SECONDO PIANO

Fieno in fiamme questa mattina a nella zona di via Fornaci. Un'enorme quantità di fieno accatastato ha preso fuoco dando origine ad un rogo che è stato domato soltanto grazie all' intervento dei vigili del fuoco. L'umidità e l'assenza di vento hanno comunque contribuito a contenere le fiamme e ad evitare che l'incendio si propagasse ulteriormente. Un'alta colonna di fumo si è comunque levata dal fieno in fiamme e si è resa visibile anche ad una notevole distanza. L'incendio è stato tuttavia rapidamente domato.

 

 

Il sentore che qualcosa non fosse regolare gli agenti della Polizia Provinciale lo avevano da alcuni giorni nonostante l'attuale periodo di divieto di caccia la cui apertura è prevista per il prossimo 19 settembre. Così, l'altro ieri durante un pattugliamento nella strada panoramica che sovrasta Salò, tre agenti del distaccamento di Vestone hanno udito, a buon volume, il richiamo sonoro del Prispolone, un uccellino insettivoro che, migrando, fa tappa nelle nostre zone. Il canto però era prodotto da un apparecchio elettroacustico vietato. Successivamente gli agenti si sono indirizzati verso un giardino nelle pertinenze di una villa nel quale riuscivano ad individuare un capanno mimetico imboscato e attrezzato con alberi secchi e posatoi appositamente modificati per attirare i Prispoloni in transito. Dopo pochi minuti ,utilizzando il binocolo, vedevano uscire da una feritoia del capanno la canna di un fucile e successivamente sentivano esplodere un colpo. Prontamente intervenuti gli agenti bloccavano un uomo, un 73enne residente a Brescia ma con la seconda abitazione sul Lago di Garda. Gli agenti rinvenivano quindi oltre a due esemplari imbalsamati e collocati sui rami come zimbelli, altri 46 Prispoloni già abbattuti.

Il 73enne bresciano è stato indentificato e denunciato sia per l'abbattimento di specie protette, sia per aver esercitato la caccia in periodo di chiusura e quindi di divieto, mentre gli uccelli abbattuti ,l'arma con le munizioni e il richiamo acustico vietato sono stati posti sotto sequestro.

 

È successo nella tarda mattinata di oggi - lunedì 16 agosto - a largo dell’isola del Garda, ove un natante da diporto noleggiato sulla sponda veronese è affondato dopo avere imbarcato acqua probabilmente per il moto ondoso in aumento. 

Tutti e sette gli occupanti - turisti di nazionalità olandese, tra cui 2 minori - al momento dell’affondamento sono stati notati da un altro piccolo natante in transito, che li ha velocemente recuperati a bordo.

Nell’immediatezza del recupero transitava nel tratto di lago nave Trento della società di Navigazione Navigarda, il cui Comandante, nel notare la situazione, si avvicinava per poi trasbordare i naufraghi a bordo della più grande unità da passeggeri, al fine di dargli immediata assistenza.

Nel contempo veniva dato l’allarme alla Sala Operativa della Guardia Costiera che inviava immediatamente il GC B98 e il GC A58 sul punto dell’affondamento. Verificato che non vi fossero altri naufraghi in acqua i guardiacoste intervenuti, accertato che non vi erano tracce di inquinamento sul punto di affondamento, scortavano Nave Trento fino al Porto di Garda, per i successivi accertamenti di rito finalizzati a stabilire la reale dinamica dell'evento.

Sarà adempimento del titolare del noleggio recuperare l’unità affondata, ha spiegato la Guardia costiera.

 

 

Aziende e Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza: come accedere ai 191 miliardi del Recovery Fund? Questo il tema di un incontro che prevede la presenza di esperti venerdì 15 Ottobre 2021, ad Adro (Brescia), Cantina Ferghettina, via Saline 11, ore 17-20. Con un contributo del Sottosegretario alla transizione ecologica Vannia Gava. Partecipazione libera. Seguono dibattito e apericena. Il comunicato stampa che pubblichiamo.

