Sport

Il sogno continua. Nei giorni scorsi, a Capoliveri - Isola d'Elba, la Biker Gavardese portacolori dell’MTB Pertica Bassa, Simona Cè, ha concesso il bis, vincendo il secondo Campionato Italiano F.C.I. stagionale, questa volta nella specialià Marathon, dopo aver conquistato il 13 settembre a Moena (TN) il Campionato Italiano Up Hill, con uno sfortunato passaggio a vuoto intermedio, a Barga nel Lucchese, dove una caduta e conseguente problema tecnico alla sua bike, l'hanno costretta al ritiro quando era saldamente al comando nella specialità Cross Country XCO. 

Lo scorso anno abbiamo assistito alla consacrazione di Simona tra le migliori atlete del panorama Italiano della Mountain Bike, con la vittoria nei Campionati Italiani specialità Marathon ed XCO e la vittoria Mondiale in Canada nella specialità XCO. 

Una stagione anomala per tutti, causa l'emergenza sanitaria, con molti eventi rimandati alla stagione 2021 (tra questi Mondiali ed Europei), e quindi le poche occasioni per battagliare con avversarie e cronometro non devono essere sprecate e Simona così ha fatto e dove qualche inconveniente tecnico non si è messo di mezzo, la vittoria è stata una costante. 

Il Campionato Italiano Elbano, era il più atteso, vuoi perché la gara più dura delle varie specialità della Mountain Bike (80 km con 3.200 mt di dislivello) ma soprattutto perché da questa specialità nel 2019 iniziò la consacrazione sportiva Nazionale per la "Draghetta", così affettuosamente chiamata dai suoi compagni di squadra per il simbolo del sodalizio Perticarolo per cui gareggia. 

Ripetersi non è facile, manca il fattore sorpresa e le aspettative che si creano attorno all'atleta sono notevoli.

Abbiamo imparato a conoscere Simona, e come non lasci nulla al caso, preparazione fisica, ricognizione del percorso, alimentazione, meticoloso controllo della compagna di fatiche (quest'anno una Lee Cougan Full), determinazione ed il tutto condito con il sorriso frutto di una grande umiltà. 

E così è stato anche questo Campionato Italiano Marathon, come lo testimoniano le sue parole: "Sono arrivata a questo appuntamento preparata, stavo bene e le gambe giravano come volevo, in un percorso splendido. Avevo in circolo ancora un po' di delusione per l'inconveniente al Campionato Italiano XCO e voglia di rialzarmi subito. Sono felicissima, è stata più dura che la vittoria dello scorso anno perché sapevo che le aspettative su di me erano tante e non volevo deludere nessuno. Se ho vinto è anche merito di mio marito Michele, grande supporto morale, fisico e mentale ed oggi sul percorso a farmi da assistente tecnino e motivatore, non lasciando nulla al caso ed in primis ho voluto vincere per lui, la mia forza. Ringrazio il mio Team, la Polisportiva Pertica Bassa e gli Sponsor, che nonostante il difficile periodo che stiamo attraversando non mi hanno fatto mancare il loro sostegno. Ed infine un Grazie a tutti quelli che mi supportano nella preparazione e tifano per me."

 

 

Bagolino Alpin Run: al via l’edizione speciale 2020. Potevamo far passare la stagione estiva senza la Bagolino Alpin Run? Ovviamente no, e quindi ecco la novità per l’estate 2020! Il percorso della Bagolino Alpin Run sarà identificato, fino al 30 settembre 2020, con fettucce di color arancione, frecce segnaletiche permanenti (in legno) e segni a terra con spray di colore arancio.

Per prendere parte all’edizione speciale, basterà percorrere a piedi l'intero percorso e inviare 4 fotografie scattate nei punti stabiliti e identificati con appositi cartelli in legno predisposti per selfie con modalità specificate in seguito. E’ obbligatorio transitare e documentare il passaggio dalle quattro postazioni fisse sopra indicate, mediante una fotografia, oltre alle quali, è consigliato inviare anche la traccia del percorso rilevato con Garmin, Suunto o altro dispositivo.

Non è stabilito un limite di tempo massimo per percorrere il tracciato che però dovrà essere completato in un’unica tappa (non sono ammessi spezzoni di percorso suddivisi su più giorni).

