Strumenti

"Nel primo pomeriggio di oggi si è spento, stroncato da una grave malattia, Fulvio Manzoni, direttore dell'emittente televisiva Teletutto...." Era il 10 giugno 2007.

Era una domenica pomeriggio. Fulvio era morto. Il "mio" direttore non c'era più. Insieme a lui avevamo vissuto i mesi terribili, dolorosi della malattia, una malattia che lui aveva condiviso giorno per giorno con noi, con la sua redazione, la sua seconda famiglia.

Quindi Fulvio non c'era più. Mi ricordo quella domenica pomeriggio. Ero di turno in redazione. Stavo guidando per rientrare in ufficio quando qualcuno mi chiamò. Non riesco a ricordarmi chi. "Fulvio è morto". Aveva solo 50 anni. Era ricoverato da tempo alla Poliambulanza , le sue condizioni erano molto gravi, ormai era privo di conoscenza.

Per la città, per la provincia di Brescia, Fulvio è stato e resterà sempre IL direttore di Teletutto, l’unico e insostituibile. Per lui la televisione, la sua televisione, erano una parte fondamentale della vita, alla “sua” televisione ha sacrificato molto, forse anche un po’ della sua salute.  Nella mia - purtroppo lunga - carriera di giornalista ho avuto tanti direttori alcuni straordinari, altri indegni. Lui è stato e resta per me IL DiRETTORE, l’unico, vero, anche quando c’erano divergenze o contrasti. L’UNICO, VERO, GRANDE DIRETTORE DI TELETUTTO. Fulvio, manchi a tutti, alla tua famiglia prima di tutto, ma anche – molto – a tutti noi. Tante cose, se ci fossi stato tu, non sarebbero accadute. Ciao Fulvio, veglia su di noi, quaggiù ne abbiamo bisogno.

Oggi in san Faustino a Brescia alle ore 18.15 una messa lo ricorderà.

Maria Paola Pasini