Strumenti

Il 13-14-15 marzo si svolgerà il primo Gran Premio d’Italia Shooting Data, un weekend di gara in contemporanea sui campi Shooting Data d’Italia. Montepremi: 10.000 euro.

 

La gara a classifica unica è promossa dai campi da tiro Shooting Data d'Italia ed è caratterizzata dallo slogan “Distanti ma uniti”. L'organizzazione permetterà infatti a tutti i tiratori di competere nello stesso weekend, in tutta Italia, in piena sicurezza. Si tratta di una competizione di Fossa Olimpica isoschema, a classifica unica, in contemporanea sui campi da tiro Shooting Data e con un montepremi di 10.000 tra premi liberi, premi di categoria e premio al migliore assoluto su ogni campo.

L’evento, riconosciuto d'interesse nazionale e inserito nell'apposito calendario CONI, permetterà ai tiratori di limitare gli spostamenti e agli spettatori di seguire la competizione anche senza essere presenti fisicamente: la vera novità di questo Gran Premio è infatti rappresentata dai contenuti offerti da Shooting Data in tempo reale, che permetteranno a chiunque di seguire la gara da remoto, attraverso PC e smartphone.

Le classifiche di gara saranno disponibili live in collaborazione con GestGare. Tra i campi Shooting Data che prenderanno parte all’iniziativa c’è Trap Concaverde di Lonato del Garda.

L’iscrizione alle gare può avvenire fino al giorno d’inizio attraverso le segreterie dei campi partecipanti al costo di 24 euro (16 euro se si è già in possesso di medaglietta Shooting Data). A tutti gli iscritti al Gran Premio verrà riconosciuto un codice sconto su eStore.beretta.com pari alla quota di iscrizione di 24 euro (valido su un ordine minimo di 100 euro fino al 31 marzo 2021).

Ivan Carella, Presidente del Tiro a Volo Trap Concaverde e coordinatore tecnico dell’iniziativa, ha dichiarato: «Siamo stati fin dall’inizio partecipi della grande idea di digitalizzare l’esperienza sul campo e questo è stato ed è, per me e per tutto lo staff del Concaverde, motivo di grande orgoglio. I tiratori possono monitorare e migliorare le proprie prestazioni, in allenamento e in gara, e avvalersi del prezioso aiuto dei coach, senza che questi siano necessariamente presenti di persona. Mai, come in questo periodo, il termine “distanza” ci riempie d’angoscia. Grazie a Shooting Data, che permette il collegamento digitale tra gli impianti di tiro, abbiamo la possibilità di abbatterla».