Le foto e la traccia del percorso, possono essere taggate alla pagina Facebook BAGOLINO ALPIN RUN, utilizzando l’hashtag  #BARedizionespeciale2020,  oppure inviate esclusivamente tramite Whatsapp (indicando nome, cognome e data di nascita) al numero 389 0270426, specificando espressamente l’autorizzazione alla pubblicazione sui social. (in caso contrario, non saranno pubblicate).

Per chi avesse un profilo Instagram, è possibile inoltre caricare le foto della vostra corsa utilizzando i tag ufficiali @ssdbagolino e @avisbagolino ed aggiungere #BARedizionespeciale2020.

Grazie a questi riferimenti condivideremo le vostre storie o i vostri post sulle nostre pagine ufficiali.

A tutti coloro che prenderanno parte all’edizione speciale 2020 e invieranno le foto attraverso la  pagina Facebook BAGOLINO ALPIN RUN e tramite Whatsapp, verrà riconosciuto uno sconto del 10% sulla quota d'iscrizione alla Bagolino Alpin Run (competitiva) 2021. Vi sarà inoltre un’estrazione con premi a sorpresa messi in palio dall'organizzazione della Bagolino Alpin Run, entro dicembre 2020 a chi invierà le foto con le modalità sopra descritte. Cosa aspettate dunque: avete tutta l’estate per venire a Bagolino e percorrere il percorso della BAR! Fatelo individualmente, in compagnia o con la famiglia e poi trascorrete il restante tempo a gustarvi le bellezze paesaggistiche, storiche e gastronomiche di Bagolino!

 

 

Sono oltre centoventi gli iscritti alla 1^ Selezione Zonale Optimist: primo evento organizzato dalla Canottieri Garda Salò, in collaborazione con Univela Sailing, dopo la lunga pausa forzata lontano dai campi di regata.

Sabato 11 e domenica 12 luglio i giovani velisti scenderanno in acqua a Campione del Garda per la gara che consentirà l’accesso al Campionato Italiano, in programma a fine agosto a Malcesine. Saranno presenti anche gli atleti Under11, che disputeranno il Meeting Zonale - Meringa Cup. Le regate si svolgeranno in sicurezza, rispettando le disposizioni del Protocollo di regolamentazione della Federazione Italiana Vela.

Sabato 18 e domenica 19 sarà invece la volta dei monotipi del Garda, Dolphin e Protagonist, che scenderanno sul campo di regata della 35^ edizione della Salò Sail Meeting, tradizionale appuntamento di metà luglio della Canottieri Garda, valido per il campionato zonale di classe.

Optimist: la deriva progettata per i giovani velisti

Progettata nel 1947 da Clark Mills, l’Optimist si presenta con una struttura molto semplice, una sorta di scatola in vetroresina lunga m. 2,30 con la prua mozzata, da qui il suo soprannome “vasca da bagno”.

E’ una barca facile da manovrare, quindi si presta molto bene per i corsi di iniziazione dei bambini della scuola vela e per gli atleti di età compresa fra i 6 e i 13 anni, con peso inferiore ai 55 Kg.

L’Optimist ha una sola vela, la randa, a forma di trapezio rettangolo.

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin-top:0cm; mso-para-margin-right:0cm; mso-para-margin-bottom:8.0pt; mso-para-margin-left:0cm; line-height:107%; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:"Calibri",sans-serif; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-fareast-language:EN-US;}

