SECONDO PIANO

Si era assicurato con una "presunta" assicurazione online. Aveva pagato e ricevuto il tagliando di controprova. Tutto ok? No perchè quel documento in realtà era falso. L'uomo, residente a Muscoline, dunque viaggiava tranquillamente a Gavardo sulla sua autovettura convinto di essere a posto. Ma il mezzo della Polizia locale della Vallesabbia preposto ad individuare le vetture prive di assicurazione e revisione lo ha segnalato. Ulteriori approfondite indagini da parte della Polizia locale agli ordini di Fabio Vallini potrebbero aver messo in luce una truffa di più vaste dimensioni, in cui anche altri avrebbero potuto essere incappati. Intanto l'uomo è stato multato, ma almeno ha scoperto la sua reale assicurazione e ha avuto l'opportunità di mettersi in regola. E in un certo senso è stato grato alla polizia locale!

Il comandante dell’aggregazione valsabbina della Polizia Locale presenta i lettori delle targhe automobilistiche di ultima generazione di cui il suo comando si è dotato in questi giorni.

 

Novità in questi primi giorni dell’anno per il controllo del territorio in Valsabbia: la Polizia Locale ha attrezzato un veicolo di servizio di pronto intervento con un dispositivo di lettura targhe che consentirà di tracciare i veicoli senza revisione o copertura assicurativa. Il veicolo, che partirà da Gavardo ma attraverserà l’intero territorio a seconda delle esigenze rilevate, permetterà di effettuare controlli in modo capillare e in forma dinamica, con un vantaggio per la sicurezza e l’ottimizzazione delle risorse.

«Sarà quindi possibile – precisa il comandante Vallini – intervenite immediatamente dopo la segnalazione di un veicolo sospetto per approfondire la situazione. Inoltre, il dispositivo consentirà di controllare zone di solito non raggiungibili dalle telecamere fisse». A questo proposito, il comandante segnala che le installazioni comunque continuano e infatti da venerdì 8 è in funzione una videocamera fissa a Soprazzocco. Servirà per la lettura delle targhe e consentirà di monitorare quel tratto di strada 24 ore su 24 per una maggior sicurezza della popolazione.

Anche il dispositivo mobile, come quelli fissi, è collegato alla centrale operativa del comando e consentirà di riprendere e archiviare il passaggio di tutti i veicoli in transito, segnalando non solo la mancata copertura assicurativa o l’assenza di revisione, ma anche tutti quei veicoli che risultano inseriti nella black list perché identificati come pericolosi. Il sistema consentirà infine di monitorare autocarri e autoarticolati di passaggio e sarà sempre a disposizione anche dei carabinieri e di tutte le altre forze dell’ordine che dovessero richiedere i dati raccolti per indagini.

«Il sistema mobile – conclude Vallini – si configura dunque come integrazione del sistema di videosorveglianza fisso che opera già con continuità in tutti i comuni dell’aggregazione e consentirà un monitoraggio territorio ancora più soddisfacente».

Giovanna Gamba

Nell’ambito dei servizi e dei dispositivi di vigilanza e controllo del territorio, finalizzati anche a verificare il rispetto delle disposizioni anti-covid, alle ore 17.30 di ieri, martedì 5 gennaio, una Pattuglia Nucleo O.P. della Questura di Brescia, nel mentre percorreva Via Cremona a Brrescia, notava, nonostante le normative anti-covid in essere, vi era un locale che operava in violazione delle stesse. Il comunicato della questura.

 

Sul posto quindi convergeva anche una pattuglia della Squadra Amministrativa della Divisione P.A.S.I impegnata nei servizi antiCovid che procedevano ad identificare 2 clienti ancora presenti nel bar ed intenti ad effettuare consumazioni.

 

Riscontrata quindi la violazione ex art 4 del D.L. anticovid,  gli agenti della Questura hanno proceduto a sanzionare i 2 clienti con la multa di euro 400 ciascuno ed hanno altresì, con effetto immediato, applicato la chiusura del locale per 5 giorni sanzionando anche  il gestore del pubblico esercizio.

 

A conclusione della manifestazione di “disobbedienza civile” promossa da “#ioapro”, sono state fornite al Prefetto di Brescia,  dr. Attilio Visconti,  le risultanze circa l’esito della manifestazione e dei servizi di controllo da parte delle Forze di Polizia. Il comunicato della prefettura.

I dati confermano ancora una volta l’altissimo senso di responsabilità della collettività bresciana che ha preferito rispettare le regole dettate per contenere la pandemia onorando così i 3000 morti della provincia di Brescia e il sacrificio degli uomini del sistema sanitario che combattono indefessamente da oltre un anno. E ciò vale tanto per gli imprenditori del sistema di ristorazione quanto per i possibili avventori che si sono, quasi ovunque, astenuti dal sostenere un atto illegittimo nei confronti della coesione sociale e della necessaria costruzione di un dopo-pandemia.