La gestione della pandemia ha lasciato delle profonde ferite nel tessuto economico del nostro Paese e non è dato sapere quanto tempo servirà per rimarginarle. Certamente i 191 miliardi, di cui quasi oltre 63 a fondo perduto, previsti dal Recovery Fund, potrebbero costituire una boccata d'ossigeno, una opportunità unica per rilanciare l'Italia. Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza c'è, ma di fatto gli imprenditori non sanno ancora come avvicinarsi a tale strumento.

Per questo, l'europarlamentare Danilo Oscar Lancini, originario di una famiglia di imprenditori di Adro (Brescia), nei settori edilizia ed ecologia, e da sempre impegnato nel dare risposte concrete alle istanze delle imprese italiane, offre alle aziende del 'suo' territorio un'occasione unica: una giornata di confronto con esperti in grado di fornire tutte le informazioni tecniche neceessarie per accedere ai fondi europei.

L'appuntamento è per venerdì 15 Ottobre 2021, alla Cantina Ferghettina, via Saline 11, Adro, ore 17-20, con partecipazione gratuita. Titolo: "Recovery Fund: PNRR e obiettivi UE, siamo sulla retta via?".

Il programma è strutturato in modo da coprire tutti i temi implicati, dal Green Deal alla digitalizzazione, alle condizioni di accesso ai finanziamenti, etc.

L'evento è dedicato a realtà di ogni dimensione e settore: PMI e Grande Impresa, dall’alimentare, alla siderurgia, al mondo agricolo (viticultura), costruzioni edili, studi professionali, etc.

I relatori sono: Dott. Valerio Valla, esperto di finanza agevolata, Ing. Davide Caparini, Assessore al bilancio e finanza Regione Lombardia; inoltre, i giornalisti Francesca Mortaro della redazione economica News Mediaset, e Leonardo Panetta, corrispondente Mediaset a Bruxelles.

Inoltre, ci sarà un contributo del Sottosegretario alla transizione ecologica Vannia Gava. La Dr.ssa Mortaro farà prevalentemente da moderatrice, Panetta punterà sull'analisi del legame del destino dell'Italia con Bruxelles, argomento centrale nel suo libro "Recovery Italia. Perché siamo "il malato d'Europa"?. Valla porterà il suo contributo tecnico e pratico circa l'effettiva validità del Recovery Fund. In ultimo, l'Assessore Caparini esporrà nel dettaglio la disponibilità delle risorse finanziarie per la crescita rispetto ai fondi indiretti europei a disposizione di Regione Lombardia. Seguiranno dibattito ed apericena.

 

Lancini spiega: "Oggi è giunto il momento di fare il punto della situazione per verificare se siamo davvero sulla retta via, per passare dalle parole ai fatti".

A causa delle misure di sicurezza la sala del convegno può ospitare fino a 80 persone per cui si consiglia di prenotarsi mediante il link: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfMtDbxNnuaOKZ3uu3-e3lfZ_-nQr19QjWSUqzf9s5S56xoAQ/viewform

A questa iniziativa, seguiranno incontri sulle tematiche specifiche dei vari bandi (Erasmus plus, Horizon Europe, Justice, Europa creativa, etc) fino a Maggio 2022.

 

 

Sindaco di Gavardo dal 2004 al 2009, Gian Battista Tonni se n'è andato oggi quasi con discrezione, in punta di piedi per non disturbare. Uno stile, il suo, fatto di sobrietà e semplicità, che lo ha contraddistinto sempre, da amministratore e da uomo. Uno stile così diverso da quello di quanti hanno fatto e fanno della vita pubblica un'occasione di esibizione o, peggio, di appropriazione. Lui no, lui è stato sempre un uomo e un amministratore retto e con la schiena dritta anche di fronte ad attacchi duri e ingiustificati.

Ci mancherà la sua "gentiliezza". Aveva 81 anni. Lascia la moglie Carla Dassè, i figli Elena con Giovanni, Giuseppe con Marialuisa, i nipoti Valerio con Anna, Mattia, Sara ed Enrico, il pronipote Orlando, i fratelli Luigi e Giulio, la sorella Teresa, tutti i parenti e gli amici.