Domenica si corre la 42° edizione del Trofeo Antonio Danesi, regata organizzata dal Circolo Vela Gargnano sotto l’egida della Federazione Italiana Vela e la collaborazione della classe Optimist. Non sarà l'ultima regata della stagione che vedrà molti appuntamenti slittare tra ottobre e novembre con il ritorno a Gargnano della Winter Cup, (in programma: 1° appuntamento WINTER CUP 24/25 Ottobre 2020; 2° appuntamento WINTER CUP 21/22 Novembre 2020; 3° appuntamento WINTER CUP 13/14 Febbraio 2021; 4° appuntamento WINTER CUP 20/21 Marzo 2021, Evento coordinato da Water Tribe Milano) . Domenica tocca, a sua volta, ai giovani Under 15. A sfidarsi saranno autentiche squadre agonistiche che fanno riferimento ai Club del Benaco, tutta l’ampia area bresciana con la Fraglia Vela di Desenzano, la Canottieri Garda di Salò, il Circolo Vela Toscolano-Maderno, più quelli di casa, le rive trentine e veronesi. La base sarà al Marina di Bogliaco, a partire dalle ore 10 di domenica. Nell'occasione saranno ricordate le iniziative del CV Gargnano nell'ambito del mondo giovanile e in particolare la scuola, questa stagione condizionata dal Covid. Per il prossimo anno si stanno già progettando nuove iniziative, come quella legata a Legamileali, presentata in occasione della Childrenwindcup. Le altre attendo conferma e in passato sono state l'alternanza scuola lavoro con Garda Uno Lab e l'Istituto Polo-Bazoli di Desenzano, i "Sognatori d'Olimpia",(nel 2019 in occasione del Cico), work shop nato dalla collaborazione con il Dams dell'Università Cattolica di Brescia, la XIV zona di Federvela, #Visit Brescia-Brescia Tourism del presidente Marco Polettini, il supporto logistico alla barca in materiale eco-compatibile del Metis-Università di Padova, che anche quest'anno hanno visto le stesse  "Eco barche"  allenarsi tra Gargnano e Bogliaco. Senza dimenticare le spettacolari gare del Persico69F, gli eventi agonistici della 70a edizione della Centomiglia.  Gargnano sosterrà con gli Enti preposti l'head line: "#Il lago più bello del Mondo".

 

 

 

Mobilithlon è il nome che sottende ad una forma di mobilità multimodale e accessibile, che fa dell'attività fisica la principale forma di trasporto sostenibile, coadiuvata da mezzi pubblici e dalle forze della natura. Questo è il termine coniato da David De Regibus e Marco Mastro Bottardi per la loro traversata del Garda bresciano che si terrà oggi e domani, 7 e 8 agosto, in compagnia dell'ex campione di C2 (canoa) Filippo Dusi.

David viene da passate imprese di trasporto in SUP tra cui spiccano i 4 giri del Garda, di cui l'ultimo chiuso non-stop in 24h nell'estate 2018; Marco, da quando ha perso l'uso delle gambe, ha invece intrapreso una serie di traversate natatorie, nonché attività associative a favore dell'accessibilità Gardesana.

Forti di queste esperienze, i due presidenti di SUP Your Dreams e Garda Lago Accessibile hanno convenuto di unire le forze, le braccia e le pagaie per promuovere un messaggio di mobilità sostenibile e accessibile a tutti, anche a persone a mobilità ridotta. Il messaggio è molteplice e promuove il concetto che lo sport non è nato come un'attività fine a se stessa, bensì come forma di traSPORTo (si pensi solo all'origine della maratona...).

Per muoversi su acqua non servono quindi pericolose eliche e motori rombanti, bastano una pagaia e una vela; e anche se a spostarsi è un disabile, non servono complicati allestimenti veicolari, ma si parte dalla sua voglia di accedere a nuovi posti e dalla compagnia di chi fa squadra con lui, a partire dalle amministrazioni e dalle infrastrutture. In effetti sono molte le alternative per muoversi con grande rispetto della natura, del prossimo, del disabile, del lago più bello.

In quest’ottica i tre protagonisti nuoteranno, pagaieranno in modalità kayak e SUP, servendosi anche di un piccolo fiocco velico, mentre a terra si trasporteranno con la corsa e la spinta della carrozzina. In coerenza con la sostenibilità, il trasferimento da Desenzano a Limone avverrà via traghetto il giorno prima della partenza.

L'evento di articola in due tappe: gli atleti sono partiti questa mattina alle 6 da Limone per arrivare a Toscolano alle 13 circa; da qui si sposteranno nel pomeriggio nella valle delle Cartiere per una conferenza a tema nel Museo della Carta. verso sera si uniranno poi all'allenamento di Dragon Boat della Remiera di Toscolano.

