Strumenti

Centomila euro è la somma iniziale che l’amministrazione comunale di Gavardo ha deciso di mettere a disposizione per aiutare le attività produttive che hanno dovuto affrontare la chiusura in questi mesi di emergenza Covid-19.

Appena saranno confermati i fondi previsti dal Governo nel Decreto Rilancio si interverrà anche con iniziative per il sostegno economico delle famiglie in difficoltà.

Le linee d’azione su cui si sta lavorando vanno ad intersecarsi con i sostegni statali e regionali già annunciati e per quanto riguarda l’ente comunale l’attenzione sarà posta alle piccole attività commerciali ed artigianali.

La prima linea d’azione interessa la Tassa rifiuti (TARI) 2020 già posticipata dal 30 aprile al 31 luglio per tutti i cittadini e che ora verrà ridotta, per le attività produttive,  proporzionalmente al periodo di chiusura.

Per tutto il 2020 non sarà dovuta la Cosap (il canone di occupazione del suolo pubblico) per i pubblici esercizi.

Non solo, l'Amministrazione comunale ha intenzione di esentare dalla Cosap per l’anno 2020 i plateatici nuovi o aggiuntivi necessari per consentire ai pubblici esercizi di rispettare le prescrizioni del distanziamento sociale.

Nel pacchetto ci sono anche i parcheggi. I parcheggi di piazza Marconi (municipio) e piazza Zanardelli saranno gratuiti dal 1° giugno 2020, sospendendo il parcometro, fino al 30 ottobre e verranno posti a disco orario (1 ora) in modo da favorire gli esercizi commerciali del centro storico.

L’assessorato alla Cultura, infine, con la Commissione dedicata, sta pensando ad iniziative culturali ora compatibili con le indicazioni ma anche ad iniziative perché, una volta terminata l’emergenza, Gavardo possa ritornare a vivere nel divertimento, nel tempo libero, nel segno della musica e della cultura.