I Funerali si svolgeranno in Gavardo Venerdì 8 Ottobre alle ore 16:00 partendo dall'abitazione in Via Gazzolo, 3 alle ore 15:45 per la Chiesa Parrocchiale. Il rito funebre si concluderà nel Cimitero di Soprazocco

 

Il ricordo di Marco Piccoli, già assessore della giunta guidata da Gian Battista Tonni.

 

E’ stato e resta il mio Sindaco, il Sindaco Tonni. Avevo poco più di trent’anni quando mi volle nella sua giunta, quale assessore alla Cultura e alle politiche giovanili.

Per cinque anni, tra il 2004 e il 2009, ha accompagnato la mia inesperienza, donandomi attenzione, fiducia e sguardi discreti, densi di rispetto e saggezza. 

Appena la scorsa settimana, lucidissimo nella mente e negli occhi, a me e all’amico Guido Lani, diceva, con voce provata: “sono stato un sindaco piccolo”. Credo potrebbe bastare questo a tratteggiare la fisionomia di un uomo Grande.

Giambattista Tonni ha saputo mettersi al servizio, da servitore non camuffato; ha guardato al fine del bene comune perseguendolo con la tenacia e la pazienza di chi sa ascoltare la terra, il vento e le stagioni. Ha saputo indossare la cravatta sotto la fascia tricolore senza dimenticare gli stivali pronti per il campo. E’ rimasto profondamente in contatto con valori radicati e conservato un’umiltà sapiente, tesoro di pochi.

Lontano dai riflettori, se possibile sotto il palco, è stato e resta un esempio di “politica delicata”, forse amaramente incompresa da molti, ma che ha in sé la fecondità più preziosa, il seme, talvolta invisibile, che porta vero frutto.

Grazie Sindaco Tonni, rimani un grande maestro!

Marco Piccoli

 

 

L'imprenditore valsabbino, fondatore di Ferriera Valsabbia SpA, si è spento ieri all'età di 90 anni. I funerali saranno sabato 21 agosto alle 17 nella parrocchiale di Odolo.
 
 
Non solo il mondo dell'imprenditoria, ma l'intera Valsabbia è in lutto per la morte di uno degli imprenditori più conosciuti e longevi del suo territorio. Brunori aveva fondato la sua azienda nel lontano 1954 e da allora l'ha consolidata e ampliata fino a raggiungere oggi un fatturato di oltre 300 milioni di euro e circa 700 dipendenti. Lo piangono i figli Ruggero, che ha preso il testimone alla guida del gruppo, e Paola.
 
"Lungimirante e instancabile imprenditore, è stato il padre fondatore di Ferriera Valsabbia SpA. Lascia un vuoto incolmabile per la forza, l'umiltà, la generosità, il carisma e l'umanità che hanno contraddistinto tutta la sua vita. I traguardi raggiunti sono sotto gli occhi di tutti. Chi lo ha conosciuto lo ricorderà per sempre. Lo salutiamo con dolore e con un sentimento di profonda e assoluta gratitudine". Così il comunicato con cui la sua azienda ha voluto ricordarlo mentre ne annunciava la scomparsa.
 
Sabato 21 agosto alle ore 16.30 si terrà una sosta di preghiera presso lo stabilimento di Ferriera Valsabbia SpA, in Odolo via Marconi n. 13. La cerimonia funebre è fissata subito dopo, alle 17, nella Chiesa parrocchiale di San Zenone a Odolo.

Giunto alla settima edizione, il Festival Giallo Garda ha raccolto i risultati dell’intenso lavoro della giuria e può comunicare chi sono gli autori vincitori per le due sezioni del Premio letterario internazionale: editi e inediti.

Per la sezione racconti gialli nasce l’antologia “Giallo in tour – Racconti del crimine da territori insospettabili”, disponibile in tutte le librerie, pubblicata da isenzatregua edizioni.

“Con la grande festa di premiazione si conclude l’attività annuale,” - ha dichiarato il presidente Dott. Laura Marsadri - “ma l’ottava edizione è già sui blocchi di partenza.