Il pernottamento avverrà nella struttura accessibile Hotel Piamarta. Domani, 8 agosto, partenza fissata per le ore 7, raggiungendo alle 12 circa la Jamaica Beach, spiaggia accessibile di Sirmione; dopo il ristoro si punterà poi verso Desenzano, sbarcando in Porto Vecchio intorno alle 15. A seguire si terrà la conferenza d'arrivo presso il Palazzo del Turismo.

L'evento gode del patrocinio della Comunità del Garda e dei comuni di Desenzano del Garda, Limone sul Garda, Sirmione e Toscolano Maderno. Gli organizzatori ringraziano per la collaborazione Navigarda, Museo della Carta Toscolano, Garda Sostenibile, L.A.CU.S., Lago di Garda Lombardia, Triathlon Scorze Ruvide, Handicapped Scuba Association, X Garda Service.

Alessandro Botturi, pilota motociclistico lumezzanese, riceverà la Menzione al premio promosso ogni anno dalla regione Lombardia. Soddisfazione del vice capogruppo della Lega al Pirellone, Floriano Massardi, propositore della candidatura.

 

Il premio Rosa Camuna rappresenta la massima onorificenza di Regione Lombardia e viene assegnato ogni anno a cinque personalità, o realtà associative, che siano state considerate particolarmente rappresentative per il nostro territorio. Oltre al premio sono previste dieci menzioni speciali, suddivise per categorie.

E proprio una di queste menzioni, relativa all’ambito dello sport, andrà ad Alessandro Botturi, classe 1975, pluricampione italiano e mondiale di motociclismo e vincitore per ben due volte della prestigiosa “Africa Eco Race”, corsa motociclistica che segue il percorso della vecchia “Parigi-Dakar”.

Originario di Lumezzane, Botturi si è specializzato nelle competizioni relative all’enduro. Ha partecipato a numerosissime gare nazionali e internazionali, vincendo il Sardegna Rally Race e gareggiando in diverse edizioni del campionato mondiale di enduro.

«Questo riconoscimento è più che meritato – ha commentato Floriano Massardi, promotore della candidatura – in forza di una carriera sportiva di rispetto, che rappresenta motivo d’orgoglio per la nostra Lombardia. Vorrei rinnovare il mio personale ringraziamento all’amico Josehf Facchini, sindaco di Lumezzane, e a tutti i membri del Motoclub Lumezzane, per aver creduto e sostenuto fortemente il nome di Botturi».

I fratelli gardesani, della Società Canottieri Garda Salò, si sono classificati primi tra i 45 equipaggi in gara nella classe 29er (deriva planante ad alte prestazioni). I Campionati Italiani si sono disputati dal 7 all’11 ottobre a Punta Ala (GR), organizzati dal locale Yacht Club. 

 

È il terzo anno consecutivo che atleti della Canottieri Garda conquistano il titolo italiano di questa classe velica. L’evento ha concluso la stagione 2020 delle regate FIV.

«È stato un campionato molto difficile – hanno commentato a caldo i vincitori – per le condizioni meteo che nel primo giorno non ci hanno fatto svolgere prove per il forte vento, mentre gli altri giorni sono stati caratterizzati dal poco vento. Il livello della flotta era molto alto ed equilibrato, ma alla fine siamo riusciti ad "azzannare" il titolo tanto atteso. Ringraziamo i nostri allenatori e la nostra squadra che ci ha supportato e aiutato per tutta la durata della trasferta».

La Canottieri Garda Salò schierava nel complesso 6 equipaggi. I risultati: 1 Fabio e Diego Larcher; 8 Cecilia Zancan e Isabella D’Ambrosa; 19 Giovanni Santi e Giovanni Sandrini; 23 Lorenzo Pandini e Leone Tuci; 25 Marco Alberti e Walter Bonizzoni; 35 Elena Podavini e Pietro Berti.