 

A fronte, tuttavia, del cennato quadro, altissimo è stato l’impegno delle Forze di Polizia che hanno proceduto, fin dalle prime ore del giorno 15, su tutto il territorio provinciale, ed in particolare nel Capoluogo, a dissuadere - con un porta a porta senza precedenti - i ristoratori dal partecipare all’iniziativa; e tale impegno ha prodotto il massimo del risultato. Tuttavia sono stati controllati, a norma di legge, 578 pubblici esercizi e sono state irrogate ai titolari n. 4 sanzioni a carattere pecuniario ex art. 4, comma 1 del DL 19/2020; mentre altri 4 esercizi sono stati sanzionati anche con la provvisoria chiusura del locale ai sensi degli art. 2, commi 1 e 2, del D.L. 33/2020.

 

Inoltre sono state controllate ben 1287 persone ed elevate 56 sanzioni per mancato rispetto  delle fasce orarie sancite per la circolazione o dell’obbligo del distanziamento sociale o, ancora, per non aver indossato i dispositivi di protezione previsti. In data odierna il Prefetto si è congratulato con il Sig. Questore e con i Comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza per aver coordinato con estrema fermezza ma anche con grande equilibrio i predetti servizi di controllo che, peraltro, sono stati pianificati anche per la giornata odierna a scopo preventivo.

 

 

Riceviamo e pubblichiamo.

Anche se in queste ore sembra che l’argomento principe della Giunta Regionale sia il rimpasto politico- che potremmo anche meglio definire un tentativo maldestro per coprire le inefficienze di quasi un anno di pandemia - credo che il tema vero, quello che interessa i cittadini, sia il grave ritardo con il quale si stanno effettuando le vaccinazioni antiCovid in Lombardia. Siamo la regione che più di ogni altra ha sofferto e pagato un prezzo altissimo e siamo l’area più colpita anche in questa seconda ondata pandemica. So che tutti gli operatori sanitari sono sotto pressione, molti sono stremati, so anche però che i cittadini hanno bisogno di sperare e ripartire. Dobbiamo correre, accelerare, far diventare le nostre giornate più produttive. Quello che è stato fatto fino ad ora non basta. Occorre uno sforzo superiore, perché se il Paese corre non possiamo tollerare che la Lombardia sia in coda alla classifica italiana per numero di vaccinazioni eseguite. Per fortuna stanno arrivando buone notizie sul fronte dei vaccini: nelle prossime settimane arriveranno preparati diversi, dosi aggiuntive. Ma è la macchina regionale che deve riorganizzarsi in maniera efficiente. E’ Regione Lombardia che deve cambiare passo e fase. Chi verrà al posto di Gallera è quasi irrilevante, perché non potrà certo risolvere i danni di anni di depauperamento e disinvestimenti in sanità. Per questo servirà un coinvolgimento maggiore delle Istituzioni, dei sindaci, del Governo. Quella contro il Covid è la sfida che tutti insieme dobbiamo vincere.

 

Gianni Girelli

Presidente Commissione regionale Covid19

 

A partire dal 1° gennaio 2021, i cittadini britannici che risulteranno residenti in Italia alla data del 31 dicembre 2020 e i loro familiari potranno richiedere, presso la Questura di residenza, un documento in formato digitale sulla base di quanto previsto dall’Accordo di recesso tra Regno Unito e Unione europea.

 

Le procedure di rilascio si fondano sull’iscrizione anagrafica dei cittadini britannici presso il comune di residenza entro la scadenza del periodo transitorio previsto dall’Accordo di recesso, terminato il 31 dicembre 2020. Tutte le informazioni per il rilascio del documento sono contenute in un vademecum realizzato dal ministero dell’Interno, consultabile al seguente link: https://www.interno.gov.it/it/notizie/brexit-vademecum-i-cittadini-britannici-residenti-italia.

 

In linea con le indicazioni stabilite a livello di Unione europea, il nuovo documento digitale garantirà un facile riconoscimento dei diritti previsti dall’Accordo di recesso in favore dei cittadini britannici che hanno fissato la loro residenza in Italia prima del 31 dicembre 2020.

 

Per i cittadini britannici residenti nella territorio della provincia di Brescia e per i loro familiari, il documento di soggiorno elettronico è rilasciato dalla Questura di Brescia. Gli interessati potranno prenotare un appuntamento per la presentazione dell’istanza, inviando una PEC al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Per i cittadini britannici che non soddisfano le condizioni di cui sopra, il permesso di soggiorno verrà rilasciato, in presenza di tutti gli altri requisiti previsti dalla legge, secondo le ordinarie procedure previste in materia (ossia mediante l’invio di apposito kit postale presso il gestore del servizio Poste Italiane). 

