Strumenti

Nel pomeriggio, tra Castrezzone e Calvagese, un’automobilista ha perso il controllo del proprio mezzo, ha invaso l’opposta corsia di marcia ed è uscita di strada, ribaltandosi, per poi finire in un campo. Grande spavento, ma ferite lievi per la donna. Automobile invece da demolire.

Oggi pomeriggio verso le 15:00, T.D., una donna di 46 anni residente in un comune della Valtenesi, era alla guida della sua Renault Clio e percorreva la strada provinciale che collega l’abitato di Castrezzone a quello di Calvagese. Per cause in corso di accertamento, ha perso il controllo dell’automobile andando prima sulla banchina sul margine destro della carreggiata e poi, in seguito a una brusca sterzata, invadendo l’opposta corsia di marcia. La corsa è terminata in un campo adiacente, alcune centinaia di metri dopo il punto d’uscita di strada, che risulta ribassato di circa due metri rispetto alla sede stradale. Durante l’uscita di strada l’autovettura si è dapprima capovolta su stessa, per poi schiantarsi contro un albero prima di arrestarsi ai piedi di una scarpata.

La conducente è stata prontamente trasportata al Pronto Soccorso di Gavardo dall’ambulanza del COSP di Bedizzole, inviata dalla centrale AREU, ma le sue condizioni non sono per fortuna preoccupanti. Ben più gravi le conseguenze per l’autovettura che sicuramente sarà da demolire. Durante la corsa incontrollata l’automobile non è entrata in collisione con nessun altro veicolo: per fortuna in quel momento nessuno proveniva in senso opposto, le conseguenze di uno scontro sarebbero state certamente molto gravi.

Sul posto per i rilievi erano presenti gli agenti del Servizio Intercomunale di Polizia Locale Calvagese della Riviera – Muscoline ai comandi di Stefano Dondelli, coadiuvati dai Carabinieri di Bedizzole.