Strumenti

Prende sempre più corpo la tendenza “green” della Valle Sabbia: da oggi entra in funzione l’ottava (!) isola ecologica, che in gergo tecnico dagli addetti ai lavori viene definita “centro di raccolta”, per migliorare il servizio e rendere più capillare, oltre che agevole, la gestione di tanti rifiuti particolari. Così, dopo Vobarno, Villanuova sul Clisi, Vestone, Serle, Sabbio Chiese, Preseglie e Gavardo, d’ora innanzi i cittadini di  Anfo, Capovalle, Treviso Bresciano e, ovviamente, di Idro potranno usufruire, ad orari e giorni calendarizzati, del Centro di raccolta che la Comunità Montana di Valle Sabbia ha realizzato con un investimento di 715mila euro.

 

“Crediamo molto nello sviluppo sostenibile del nostro territorio. Per raggiungerlo dobbiamo dotare di tutte le strutture necessarie le singole zone affinché i cittadini possano collaborare concretamente per rendere il più verde possibile la nostra grande valle. Il percorso ha ancora molte tappe da percorrere, ma oggi possiamo ufficializzare una nuova significativa realizzazione che dimostra quanto l’attenzione sia massima verso tutte le comunità e le aree del nostro articolato territorio” ha dichiarato il presidente della Comunità Montana, Giovanmaria Flocchini, affiancato nell’inaugurazione dai Sindaci di Idro (Aldo Armani), di Anfo (Umberto Bondoni), di Capovalle (Natalino Grandi) e di Treviso Bresciano (Mauro Piccinelli).

 

Nel centro di raccolta, posizionato in località Arco, sarà possibile conferire agevolmente, attraverso una rampa che permetterà di posizionarsi sopra ai containers, rifiuti ingombranti, imballaggi misti, verde e ramaglie, carta/cartone, imballaggi in vetro, plastiche, legno, metalli, inerti polistirolo, olio vegetale, olio minerale, rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, batterie al piombo, toner, abiti usati, ma anche rifiuti pericolosi.