Optimist superstar. Giulia Bartolozzi (Canottieri Garda) si è aggiudicata il terzo posto (settimo assoluto) nella classifica femminile alla 1^ Selezione Zonale Optimist, dietro a Clara Lorenzi (CN Bardolino) e Victoria Demurtas (Fraglia Vela Riva). Oltre a Bartolozzi, Elena Podavini e Walter Bonizzoni sono gli altri due atleti della Canottieri qualificati per la seconda selezione zonale, che si terrà a Malcesine sabato 1 e domenica 2 e darà poi l’accesso ai Campionati Italiani Optimist in programma dal 27 al 30 agosto 2020.
Lorenzo Ghirotti e Mosè Bellomi (Fraglia Vela Riva) dominano la classifica, seguiti da Zeno Valerio Marchesini (Fraglia Vela Malcesine).

L’appuntamento che si è svolto sabato 11 e domenica 12 luglio nelle acque di Campione del Garda è stato il primo evento della classe Optimist organizzato dalla Canottieri Garda Salò in collaborazione con Univela Sailing dopo la lunga pausa forzata lontano dai campi di regata.

Sono scesi in acqua a Campione del Garda 87 velisti Under 16, e 37 Under 11, presenti per il Meeting Zonale - Meringa Cup.

Sabato, la prima prova è iniziata con dieci nodi di vento che poi è cresciuto di intensità e il Comitato di Regata, a causa potenziali temporali, ha privilegiato in sicurezza mandando a terra le flotte al termine della prima prova. Domenica le condizioni del tempo hanno concesso di disputare due prove. 

Le regate si sono svolte rispettando le disposizioni del Protocollo di regolamentazione della Federazione Italiana Vela.

Sabato 18 e domenica 19 luglio sarà invece la volta dei monotipi del Garda, Dolphin e Protagonist, che scenderanno sul campo di regata della 35^ edizione della Salò Sail Meeting, tradizionale appuntamento di metà luglio della Canottieri Garda, valido per il campionato zonale di classe.

Le classifiche complete e tutte le immagini della regata sono disponibili sul sito:  https://www.campioneunivela.it/regate/regate-2020/selezione-zonale-optimist/

 

 

Dal 26 al 28 giugno i Club velistici gardesani ospiteranno il Vela Day: l'Open Day che vedrà coinvolti in contemporanea i Club velici di tutta Italia, fortemente voluto dalla Federazione Italiana della Vela. In occasione dell’iniziativa Visit Brescia è al fianco della Federazione Italiana Vela (FIV), Garda Uno e Consorzio Garda Lombardia per sostenere la ripartenza dei comparti velistico e turistico.

Da venerdì 26 a domenica 28 giugno - Il Lago di Garda torna ad essere "baricentro" della vela italiana grazie al Vela Day: l'Open Day ai Club velici di tutta Italia voluto dalla Federazione Italiana della Vela. A presentare l'iniziativa nei giorni scorsi è giunto sull'alto lago il Presidente Francesco Ettorre che, per l'occasione, ha visitato anche le basi di Malcesine, Torbole, Arco e Riva, che proprio in questi giorni sono teatro degli allenamenti gli azzurri delle flotte olimpiche.

Nell’area del Lago di Garda, e di tutta l'area della XIV Zona, saranno circa 50 i club velici coinvolti e impegnati per favorire la ripartenza delle scuole di Federvela.

L’iniziativa prevede inoltre la sinergia con realtà ed enti territoriali, tra cui Visit Brescia-Brescia Tourism, il Consorzio degli operatori lacustri Garda Lombardia, e la multiutily Garda Uno con il lungimirante progetto sulla mobilità elettrica Eway, uniti per sostenere la ripartenza delle attività sportive e turistiche dell’area.

A sottolineare il forte rapporto tra territorio e comparto turistico è Marco Polettini, Presidente di Visit Brescia la Destination Management Organization che promuove il turismo di Brescia e della sua provincia:

“Dopo l'esperienza maturata in occasione del Campionato Italiano Classi Olimpiche 2019 (CICO), Il Campionato Mondiale del Kite Surf, anche quest’anno Visit Brescia rinnova il proprio sostegno alle iniziative messe in campo dalla XIV Zona della Federazione Italiana Vela. In qualità di Presidente di Visit Brescia, albergatore gardesano e velista tengo a sottolineare come, da sempre, la vela sia tra le attività/attrazioni simbolo dei nostri laghi e del territorio, in grado di richiamare turisti, sportivi e appassionati dall’Italia e dal mondo. Le manifestazioni connesse a questo sport sono parte della nostra ampia offerta, nonché un veicolo in grado di attrarre flussi turistici. Caratteristica oggi più che mai fondamentale per incentivare la ripartenza di entrambi comparti, sportivo e della ricettività turistica”.