Chi sarà il primo autore iscritto al premio? Quali saranno le novità del 2021-22? Per restare aggiornati collegarsi al sito www.festivalgiallogarda.it

 

 

 

EDITI ITALIANI

 

1° Classificato Il segreto di Lazzaro – Letizia Vicidomini

 

2° Classificato L'appartamento dell'ultimo piano – Cristina Brondoni

 

3° Classificato Di notte arrivano i lupi – Nanni Cristino

 

 

 

MENZIONI D’ONORE (ai romanzi di particolare merito)

 

Blues per i nati senza cuore – Ferdinando Salamino

 

Un colpo al cuore - Piergiorgio Pulixi

 

 

 

MENZIONI

 

Bruciati vivi - Daniela Stallo

 

Canalnero – Le indagini di Vivian Deacon - Marco Belli

 

Il comunista. Una nuova indagine per il commissiario Annone - Angelo Mascolo

 

Il respiro dell'alba – Antonella Grandicelli

 

Il segreto di Mr Willer - Chicca Maralfa

 

La regola del rischio – Matteo Severgnini

 

L'ombra dentro – Raffaella La Villa

 

Omicidio al Milano Innovation District - Giovanni Azzone

 

Piani inclinati - Eleonora Carta

 

 

 

MENZIONI libri per ragazzi

 

Dieci piccoli gialli 2 – Carlo Barbieri

 

Il disegnatore di nuvole – Giorgia Simoncelli

 

I misteri del lago Nero – Luca Occhi

 

Uccidiamo lo zio - Rohan O'Grady

 

 

 

 

 

EDITI TRADOTTI

 

1° CLASSIFICATO

 

Il labirinto delle ombre – Remigiusz Mróz

 

 

 

MENZIONI D’ONORE (ai romanzi di particolare merito)

 

Perchè Istanbul ricordi – Ahmet Ümit

 

 

 

MENZIONI:

 

Debiti di sangue – Susana Rodriguez Lezaun

 

La casa al civico 6 - Nela Rywikova

 

La signorina Zeisig – Kerstin Cantz

 

Scelte sbagliate – Susana Hernandez

 

 

 

 

 

INEDITI

 

1° CLASSIFICATO

 

Mimma - Ciro Pinto

 

 

 

MENZIONI

 

Il terzo vizio - Gian Luca D'Aguanno

 

Non temerò alcun male - Alberto Sollberger

 

L'Orlando investigatore - Lucia Giustini

 

 

Terminato luglio, ecco agosto con le nuove inziative programmate dall’Amministrazione comunale di Gavardo.

 

Continua il cinema all’aperto in piazza De’ Medici alle ore 21, il 19 agosto con “Il meglio deve ancora venire”. In caso di maltempo le proiezioni verranno rimandate a nuova data.

Proseguono anche “I Concerti dell’Isolo” mercoledì 1 settembre, data raddoppiata a martedì 7 settembre.

L' ultima data di Pilates nei parchi lunedì 23 agosto presso il Parco De Gasperi alle 18,45.

Martedì 17 agosto alle ore 20,45 l’Isolo di Gavardo sarà il luogo della presentazione di “Semiramide”, il nuovo libro di Massimo Tedeschi, giornalista del Corriere della Sera e scrittore.

E se il 27, 28 e 29 agosto piazza Aldo Moro sarà la sede di tre giorni dedicati allo Street Food, saranno due domeniche, il 5 e il 12 settembre alle 21,15, che vedranno piazza Marconi riempirsi della musica, dei canti e della recitazione di “It’s Time to Musical” dell’ArtPoint Academy.

Tutte le iniziative, ad eccezione del cinema all’aperto, hanno la prenotazione obbligatoria telefonando alla Biblioteca civica E.Bertuetti di Gavardo allo 0365.377462 oppure scrivendo una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure al link di eventbrite specifico per ogni evento pubblicato sul canale facebook Area 63 Gavardo o Davide Comaglio Sindaco.