 

 

 

Siamo alla cascina Marsina a Gavardo. Un'antica bellissima cascina trasformata diversi anni fa in residence con piscina. Qui pochi sanno che, quasi cinquecento anni fa, nasceva l’agricoltura moderna europea. Su questi terreni infatti Camillo Tarello, possidente dotato di una certa agiatezza, originario di Lonato, uomo inquieto e un po’ attaccabrighe, fu una delle figure più geniali del Rinascimento europeo. Di Tarello si parlerà domenica 17 gennaio alle ore 15.30 in una conferenza in  diretta facebook dal titolo: “Camillo Tarello: tra Lonato e Gavardo la nascita dell’agricoltura moderna” visibile sulla pagina di Cultura&Lonato. Tarello comprese che grazie ad alcuni accorgimenti fondamentali, alternando le varie colture, sarebbe stato possibile far rendere maggiormente le terre pedemontane , incapaci di soddisfare il bisogno di biade dell’affamata popolazione in territorio della Repubblica di Venezia.

“L'esperienza maturata alla Marsina – spiega Enrico Valseriati, storico moderno (Istituto storico italo-germanico di Trento) che si è occupato di questo periodo nel Bresciano - portò Tarello a scoprire che il moderno concetto di rotazione continua, fondata sull’alternanza dei cereali con le foraggere e in particolare del trifoglio e sull'integrazione dell'allevamento nel ciclo di produzione delle aziende agricole, sarebbe stata decisiva”. Così nel 1566, esattamente 455 anni fa, convinse la Signoria veneziana a concedergli il privilegio di stampare l'opera che lo ha reso famoso, ‘Ricordo di agricoltura’, stampato a Venezia l'anno successivo, il 1567. La sua era una vera e propria rivoluzione con potenzialità straordinarie, ma non fu capito. Solo più tardi venne riscoperrto. Ora meriterebbe di essere maggiormente conosciuto almeno nella sua terra tra Valsabbia e Garda.

Importante novità per la biblioteca del comune di Gavardo. Dal giorno 7 gennaio 2021 verrà infatti attivato il Bibliolocker, il nuovo servizio che permetterà agli utenti di ritirare i libri chiesti in prestito h24 senza dover necessariamente rispettare gli orari di apertura. Le cassette infatti sono collocate all’esterno della struttura.

Come funziona il Bibliolocker?

E’ molto semplice: si prenotano i libri desiderati, si richiede la consegna nella cassetta, si chiede la combinazione, infine, la riconsegna viene effettuata come di consueto conferendo i libri nel contenitore apposito. Un servizio immediato e utile per chi ha il desiderio di leggere chiedendo un libro in prestito ma che, avendo difficoltà negli orari di apertura della biblioteca, può in autonomia ritirare, e poi riconsegnare, i libri richiesti.

L’Amministrazione comunale di Gavardo ha attivato il Bibliolocker, in aggiunta alla consegna del prestito a domicilio, con il desiderio di dare maggior possibilità alla comunità di poter usufruire della ricchezza della biblioteca.

Giunto alla sua attivazione proprio nel periodo natalizio, al termine di un anno difficile per l’emergenza sanitaria e alla soglia del nuovo anno, il Bibliolocker vuole essere un nuovo tassello per una sempre maggiore qualità dei servizi della biblioteca gavardese.

 

Per informazioni è possibile telefonare alla Biblioteca “E.Bertuetti” di Gavardo al numero 0365.377462 oppure scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

 

 

 

L’undicesima edizione del premio ha assegnato i premi in diretta streaming sul canale YouTube del Comune di Sirmione, la scorsa domenica 13 dicembre.

Quest’anno hanno partecipato 505 fotografi che hanno inviato 1001 fotografie; numeri sempre più importanti per un concorso che ormai è una tradizione. La Giuria era presieduta dal vicesindaco e assessore alla Cultura Mauro Carrozza e composta dai fotografi professionisti Roberto Bellini, Luigi Brozzi e Antonello Perin, insieme a Luisa Baccinelli, Ennio Poli e Maria Sole Broglia.

Di seguito riportiamo i nomi dei concorrenti premiati.

“Lake Garda Photo Challenge” – tema lago: Mauro Zorer, Marco Golfrè Andreasi, Giovanni Brighente. “Lake Garda Photo Challenge” – tema Sirmione: Roberto Telloni, Andrea Pagliari, Isacco Destro, Stefano Mani, Sisto Perina, Gianluca Muscianisi. 

“Sirmione Photo Marathon”, tema “Ora et Labora”: Emanuele Sironi; tema “L’ozio è il padre dei vizi”: Alessandro Bacchetti; Tema “Less is more”: Vera Bennardo; Tema “Gó gnent de meter”: Daniela Baronchelli.

