Strumenti

Il Consiglio Generale di Confindustria Brescia, a nome di tutti gli associati, esprime la propria solidarietà e vicinanza al Presidente Giuseppe Pasini per le gravissime intimidazioni di cui è stato oggetto nella giornata di ieri. Il presidente Pasini ha infatti ricevuto presso la sede di Feralpi di Lonato un pacco bomba a lui indirizzato.

Nel corso degli anni di presidenza degli industriali bresciani, Giuseppe Pasini si è sempre distinto per la sua volontà di unire, e mai di dividere, promuovendo un dialogo costante con le istituzioni, le realtà associative e i sindacati, e ponendo un’elevata attenzione ai lavoratori.

Anche nel corso della gravissima emergenza legata alla pandemia da COVID-19, Pasini si è speso in prima persona per garantire il diritto alla salute di tutti i lavoratori bresciani ed è stato tra i principali promotori del protocollo di sicurezza siglato con i sindacati bresciani – sotto il coordinamento del Prefetto di Brescia Attilio Visconti –, che ha consentito un rientro al lavoro regolato e sicuro nelle aziende della nostra provincia. 

Confindustria Brescia confida quindi nel lavoro che le istituzioni e le forze dell’ordine sapranno svolgere per garantire la tutela della sicurezza.

Nonostante l’episodio, il Presidente Pasini e l’intera Confindustria Brescia continueranno a lavorare con impegno e determinazione per aiutare la nostra provincia e l’Italia a uscire dalla grave situazione economica che caratterizza l’attuale periodo.

 

Solidarietà anche dall' Acli provinciali:

 

Le Acli provinciali di Brescia esprimono la loro più sincera solidarietà al Presidente della Feralpi Group e leader degli industriali bresciani Giuseppe Pasini, a cui ieri è stato indirizzato un pacco bomba anonimo.

Come associazione di lavoratori – precisa il Presidente provinciale Pierangelo Milesi – esprimiamo la più ferma condanna verso questo grave gesto. Il Paese sta attraversando una crisi economica e sociale molto grave. Perciò serve una rinnovata coesione di sistema e un alto senso di responsabilità tra i diversi attori della vita economica, come il presidente Pasini ha dimostrato in questi anni.

 

Anche il Pd esprime la sua deplorazione

 

Il gruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale esprime solidarietà e vicinanza al Presidente di Confindustria Brescia Giuseppe Pasini per il vile atto intimidatorio. Si tratta di azioni gravissime, preoccupanti, soprattutto in questa difficile congiuntura economica e sociale dovuta all'emergenza Covid. Ci auguriamo che gli inquirenti facciano chiarezza in tempi brevi sull'accaduto. 

 

Nella ferma condanna, vogliamo però ribadire che è solo nel dialogo, anche serrato, che posizioni diverse possono contrastarsi. Per questo ci appelliamo a tutte le forze politiche affinché anche sui social il confronto rimanga in un terreno di civiltà e rispetto. Perché è del tutto evidente che in vista delle prossime settimane, che potrebbero essere molto difficili, serve la massima responsabilità da parte di tutti.

 

Gianni Girelli

 Consigliere regionale PD

Fabio Pizzul

Capogruppo PD in Consiglio regionale