il mondo ha bisogno di pace, si terrà Martedì 10 settembre p.v. alle ore 12.00 presso il Mu.sa. Museo di Salò alla presenza dei soggetti che hanno fortemente voluto quest’iniziativa che coniuga arte cultura storia e solidarietà.