Strumenti

Pubblichiamo la precisazione della Provincia di Brescia in merito alla vicenda del ponte di Ponte Caffaro.

Con la presente si comunica che la Provincia di Brescia ha intenzione di intervenire nel più breve tempo possibile per la manutenzione straordinaria del Ponte Caffaro, oggetto di recenti verifiche statiche e di sopralluoghi in collaborazione con l'Università di Brescia, dalle quali, nel novembre 2020, era emersa la capacità del ponte di supportare fino a 40 tonnellate.

Si precisa che il Comune di Bagolino ha svolto negli scorsi anni una progettazione di ristrutturazione del ponte provinciale al quale gli Uffici Provinciali e tutti i soggetti competenti bresciani e trentini avevano dato parere favorevole, progetto revocato dallo stesso comune lo scorso agosto. Subito dopo la revoca del progetto esecutivo da parte del Comune, la Provincia ha dato il via allo studio con società specializzata in indagini strutturali e con UNIBS e alle prove di carico e ora intende intervenire per sistemarlo.

 

Si precisa inoltre che il ponte nuovo chiuso, di cui sta parlando la stampa, non è di proprietà della Provincia, come erroneamente detto da alcuni media, ma di proprietà del Comune, che l'ha progettato, finanziato, realizzato e chiuso.

Nella foto: recenti controlli durante il lockdown tra Lombardia e Trentino