Si ricorda che dal 6 agosto è obbligatorio il possesso del Green Pass.

 

 

L'Amministrazione Comunale di Pertica Alta organizza la presentazione del I Quaderno del Centro Interattivo di Studi-Museali. L'appuntamento è in Piazzetta Fontana a Livemmo di Pertica Alta in data Domenica 08 Agosto 2021 alle ore 17:30. Il professor Giuseppe Biati presenterà l'opera da lui realizzata: Livemmo e il suo Carnevale. Tra riti, miti, storia, tradizioni e lavoro.

 

Banca Valsabbina ha rinnovato l'accordo come title sponsor con la squadra anche per la stagione 2021-2022 in serie A2.

 

Una partnership che si avvia alla quinta stagione, quella fra la formazione di vertice del volley femminile bresciano e Banca Valsabbina, che si conferma title sponsor (quarto anno consecutivo) anche per la stagione 2021-2022. Si tratta di un sostegno importante da parte dell'istituto di credito, che scommette ancora una volta sul Volley Millenium Brescia e sulla voglia di riscatto della dirigenza, in vista dell'imminente stagione agonistica. La rinnovata partnership sportiva acquista ancora più valore alla luce della difficile situazione che il nostro territorio sta vivendo da oltre un anno, sia a livello sociale che economico e sportivo.

Il rinnovo della partnership è stato ufficializzato nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta questa mattina nella suggestiva e simbolica cornice del Castello di Brescia, nell’area Locomotiva e Belvedere, durante la quale i vertici di entrambe le società, alla presenza delle atlete, dei membri dello staff Millenium e di alcuni tifosi, hanno illustrato il programma di sponsorizzazione, le ragioni alla base del rinnovo dell'accordo e i dettagli di una collaborazione ormai consolidata.

 

Tutti pazzi per il karate, il judo e le arti marziali.

Dopo il successo di questi sport alle Olimpiadi di Tokyo un po' ovunque cresce la voglia di praticare queste discipline. In realtà da diversi anni anche nella nostra zona esistono realtà che portano le arti marziali nelle scuole e non solo e avvicinano le persone a questo mondo.

Ne è un esempio la Dilettantistica karate Nishiyama di Villanuova sul Vlisi in via Galilei. I corsi sono destinati a bambini, ragazzi e adulti e fanno riferimento prevalentemente all'educazione fisica e alla difesa personale. Vengono anche organizzati all’interno delle scuole di diverso ordine e grado. Non si tratta di violenza ma soprattutto di rigore e di disciplina del proprio corpo. In passato ci sono state anche diverse occasioni in cui gli allievi della palestra si sono esibiti per mostrare le proprie capacità e le caratteristiche di questi sport: come difesa personale, MGA metodo globale di autodifesa, il tutto collegato alla Federazione italiana judo lotta karate e arti marziali (FiJLKAM). Sul tatami come istruttori Italo Franzoni (tel. 349-5123623) e Cristina Cocca (tel. 338-2422569) nella veste di allenatore punto i corsi 2021-2022 partono dal 1 settembre. Info: www.karatenishiyama.eu

 

Luciano Taddeo Darderi e Carlotta Moccia vincono il 5° Torneo Open Città di Salò – Trofeo Argoclima, organizzato dalla Canottieri Garda sui campi in terra rossa del Tennis Salò.

 

La finale maschile si è disputata domenica 8 agosto e Darderi, classe 2002,  ha battuto Gianluca Acquaroli con il risultato di 7-5; 6-2. «È stata una finale combattuta – ha affermato il vincitore – perché il mio avversario è partito a fuoco e in fiducia per il risultato che aveva ottenuto nella semifinale. Il primo set è stato quello più difficile, una lotta serrata ad ogni colpo con un livello di gioco molto alto; dopo aver vinto quello, giocare il secondo è stato più semplice. Mi sono trovato molto bene anche dal punto di vista organizzativo e ringrazio la Canottieri per aver messo a mia disposizione la palestra e le sue strutture. Sono molto contento del risultato e del mio lavoro in campo».