Sul Lago di Garda, tra le scuole più frequentate della sponda occidentale: la Fraglia e La Lega Navale Italiana a Desenzano, i Club di Moniga con Nauticlub e il Vela Club Desenzano, l'Associazione Vela Crema, Nautico Portese, la Canottieri Garda con i suoi corsi "Lupi di mare" nel golfo salodiano, mentre il Circolo Vela Gargnano e il Cv Toscolano-Maderno, sono le due località dove sono nati tanti talenti velisti come Giulia Conti, Giacomo Cavalli e i fratelli Togni.

A questi si aggiungono la penisola di Campione con le scuole di Kite e Surf ed il Vela Club Campione, la base di Univela dove ha sede la Simpson Foundation Inglese. Da non dimenticare l'Ans del lago d'Iseo, i Club di Anfo e Ponte Caffaro sull'Eridio.

 

 

L’atleta di Calcinato, che gareggia con la Canottieri Garda di Salò, conquista i titoli assoluti nel singolare e nel doppio nei campionati che si sono svolti ad Alessandria dal 28 al 30 agosto.

 

Silviu Culea, atleta della Canottieri Garda Salò, si aggiudica il titolo in doppio e in singolare ai Campionati Italiani Assoluti FIT di Tennis in carrozzina. Sabato 29 è arrivata la vittoria in doppio nella finale disputata da Culea in coppia con il compagno Ivan Tratter contro Zeni - Zorzetto e terminata con il risultato di 6/0 e 6/3. Domenica 30, invece, si è aggiudicato la finale singolare contro il suo stesso compagno Tratter, vinta con il risultato di 2/6; 6/1 e 7/5.

Per Culea si tratta del terzo titolo italiano in quattro anni, sempre in finale contro Tratter. «Con Tratter siamo amici – sottolinea Silviu – e ci conosciamo bene. Lui è terzo nel ranking italiano e io primo, è un avversario tosto. Quella di domenica è stata una partita durissima, Tratter mi stava mettendo sotto, quindi ho cercato di non fare più il mio gioco, ma di metterlo in difficoltà e non fargli fare il suo. Stavolta posso dire di avere vinto grazie all’esperienza, perché sono riuscito a giocare con la testa e portare la partita dalla mia parte».

Silviu Culea, 47 anni, di Calcinato con origini rumene, è uno degli atleti di punta del tennis italiano in carrozzina. Si è avvicinato alla disciplina solo nel 2013, ma in pochi anni ha collezionato numerosi successi, come il Titolo Italiano Assoluto, conquistato sia nel singolo che nel doppio per due anni consecutivi (2017 e 2018). Nel febbraio 2019 ha ricevuto un premio come miglior atleta Wheelchair 2018 ai Lombardia Awards e poco dopo è stato convocato per la fase di qualificazione europea dei Mondiali a Squadre di tennis in carrozzina in Portogallo.

Dopo soli 6 anni di attività sportiva, Culea aveva la concreta possibilità di qualificarsi alle paralimpiadi di Tokyo 2020. Le Olimpiadi non sono però una novità per Silviu Culea, che nel 2012 mancò per pochissimo la convocazione ai Giochi di Londra con la Nazionale di basket in carrozzina, sport che è stato la sua ancora di salvezza negli anni successivi all’incidente sul lavoro.

Il prossimo ottobre l’atleta della Canottieri Garda Salò deciderà se partecipare al torneo internazionale di Civitavecchia oppure a quello di Nizza, gli unici appuntamenti per ora ad essere stati sbloccati.