“Sirmione 10% Photo Marathon”: Iris Vestali, Carolina Marassi, Arik Oberrauch, Valentina Poddi.

“Block Notes Photo Contest”: Elisa Bello, Michele Discardi, Stefano Mani, Valentina Poddi. Menzione d’onore per Davide Pisano, Paulo Vasconcelos, Patrizia Sonato, Mauro Zorer.

La Giuria ha assegnato anche il Premio Patrimonio storico e archeologico a Dario Benevento e il Premio Cantine del Lugana di Sirmione a Valentina Duryagina.

Per ulteriori informazioni sul “Premio Sirmione per la Fotografia”, si può consultare il sito www.sirmionefotografia.it.

In  merito a diversi dubbi sorti in questi giorni rispetto allo svolgimento dell'attività sportiva, forniamo uno specifico chiarimento relativo proprio all'attività sportiva individuale: nelle "giornate arancioni" 28 29 30 dicembre e 4 gennaio è consentito spostarsi fino a 30 km dal proprio comune con qualsiasi mezzo per svolgere attività sportiva; nelle "giornate rosse" 24 25 26 27 31 dicembre 1 2 3 5 6 gennaio l'attività sportiva è consentita esclusivamente all'interno del proprio comune.

 

 

L’Assemblea dei Soci della Canottieri Garda Salò ha eletto il consiglio direttivo per il quadriennio 2020-2024. Ai vertici della Società si riconfermano Marco Maroni,  Presidente e responsabile della comunicazione, e Vittorio Minervini vicepresidente e responsabile del porto.

“Abbiamo definito la squadra chiamata a gestire l’associazione nei prossimi quattro anni, che saranno impegnativi sia per gli effetti pesanti dell’emergenza Covid, sia per i tanti progetti sportivi e gestionali da sviluppare. Affronteremo queste sfide con determinazione e con il supporto dei nostri collaboratori nei quali sento grande entusiasmo. Il nostro pensiero e il nostro saluto vanno in questo momento a tutti gli atleti della Canottieri e alle loro famiglie”, sottolinea il presidente Maroni.

 

Fabio Rizzardini, il più giovane del consiglio, è il nuovo Direttore Sportivo, Luca Tonoli responsabile sezione canottaggio, Mattia Masperi, responsabile sezione nuoto, Giorgio Bolla e Cesare Zana responsabili sezione vela, Andrea Bartolozzi e Andrea Venturelli responsabili Polo Sportivo, Marco Levrangi responsabile Tennis e Rodolfo Bergamaschi responsabile manifestazioni. I nomi del consiglio rimangono sostanzialmente quelli del mandato appena concluso, ma con l’ingresso di Andrea Bartolozzi, direttore generale della Centrale del Latte di Brescia, al posto di Massimo Tosi, che ha deciso di concludere la sua esperienza da consigliere, rimanendo comunque legato alla società.

 

 

Il titolo Europeo e Italiano dell'Asso 99 con "Assterisco" dell'armatore Piergiorgio Zamboni e dello skipper Pierluigi Omboni (equipaggio Paolo Moccia, Mauro Spagnoli, Sandro Giacomini, Fabrizio Butturini, Nevio Borra), la vittoria alla Euro Cup dei Grand Master (Over 60) del singolo Laser con Giuseppe Cavalli, l'Italiano Protagonist 7.5 con i fratelli Cavallini a bordo dell'armo veronese "Gattone", il primo posto dello "Spirito Libero" di Claudio Bazzoli (Equipaggio Paola Rubagotti, Bianchini e Spagnoli), tra i timonieri-armatori, il bellissimo secondo e terzo posto dei ragazzi dell'Rs Feva al Campionato Italiano a Squadre Team Race sul lago d'Iseo. Le due compagini composte da Letizia Tonoli -Paolo Rapuzzi, Jacopo Albini-Andrea Casagrande, Lorenzo Rossi-Annalisa Vicentini e per l'altra squadra Riccardo Andreoli- Leonardo Ceruti, Tommaso Acerbis- Alessio Vicentini, Giovanni e Francesco Arosio, entrambi le compagini allenate dalla ex campionessa del mondo femminile RS Feva (anno 2013) Andrea Dell'Ora. E' solo una parte del bottino portato a casa dagli skipper del Circolo Vela Gargnano in questo 2020. Regate, Campionati, i 70 anni della Centomiglia (un record per le regate in Italia), l'esordio del Persico69F che per due mesi hanno portato al Marina di Bogliaco il meglio della vela internazionale, comprese le squadre di Hong Kong, Olanda e Svizzera. La scuola vela premiata a Londra grazie al video di presentazione dei Corsi vela, al tempo del Covid, realizzato da Martina Capuccini Cozzaglio e Andrea Dall'Ora.

