Strumenti

L'ospedale di Gavardo è sull'orlo del collasso. "Abbiamo bisogno di aiuto, di risorse, di energie. Di mascherine, tute, guanti, dispositivi di protezione individuale". Le persone all'ospedale di Gavardo sono ricoverate ovunque.

E' l'appello disperato del sindaco di Gavardo Davide Comaglio. Naturalmente è importante concentrare le risorse sui grandi ospedali, ma anche i piccoli, gli ospedali di frontiera sono essenziali. "Le persone sono ricoverate ovunque e gli operatori sono allo stremo". Alcuni sono risultati già positivi, mentre anche alcuni medici si sono ammalati anche se ora stanno meglio. "I decessi sono stati solo due in paese, ma sono anche deceduti tanti anziani a cui non è stato fatto alcun tampone". Anche la situazione nei domicili privati è preoccupante. I medici di base cercano di visitare tutti, ma le persone sono tante. "Servono dispositivi di protezione individuale anche per le famiglie, altrimenti intere famiglie vengono infettate"

Un medico di Gavardo in un'intervista al Giornale di Brescia sottolinea tutta la drammaticità della situazione. Dei 140 posti letto dell'ospedale 120 sono dedicati al Covid19. Non c'è più posto. I pazienti sono ovunque. Inoltre il pronto soccorso è al collasso. Un inferno in terra. In terra valsabbina.

Per donare, offrire quello che si può mettere a disposizione, mascherine, ecc il numero della protezione civile di Gavardo 334-2926951.