Strumenti

Una storia da raccontare quella di Mario Rauseo, 52enne di Salo', alle prese con una lotta contro il cancro che va avanti ormai da piu' di due anni, ed il coraggio di far questo seguendo un metodo di cura alternativo.

Tutto inizia quando il 2 gennaio 2013 gli viene riferito il risultato di un controllo eseguito per i continui malesseri. L'esito e' chiaro: tumore dell'intestino con metastasi ai polmoni e al fegato, gli restano tre mesi di vita. Mario pero' non si abbatte, dopo una settimana e' in sala operatoria ed il tumore viene rimosso, ma rimane il problema della metastasi. La sua determinazione lo porta a superare lo scoglio dei tre mesi di vita predetti dal medico, e per quasi un anno e mezzo si sottopone a chemioterapia, strada che pero' non considera giusta. Dopo una serie di ricerche sulle terapie alternative, la sua scelta ricade sul metodo Gerson: e' una cura basata sulla corretta alcalinizzazione del corpo tramite una dieta vegana, eliminando le proteine animali che sono terreno fertile per il tumore. Comincia allora a seguirla a casa, dopo aver effettuato anche un day hospital in Ungheria presso l'unica clinica Gerson autorizzata in Europa. Visti i grandi benefici che questa terapia gli ha dato ora arriva il grande passo: dopo una raccolta fondi organizzata dagli amici per sostenere l'elevato costo della cura, partecipa ad una sessione di due settimane organizzata dalla clinica, in modo da poter seguire alla perfezione la terapia. Per tenervi aggiornati sulla sua esperienza potete seguire la sua pagina Facebook, https://www.facebook.com/pages/Gli-Amici-di-Mario-Ruzze-Rauseo/429887287166502?fref=ts, con la speranza che possa essere d'aiuto a qualcuno di voi.

Andrea Franzoni