I programmi 2021 sono ancora "bozze" visto che manca l'ufficialità da parte della XIV Zona di Federvela, ma lo schema è quasi completo, salvo aggiustamenti ed inserimenti. Le classiche di "Gorla" e "Centomiglia" sono confermate nelle date tra l'ultimo week end d'agosto e il primo di settembre. L'apertura sarà il 14 febbraio con il recupero della seconda tappa della "Winter Cup" già in programma a Novembre, slittata per le Normative Anti Covid. Un mese dopo, il 14 marzo, si correrà il "43° Trofeo Roberto Bianchi" con le classi Monotipo, Orc e la Veleggiata per i diportisti. Il 27 e il 28 marzo sarà la volta della inedita "Middle Lake Race", il mezzo giro del lago in due tappe, ma verso Sud, in collaborazione con il Centro Nautico Bardolino, i dettagli sono allo studio. Il 24 e il 25 aprile apriranno la stagione i giovani con il "6° International Easter Meeting-Trofeo Centrale del latte di Brescia" con i doppio Feva e 500, il singolo Aero. Il 24 e il 25 aprile ci sarà il "Trofeo Alpe del Garda" riservato a due flotte storiche come Star e Snipe. Il ponte del Primo maggio presenterà il "Campionato Zonale" per 29Er e Feva nel "Trofeo Comune di Tignale". Il 15 e il 16 maggio sul circuito di "Gargnano" ci saranno gli Ufetti 22 per la loro Turboden Cup. Tutti i monotipi saranno poi protagonisti il 22 e 23 maggio della classica "Gentlemen Cup", prova Open e per i timonieri-armatori. Dal 10 al 13 giugno vedremo i Dolphin che si sfideranno nel Campionato Italiano Open con la flotta lacustre e quella dei laghi svizzeri. L'evento è promosso in tutta Europa grazie ad un video-teaser. Dal 15 al 27 agosto (ma potrebbe slittare a settembre) ci saranno le barche volanti del Persico69F con la "Revolution Cup", regata che già quest'estate ha visto a Gargnano il meglio dei velisti olimpici e di Coppa America. Fine agosto con il "55° Trofeo Riccardo Gorla", che si svilupperà, come sempre, sul percorso dell'alto Benaco; il 4 e 5 settembre il nuovo record di edizioni, ben 71, per la Centomiglia con le sue varie prove, dalla classica Long Distance, soprattutto la x2 con la partecipazione di alcune imbarcazioni che potrebbero diventare l'Offshore Olimpico a Marsiglia (si parla dei Dehler 30 dopo che Gargnano ha ospitato nel 2019 l'Europeo L 30 di Rodion Lukas, alla "Cento - Sprint" con le barche Foil (69F, Moth e altri), alla "Cento People" per i progetti solidali. A metà mese di settembre (data esatta non ancora decisa) tornerà, come avviene da 13 anni, la Childrenwindcup con i piccoli pazienti dei reparti di Onco ematologia degli Spedali Civili di Brescia, la collaborazione di Abe, Terzo Pilastro Internazionale, lo Yacht Club Cortina d'Ampezzo. Il 25 e il 26 settembre si disputerà il Trofeo Angelo Marino per la gloria olimpica della Star. Il 17 ottobre arriveranno i piccoli dell'Optimist con il Trofeo Antonio Danesi, il 24, sempre di ottobre, la 68a edizione della Regata dell'Odio. Mancano alcuni dettagli organizzativi e delle presenze, soprattutto straniere che sul Garda tutti sperano possano tornare. In occasione di tutte le sue iniziative il Circolo Vela Gargnano promuoverà lo slogan: "Garda, il lago più bello del Mondo".
Il Circolo Vela Gargnano ricorda infine «Top model on the road 2014», registrato al CVGargnano. Erano le sequenze del seguitissimo reality show in onda sul canale della televisione cinese “Guangxi Tv” (80 milioni di telespettatori).E, nei prossimi giorni, i responsabili di #Visit Brescia (Brescia Tourism) parteciperanno all'Evento fieristico digitale, interamente dedicato al mercato cinese, "Partnerships in European Tourism", in programma sul Web dal 9 al 10 dicembre.

 

Riceviamo e pubblichiamo questo comunicato da parte di alcuni comitati albientalisti sulla vicenda del depuratore del Garda.