Dalle scuole alle squadre olimpiche e nel week end iniziano le regate. Il grande lavoro di coordinamento della XIV Zona di Federvela. Le Scuole di Federvela di tutta Italia hanno iniziato da metà giugno la loro attività, e nonostante il periodo particolare e una stagione annunciata come difficile, i primi numeri che arrivano dai Circoli Velici in tutta Italia sono positivi. Anche grazie al supporto del Progetto Scuola Vela 2020 "Ritrova la bussola" lanciato dalla Federazione, con il sostegno ai club, tanta promozione, la collaborazione dei media, l'impegno speciale dei Comitati di Zona, le indicazioni sul tesseramento federale legato agli iscritti ai corsi di vela sono in linea con quelle degli anni passati, pur considerando che in questo difficile 2020 le Scuole Vela FIV hanno aperto con ritardo a causa del lodckdown e della necessità di adeguarsi ai protocolli sanitari della Fase 2. Negli anni recenti la media dei partecipanti ai corsi velici è sempre stata tra 30mila e 40mila unità, numeri importanti alla base anche della generale crescita costante dei tesserati FIV. Dopo due o tre settimane dall'inizio dell'attività, il tesseramento sommando le fasce Cadetti, Juniores e Seniores fa segnare un totale intorno ai 12mila.
Il Garda si è confermato il vero baricentro. A aprire la prima settimana di lezioni è arrivato il Presidente Francesco Ettore che, nell'occasione, ha visitato anche le basi del Club di Malcesine, Torbole, Arco e Riva, dove si stanno allenando gli azzurri delle flotte olimpiche. Il Vela Day dei Club lacustri è diventata l'immagine nazionale grazie alle fotografie dei ragazzi e istruttori del piccolo (ma attivissimo) Circolo Vela Toscolano-Maderno del presidente Alcide Morani. Tra i Video oltre a quelli Fiv con i grandi testimonial, spicca la mini presentazione-lezione delle due Istruttrici del Circolo Vela Gargnano Andrea Dall'Ora e Martina Capuccini. In un minuto spiegano la formula dei corsi di vela e le fondamentali norme anti Covid. (QUI IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?time_continue=9&v=GEtsFXdFA54&feature=emb_logo). 

La XIV Zona con le rive di Lombardia, Veneto e Trentino ha messo in campo ben 50 Sodalizi. Il rilancio delle scuole veliche (Operazione Ritrova la Bussola) ha visto anche il coinvolgimento di Visit Brescia, del Consorzio degli operatori lacustri di Garda Lombardia, del progetto sulla mobilità elettrica Eway della multiutily gardesana Garda Uno, grazie al suo Lab dedicato ai giovani. Garda Lombardia ha promosso anche un Video dedicato agli sport dell'acqua con Vela, Canottaggio, Kite e Surf. Marco Polettini, presidente di Visit Brescia ha sottolineato l'importanza di queste collaborazioni:
“E dopo l'esperienza maturata in occasione del Campionato Italiano Classi Olimpiche 2019 (CICO), anche quest’anno Visit Brescia ha rinnovato il sostegno alle iniziative messe in campo da Federvela, che di fatto rappresentano in modo perfetto il manifesto sportivo dei nostri laghi di Garda e Sebino". Nel Week end riprendono anche le Regate con la Selezione Zonale per i giovani della classi Optimist alla base di Campione di Tremosine, organizzazione di Univela e Canottieri Garda Salò.

 

 

Da venerdì 26 a domenica 28 giugno la Canottieri Garda è uno dei 250 circoli in Italia che aderiscono al Vela Day: tre giornate per promuovere la cultura della vela, organizzato dalla FIV (Federazione Italiana Vela) in collaborazione con Kinder Joy of moving.

La partecipazione all’iniziativa è libera e gratuita per adulti e bambini dai 6 anni compiuti. Gli armatori della classe Protagonist ospiteranno a bordo della propria imbarcazione gli aspiranti velisti nelle acque del Golfo di Salò. Per i più giovani saranno messe a disposizione delle derive, imbarcazioni utilizzate anche per la scuola vela, con l’assistenza di un istruttore federale.

Venerdì 26 giugno sarà la giornata dedicata all’informazione e alla raccolta iscrizioni, mentre sabato e domenica, dalle ore 10.00 fino al tardo pomeriggio, sono programmate le uscite in barca di un’ora, nel rispetto di tutti i protocolli di sicurezza.

Chi scoprirà di avere la vela nel sangue, potrà iscriversi ai corsi che la Canottieri Garda organizza regolarmente per adulti e bambini.

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 0365 43245

 

Altri articoli...