Strumenti

• domenica 7 febbraio 2016 :
Dalle ore 15.00 alle ore 17.00 esibizione gruppo danzante dei piccoli ballerini, eventuale presenza di maschere e di carri allegorici.

• lunedì 8 febbraio 2016 :
Ore 6.30 Celebrazione della Santa Messa nella Chiesa Parrocchiale di San Giorgio. Evento imperdibile, unico momento in cui si possono vedere 120 ballerini senza maschera, 15 suonatori, una chiesa stupenda gremita di gente e di fotografi.
I “Ballerini” iniziano il loro primo ballo presso la casa Canonica del Parroco. Seguono per tutto il giorno danze dei “Ballerini” accompagnati dalla musica dei "Suonatori” lungo le contrade del borgo (fino alle 20.30). Presenza di carri allegorici. Durante il pomeriggio presenza del gruppo danzante “Piccoli Ballerini” lungo la via San Giorgio.

• martedì 9 febbraio 2016:
Dalle ore 08.00 tutta la giornata è vivacizzata dai “Ballerini” dai carri e dalle “Maschere” fino alle ore 20.00 quando si conclude il carnevale in Piazza Marconi con il tradizionale ballo dell’ “Ariosa”.

Il fascino di questa tradizione sta nella genuinità del suo protrarsi nel corso dei secoli. Nel 2018 si festeggeranno i cinquecento anni dal primo documento scritto che attesta l'esistenza del carnevale e dei balarì. Sono cinque secoli di storia della gente bagossa, di una paese di "una città di montagna", come viene definito Bagolino. E il fascino è rimasto immutato e allunga le radici nel passato in maniera così diretta che sembra di sprofondare di alcuni secoli. Grazie a Bagolino!

Maria Paola Pasini