DEPURATORE DEL GARDA. REVISIONE DEL PROGETTO:A CHE PUNTO SIAMO? Il 30 novembre 2020 è stata approvata dalla maggioranza del Consiglio Provinciale la mozione proposta dal Consigliere Sarnico. Mozione che prevede che gli impianti di depurazione debbano essere localizzati nelle aree territoriali dei comuni afferenti l’impianto stesso. E’ stato così sancito un principio fondamentale di giustizia, attestando nel contempo, oltre ogni ragionevole dubbio, che l’impegno profuso da comitati, associazioni, Sindaci e semplici cittadini che in questi anni si sono opposti e tuttora si oppongono all’inutile progetto di Acque bresciane che riguarda la collettazione dei comuni della sponda bresciana del lago di Garda, si fonda su solide basi di equità, è tecnicamente motivato e guarda all’interesse primario di salvaguardia dei territori nonchè alla tutela della salute e del benessere dei suoi abitanti, soprattutto in una visione di lungo termine. Il lavoro fatto da tutti coloro che credono in questi fondamentali valori, dunque, non è stato vano e che il Consiglio Provinciale abbia fissato un punto cardine di tale rilevanza è importante per l’affermazione della linea di principio da noi sempre sostenuta e che ora non può più essere messa in discussione. Ma ciò non sufficiente se tutto si riduce ad un mero esercizio di enunciati. ORA È TEMPO DI AGIRE! Sei mesi sono stati fissati, a partire dal 30 novembre, per giungere ad una soluzione condivisa ed adeguata. Il tempo passa e chi ha l’onere di decidere non può più tergiversare e, soprattutto, non può più eludere i contenuti della mozione approvata e i principi a cui essa sottende Vi sono alcune sostanziali domande a cui deve essere data immediata risposta da chi ne ha il dovere, ovvero ATO e il suo Presidente Boifava:•Quali azioni concrete ad oggi sono state messe in campo dagli organi competenti a seguito dell’approvazione della mozione?•Chi si sta assumendo la responsabilità di individuare le possibili localizzazioni in ambito gardesano?•Con quale metodo?•Con quale condivisione?•A chi verranno affidati i confronti fra le alternative?•Verrà finalmente formulato un progetto che includa interventi fondamentali per la salvaguardia del Lago e del suo turismo quali ad esempio, la separazione delle acque bianche da quelle nere e l’eliminazione degli scarichi abusivi a Lago?•Verrà effettuata un’analisi dei dati epidemiologici e della situazione inerente la salute nei territori interessati?•Verrà valutata anche l’opzione che concerne la possibile ristrutturazione o adeguamento del collettore esistente come base di confronto per ogni nuova ipotesi? In più occasioni è stato ribadito che si è perso troppo tempo e che il Lago di Garda, la risorsa idrica più importante d’ Italia e meta turistica di altissimo rilievo, attende risposte urgenti. Il 2021 è già iniziato e chi ha la competenza deve assumersi la responsabilità morale di prendere decisioni adeguate che tengano conto delle criticità del lago e rispettose nei confronti del bacino del Chiese Noi cittadini attendiamo dagli Enti preposti COERENZA con quanto prescritto dalla nuova normativa e risposte PUBBLICHE e TRASPARENTI. Risposte ADEGUATE e soprattutto CONDIVISE, per evitare gli errori del passato e che dimostrino concretamente che c’è la volontà di perseguire il benessere dei propri territori attraverso la realizzazione di un progetto meticoloso che sappia vedere lontano nel tempo.

 

 Firmato Acqua Alma Onlus –Ambiente Futuro Lombardia ––Comitato Gaia –Comitato “le Mamme del Chiese”-Comitato Visano Respira

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin-top:0cm; mso-para-margin-right:0cm; mso-para-margin-bottom:8.0pt; mso-para-margin-left:0cm; line-height:107%; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:"Calibri",sans-serif; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-fareast-language:EN-US;}

Ci sono aggiornamenti rispetto alla questione del piano cave, elemento determinante per lo sviluppo del settore nella nostra provincia in un ambito che riguarda strettamente i comuni da Gavardo a Botticino. “L'iter della proposta per l' approvazione del Piano Provinciale Cave, pubblicata il 9 novembre 2020 – spiega l’ Avv. Guido Galperti, Vice Presidente della Provincia di Brescia, con delega all'Ambiente -  si sta concludendo con gli ultimi incontri, dopo un serrato confronto con Associazioni, Operatori, Amministratori Locali. A fronte della complessità del progetto, che dovrà essere approvato definitivamente da Regione Lombardia, gli Uffici del settore ambiente della Provincia di Brescia ritengono che sia condivisibile la proposta del Consigliere Provinciale Marco Apostoli, in ordine a un differimento dei termini e le modalità per la presentazione delle osservazioni relative al Piano stesso. La praticabilità della suddetta proposta verrà meglio definita,  per quanto attiene i termini e le condizioni, la prossima settimana, per consentire un proficuo, informato e ragionato confronto tra tutti i portatori di interesse”.

 

 

 

Comprate nei piccoli negozi. Date una mano a tante famiglie di commercianti che hanno bisogno dei vostri acquisiti....comprate in paese. Un appello lanciato dal sindaco di Gavardo Davide Compaglio che può valere per tutta la Vallesabbia e non solo.

