Strumenti

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera del sindaco di Gavardo Davide Comaglio in merito alle dimissioni del consigliere Guido Lani dalla Fondazione La Memoria- Casa di riposo di Gavardo.

A breve distanza dalla nomina del nuovo cda della Fondazione La Memoria si è ravvisata la necessità della surroga di uno dei consiglieri.

L’articolo 9 dello Statuto della Fondazione fra le diverse cause di incompatibilità alla carica di componente del Consiglio di Amministrazione prevede tra gli altri, oltre al Sindaco, gli Assessori, i Consigliere nonché i loro parenti e affini fino al terzo grado. 

Questa ultima è la condizione che si è verificata a carico del consigliere del CdA La Memoria Sig. Lani Guido. Lani risulta infatti affine di terzo grado con un Consigliere comunale (la madre di quest’ultimo è sorella della moglie di Lani). Il signor Guido Lani ha rassegnato le sue dimissioni in data 19 settembre,depositate a seguito della verifica da lui stesso comunicata via PEC e condotta in data 18 settembre sulla possibile incompatibilità, confermata sulla base dello Statuto della Fondazione che prevale sul Testo Unico degli Enti Locali. 

Il nuovo consigliere nominato è il signor Emanuele Cappa che aveva regolarmente presentato la domanda per la sua candidatura all’avviso pubblicato all’Albo comunale on line per il periodo dal 24 giugno al 9 luglio 2019, e a cui viene augurato buon lavoro. A questo vanno aggiunti i ringraziamenti al signor Lani per la sua disponibilità posta a servizio della Fondazione La Memoria.

Le dimissioni del Consigliere non andranno a pregiudicare il lavoro fin qui svolto. Il consiglio di amministrazione è infatti in carica e nel pieno dei suoi poteri essendo il signor Lani un consigliere e non il Presidente o il Vicepresidente della Fondazione.

 

Davide Comaglio Sindaco di Gavardo