Strumenti

Lunedì 3 Maggio 2021 sarà nuovamente possibile richiedere il bonus alimentare per i nuclei familiari residenti nella Comunità delle Giudicarie e colpiti dagli effetti economici della pandemia sanitaria in corso.

 

Nella prima fase di presentazione delle domande, che si è espletata dal 26 al 10 febbraio, sono state accolte nella nostra Comunità 184 domande per un totale di 57.850 Euro; in questi giorni questi nuclei riceveranno automaticamente una seconda erogazione di quanto già ricevuto, come condiviso tra le Comunità e i Comuni di Trento e Rovereto, in sinergia con il Consorzio dei Comuni Trentini.

 

A partire da lunedì 3 maggio verranno riaperti i termini e si allargheranno le maglie per dare un supporto più ampio, a seguito di valutazione della condizione socio-economica da parte del Servizio socio-assistenziale territorialmente competente.

In questa fase i fondi non saranno assegnati ai singoli Comuni del territorio ma è stato costituito un unico budget a livello di Comunità di Valle per poter garantire risposte a tutti i cittadini del territorio, fino ad esaurimento dei fondi disponibili.

Per assicurare uniformità di accesso al sussidio sono stati condivisi dei requisiti omogenei che la Comunità delle Giudicarie ha adottato e che possono essere visionati in modo dettagliato sul sito web istituzionale della Comunità.

Il beneficio sarà riservato ai nuclei familiari le cui disponibilità finanziarie liquide su conti correnti o altre forme di deposito non superino i 3.000,00 euro e le cui entrate mensili complessive rientrino da un minimo di 441,00 euro per un nucleo con un componente ad un massimo di 1.154,00 euro per 8 o più componenti. Nella valutazione delle disponibilità finanziarie del nucleo familiare le somme di denaro depositate su conti correnti o altri strumenti finanziari intestati a figli minori dovranno essere dichiarate ma non saranno considerate al fine della quantificazione del saldo complessivo, al fine di preservare eventuali disponibilità di denaro destinate all’istruzione degli stessi, qualora accantonate in epoca precedente al momento di richiesta del beneficio.

L’importo mensile del bonus alimentare è riconosciuto in misura pari a 150,00 Euro per nuclei familiari costituiti da una persona; 250,00 Euro per nuclei familiari costituiti da due persone; 350,00 Euro per nuclei familiari costituiti da tre persone; 500,00 Euro per nuclei familiari costituiti da quattro persone e più. 

Il Commissario della Comunità Giorgio Butterini sottolinea il valore di queste misure a sostegno delle persone maggiormente in difficoltà: “La pandemia ha purtroppo inciso anche sul comparto economico  ed è dovere delle istituzioni e della società democratica in senso lato offrire un supporto alle persone che in questo momento hanno necessità di sostegno finanziario anche per uno dei bisogni primari come l’alimentazione. Naturalmente il bonus alimentare rappresenta un aiuto, ma non la soluzione al problema ed è quindi necessario che, a prescindere dall’intervento contingente, vengano pianificate politiche organiche e urgenti a sostegno dei più deboli”.

 

La domanda potrà essere presentata, previo colloquio con l'assistente sociale della Comunità delle Giudicarie, richiedendo un appuntamento presso l'ufficio del Servizio Sociale della propria zona di residenza: Valle del Chiese servizio sociale Polo 1 tel. 0465.621844; Giudicarie Esteriori servizio sociale Polo 2 0465.702544; Val Rendena servizio sociale Polo 3 0465.801990; sede di Tione 0465.339526.