Compriamo nei nostrti negozi dunque. Ecco le parfole del sindaco Comaglio: "Adesso è il momento di darci una mano ...siamo oltre 5000 famiglie residenti a Gavardo e possiamo fare molto per i nostri esercizi commerciali che quest’anno hanno dovuto tener chiuso per molti mesi. Chi ne ha la possibilità economica compri un regalo in meno via internet o al super mega centro commerciale ed entri nei nostri negozi di Gavardo e delle frazioni di Soprazocco e Sopraponte. Ci sono negozi di tutti i tipi, un sorriso ad accogliervi e fantastiche idee per i vostri regali !"

 

Cerca un articolo

Segnala un evento


Segnala un evento
 

Area Riservata


area riservata 51news
 

Social

Ivotrans
AUTOTRASPORTI FIORI
El Furner En Piasa
Wurth
Per la tua pubblicità chiama al 346/3095149

Jessica Zizioli, giovane soprano originaria di Paderno Franciacorta, ha vinto in questi giorni il Premio Callas a Verona, città dove si diplomerà quest’anno in canto presso il conservatorio Dall’Abaco.

 

Il Premio Maria Callas è stato istituito per riconoscere voci emergenti nel panorama musicale italiano ed è curato dall’associazione Luce Arts Work Shop, con sede a Verona e presieduta da Felice Naalin. La cantante bresciana si era già distinta nel corso degli studi al conservatorio veronese, tanto che nel 2017 era stata selezionata come solista per il concerto inaugurale dell’anno accademico. Allieva della classe di Chu Tai Li, Jessica ha svolto presso il conservatorio di Verona un percorso formativo eccellente e, pur essendo ancora studentessa, si è già esibita in diverse occasioni, sempre con successo.

Tra i concerti più apprezzati, va ricordato quello dedicato a Mendelssohn nella basilica di San Zeno in Verona, con l’orchestra del Dall’Abaco diretta dal maestro bresciano Pier Carlo Orizio. Jessica si è inoltre dedicata al melodramma, cantando per la Fondazione Arena al teatro filarmonico di Verona nell’Adriana Lecouvreur di Cilea, e ha interpretato diversi ruoli operistici.

Nel Bresciano, la giovane ha cantato soprattutto in Franciacorta e in particolare era stata ospite d’onore all’inaugurazione dell’ultima stagione del circolo Liricarte a Gussago, nel novembre dello scorso anno.

La cerimonia di premiazione si è svolta a Verona presso il famoso cortile della casa di Giulietta. Erano presenti Federico Sboarina, sindaco della città scaligera, e Silvia Gares primo cittadino di Paderno Franciacorta, comune che ha patrocinato l’evento (nella foto, il sindaco Gares con la cantante e i genitori).

Giovanna Gamba 

Una splendida giornata di sole ha tenuto a battesimo la riapertura della Rocca d'Anfo. Tre interessantissimi percorsi e la riqualificazione di due nuovi edifici: queste le novità della stagione turistica 2020 della Rocca d'Anfo, inaugurata oggi, 20 giugno!

“Nonostante il Covid-19 che ci ha costretti a posticipare la riapertura, prosegue l'importante progetto di valorizzazione di quella che è a tutti gli effetti un'eccellenza del nostro territorio, e da oggi ripartono infatti tutte le attività turistiche presso la Rocca d'Anfo” afferma Giovanmaria Flocchini, Presidente della Comunità Montana ValleSabbia, che prosegue: “In questi anni,  e soprattutto da quando Vallesabbia Solidale gestisce la Rocca, sono stati investiti milioni di euro sulla Rocca e abbiamo ancora molti progetti da realizzare, il prossimo passo sarà sicuramente la realizzazione del ponte sulla provinciale e della ciclabile. Dietro quello che stiamo facendo non c'è improvvisazione, ma una strutturata progettualità che ha come obiettivo la valorizzazione della Vallesabbia e l'implementazione dell'offerta turistica. Tutto ciò è ovviamente reso possibile dalla condivisione di queste iniziative da parte di tutti i Sindaci valsabbini e dall'importante lavoro svolto dai volontari”.

Il Sindaco di Anfo, Umberto Bondoni, prosegue “Mi unisco ai ringraziamenti del Presidente Flocchini, e aggiungo un sentito plauso all'attività di Comunità Montana che ormai da molti anni è costantemente presente al fianco dei Comuni, che da soli non riuscirebbero a raggiungere obiettivi così alti solo con le proprie risorse. La Rocca è senza dubbio un polo turistico territoriale che arricchisce Anfo e tutta la Valle Sabbia, un vero e proprio motivo di orgoglio”.

