Strumenti

Tra maggio e settembre sono stati rifatti la copertura del tetto, l’impianto elettrico (ora a norma antincendio), alcune opere in favore dei diversamente abili e altre opere strutturali complementari.

Dopo gli interventi completati circa un paio di anni fa, l’amministrazione comunale di Serle rende noto di aver concluso negli ultimi mesi altri lavori alla scuola media di Serle che ne hanno così ulteriormente migliorato la struttura. In particolare, sono state completate le opere riguardanti la messa a norma dell’edificio e soddisfatte alcune indicazioni provenienti dal personale scolastico.

Per quel che riguarda i lavori sul tetto, la somma di circa 67.000 € è stata ottenuta dal Comune grazie alla partecipazione al bando “Scuole sicure” del Ministero. Altri lavori, ammontanti nel complesso a circa 132.000 €, sono stati invece realizzati grazie all’allentamento del patto di stabilità, concesso dalla regione a quegli enti che dimostrano di disporre di solidi bilanci. Ciò ha permesso di liberare dall’avanzo di amministrazione, prima bloccato e inutilizzabile, le somme per i lavori. Sono state inoltre realizzate la pavimentazione e una rampa esterna per favorire l’ accesso dei diversamente abili, si sono rifatti gli impianti elettrici secondo le norme antincendio, sistemati alcuni bagni e un’aula per il laboratorio di tecnica; infine, sono state tinteggiate le aule al piano terra.

La pavimentazione esterna e i bagni sono stati realizzati con marmo di aziende operanti nel bacino marmifero locale. Ciò ha garantito l’impiego di materiali di ottima qualità a un prezzo decisamente inferiore rispetto agli standard di mercato.

«Sia l’ingresso in graduatoria nel bando “Scuole sicure” sia l’ottenimento dell’allentamento del patto di stabilità – commenta il sindaco Paolo Bonvicini – vedono premiate le scelte sofferte di inizio mandato sull’aumento della tassazione, grazie alle quali è stato però possibile porre in sicurezza il bilancio comunale. Un ringraziamento particolare va al vicesindaco nonché assessore ai lavori pubblici Luca Zamboni per gli importanti e significativi risultati ottenuti, oltre che al geometra Mauro Zini e a tutto l’ufficio tecnico».