Strumenti

Sono trenta le farmacie di città e provincia che, nelle prossime settimane, parteciperanno alla campagna nazionale MisuriAMO2, che prevede la distruzione, ad alcuni cittadini selezionati, di un saturimetro per la misurazione del grado di ossigenazione del sangue.

 

In tutto a livello nazionale sono 30 mila i saturimetri che saranno disponibili gratuitamente in 1.200 farmacie dello Stivale: di questi circa seicento sono destinati al Bresciano. I cittadini, diversamente da quanto diffuso oggi su alcuni media, non potranno recarsi in qualsiasi farmacia per ottenere un saturimetro gratuitamente. Le farmacie già individuate, ovvero quelle, nel bresciano, hanno partecipato in passato al percorso formativo sul Paziente cronico in Bpco, devono indicare, tra i loro pazienti, quelli che sono affetti da problemi respiratori. Le persone saranno selezionate in base ai criteri Sip (Società italiana di pneumologia). Sia il farmacista, sia il cittadino, dovranno effettuare insieme un percorso di monitoraggio della saturazione nel sangue, seguendo passo passo la situazione e inserendo in un programma informatico i dati così raccolti. Le informazioni serviranno poi alla Società italiana di pneumologia per elaborare uno studio scientifico.

 

“L’iniziativa è portata avanti dalla Società italiana di pneumologia in collaborazione con Federfarma - spiega la presidente Clara Mottinelli -, che si occuperà della distribuzione sul territorio tramite il nostro grossista di riferimento, ovvero la Cef. L’obiettivo del progetto è far conoscere e diffondere maggiormente il dispositivo, che può essere un alleato prezioso per prevenire le complicanze da Covid”.

 

I saturimetri saranno consegnati nelle trenta farmacie bresciane nel giro di una quindicina di giorni e il percorso di monitoraggio durerà circa un mese. Le farmacie sono distribuite su tutto il territorio bresciano, da nord a sud, e sei sono in città.