Diego Prandini, Sindaco di Casto nonché Presidente di Vallesabbia Solidale conclude “Anche se le attività e gli eventi di quest'anno saranno limitati a causa della pandemia che ha colpito tutto il territorio nazionale, vogliamo comunque promuovere questo importante monumento storico ben noto anche a livello europeo tanto da essere studiato nelle scuole di architettura come esempio di struttura militare. Si tratta di un importante leva turistica che dobbiamo necessariamente esaltare e ci aspettiamo numeri confortanti che valorizzino il lavoro svolto fino ad ora”.

Le grandi novità di questa stagione sono l'inaugurazione della Batteria Tirolo e della Batteria Veneta che potranno essere visitate, dopo un importante opera di riqualificazione. Tutte le visite alla Rocca verranno svolte nel pieno rispetto di tutte le normative vigenti nell'ambito del distanziamento sociale, tutelando in questo modo sia la salute dei nostri operatori che quella dei visitatori, che potranno godere in piena tranquillità e serenità di tutti i servizi offerti”.

 

Al “Percorso Napoleonico”, il più completo dei tre tour proposti, che parte dalla Caserma Zanardelli e, toccando tutti i principali punti di interesse storico, arriva fino all'osservatorio, e al “Percorso Panoramico”, dedicato principalmente alle bellezze paesaggistiche e naturalistiche della zona, con particolare attenzione al Belvedere, si aggiunge anche la grande novità del 2020, ovvero il “Percorso Veneto - Tirolo” dedicato appunto i due edifici ristrutturati ed inaugurati proprio quest'anno e che è il più adatto anche per famiglie con bambini piccoli.

“Quest'anno non sarà semplicissimo, ma speriamo comunque di incrementare l'incoming turistico rispetto allo scorso anno in cui abbiamo registrato 5.000 presenze. Tutte le novità e le norme socio-sanitarie, legate ai nuovi percorsi studiati dai volontari, che saranno anche le guide dei tour, sono disponibili sul sito roccadanfo.eu e sui nostri social, Facebook e Instagram, costantemente aggiornati dai colleghi di Vallesabbia Solidale e di Comunità Montana” afferma Marco Baccaglioni, Coordinatore delle Società Partecipate dalla CMVS.

Durante la cerimonia di apertura, svoltasi alla presenza di tutti i Sindaci della Vallesabbia sono stati inoltre inaugurati i nuovi uffici dell'Agenzia del Turismo, che da Idro si spostano proprio presso la Caserma Zanardelli.

Le visite si svolgono solo su prenotazione. Per tutta la stagione estiva, nei giorni di sabato e domenica, partiranno 4 tour guidati la mattina i percorsi Napoleonico e Veneto-Tirolo alle 8.30 e 9.00 mentre il pomeriggio sempre il percorso Napoleonico e il Panoramico alle 14.30 e 15.00. Saranno inoltre disponibili Tour infrasettimanali, sempre su prenotazione, nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì.

 

 Chiara Fraboni

L’Amministrazione Comunale di Idro in collaborazione con Area Coop organizza il Centro Ricreativo Estivo Diurno da lunedì 6 luglio a venerdì 31 luglio presso i locali della scuola dell’infanzia In conformità alle disposizioni normative e sanitarie vigenti, sono a disposizione.

Sono 15 i posti per bambini in età della scuola dell’infanzia; 5 posti per bambini 0-3 anni (purché iscritti all’asilo nido comunale “Le Perle del Lago”).

L’Amministrazione Comunale si riserva di attivare il servizio e/o modificare la ripartizione dei posti sopra indicati in funzione del completamento di ogni sezione da 5 bambini. Termine per le iscrizioni: Venerdì 26 Giugno 2020 Come si svolge il servizio?  E’ previsto un incontro informativo e di condivisione del patto educativo con la famiglia prima dell’inizio dell’attività (obbligatorio).  I bambini saranno divisi in gruppi di 5, con un educatore professionale riservato; - L’attività educativa verrà svolta secondo i protocolli di sicurezza vigenti; - I locali verranno puliti e sanificati secondo le disposizioni normative.

Quali sono i costi? : Modulo orario Scuola dell’Infanzia Asilo Nido 08,00-17,00 Da € 300,00 ad € 350,00 varieranno in funzione del numero degli iscritti e dei trasferimenti dagli Enti superiori€ 400,00 Note sull’iscrizione - Non è possibile l’iscrizione settimanale. Info presso l’Ufficio segreteria anche via email (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

 

 

 

 

 

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin-top:0cm; mso-para-margin-right:0cm; mso-para-margin-bottom:8.0pt; mso-para-margin-left:0cm; line-height:107%; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:"Calibri",sans-serif; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-fareast-language:EN-US;}

Prossimi Eventi

Per la tua pubblicità chiama al 346/3095149