Strumenti

Venerdì 23 luglio alle 20:30, in piazza degli Alpini, Luca Flocchini presenterà la sua autobiografia dal titolo "Eh già... sono ancora qua". Dalle 19 possibilità, per chi lo desidera, di cenare con pane e salamina.

Luca Flocchini, di Odolo, è molto conosciuto in Valsabbia per il coraggio e la simpatia. Un terribile incidente d'auto in Namibia quando aveva solo 24 anni l'ha costretto per quasi un anno a restare sospeso tra la vita e la morte e reso da allora tetraplegico. Un'esperienza terrificante, che avrebbe potuto distruggerlo e che invece, grazie alla sua forza d'animo, è diventata un'occasione di rinascita, di ricominciare da capo affrontando una a una le difficoltà e le complicazioni, trovando ogni giorno in se stesso motivazioni e speranza, perfino ottimismo e serenità.

La sua storia commovente è raccontata in un libro che vale la pena leggere perché insegna a trovare nuovi punti di vista per affrontare la quotidianità: il suo amore per la vita è contagioso e invita chiunque a riconciliarsi con le proprie difficoltà e i propri limiti, di qualsiasi natura essi siano. Luca è un combattente senza retorica e si offre al pubblico con semplicità e ironia, facendo mescolare lacrime e sorrisi o addirittura risate. Il titolo del volume, ispirato al pezzo di Vasco Rossi, celebra la pienezza della vita nonostante tutto e Luca è un testimone di quanto la consapevolezza e l'ottimismo possano trasformare le persone, giungendo a fargli affermare che nella vita ci sono cose più importanti perfino della guarigione fisica. Luca sa sfidare il destino perché non si arrende allo sconforto e perciò ha molto da dire a ognuno di noi.

Dopo la serata di Vallio, Flocchini sarà a Idro sabato 21 agosto e a Roè Volciano domenica 26 settembre, mentre un incontro a Gavardo è in programma a breve, anche se la data non è ancora stata fissata.

Giovanna Gamba

Nella foto, Luca Flocchini al Vittoriale, dopo il concerto di Antonello Venditti che gli ha regalato il suo cappello.