Nelle semifinali il tennista italo-argentino aveva nettamente battuto Marco Pontoglio (6-1; 6-1) finalista del 2019, mentre Gianluca Acquaroli con un’avvincente partita (6-3; 2-6; 6-2) aveva eliminato Marco Speronello, il vincitore delle scorse due edizioni di questo torneo e favoritissimo della vigilia.

La diciottenne Carlotta Moccia (2.4) del Tennis Club Triestino ha vinto invece nella categoria femminile dopo il ritiro improvviso dell’altra finalista Alessandra Corvi.

«Questa quinta edizione del Torneo Città di Salò – ha commentato Marco Levrangi, responsabile settore tennis della Canottieri Garda – ci ha regalato molte sorprese, sia per la qualità dei giocatori presenti nel tabellone che per la folta partecipazione del pubblico, nonostante il disagio delle limitazioni per l’accesso con green pass».

Sempre presente il giudice arbitro FIT Luciana Soliani, mentre domenica ha dato lustro alla finale la presenza in campo del giudice di sedia FIT Romano Grillotti, giudice di fama internazionale che ha arbitrato a Wimbledon, agli Australian Open e agli US Open.

Il sostegno dello sponsor unico Argoclima, ha permesso che questo Torneo “Città di Salò”, si confermasse una delle edizioni meglio riuscite del panorama tennistico della zona.

Riceviamo e pubblichiamo.

“E’ aperto da oggi un bando regionale da quasi 3 milioni di euro che ha lo scopo di favorire l’esportazione dei vini lombardi nei Paesi terzi, ovvero nei mercati esterni all’Unione Europea” Così Floriano Massardi, vicecapogruppo della Lega al Pirellone, che prosegue: “Possono accedere ai benefici di questa misura le organizzazioni professionali di promozione dei prodotti agricoli, le organizzazioni di produttori di vino, i Consorzi di tutela, i produttori di vino, i soggetti pubblici, i consorzi e le società cooperative”.

“Ogni soggetto partecipante al bando dovrà richiedere, pena l’esclusione, un contributo minimo pari a 5000 euro per Paese terzo. Il contributo massimo per progetto regionale e multi regionale è pari a 600 mila euro per i Consorzi di tutela e a 400 mila euro per le altre tipologie di soggetti proponenti”.

“La domanda di contributo per i progetti regionali e multiregionali deve pervenire all’indirizzo PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre il termine perentorio di mercoledì 3 novembre 2021”.

 

 

Nel secondo trimestre del 2021, il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi si è attestato a 149, con un deciso aumento rispetto al livello registrato nel periodo precedente (133), attestandosi vicino ai massimi storici da quando la rilevazione è stata avviata (anno 2016). A evidenziarlo sono i risultati dell’Indagine congiunturale del Centro Studi di Confindustria Brescia al secondo trimestre 2021.

I servizi si allineano quindi alla fase di crescita che caratterizza, da alcuni trimestri, l’industria, grazie al forte legame che intercorre tra il comparto secondario e quello terziario oggetto della rilevazione.

“Siamo di fronte a una congiuntura favorevole, che non solo le aziende del Terziario cavalcano, ma che hanno contribuito a generare grazie alle loro attività strategiche e di visione a favore di tutte le altre imprese dei settori primario e secondario – commenta Fabrizio Senici, Presidente del Settore Terziario di Confindustria Brescia –. Digitalizzazione, capitale umano, sostenibilità sono infatti i pilastri su cui si costruisce il futuro dell'industria e il Terziario bresciano, in questo senso, è già nel futuro.”

Nel dettaglio, per quanto riguarda i giudizi espressi dalle aziende sui tre mesi precedenti:

  • il fatturato è aumentato per il 56% delle imprese intervistate, con un saldo positivo del 36% tra coloro che hanno dichiarato variazioni in aumento e in diminuzione;
  • gli ordini e l’occupazione evidenziano incrementi (saldi netti pari rispettivamente a +41% e a +24%);
  • i prezzi dei servizi offerti si caratterizzano per un’evoluzione leggermente positiva (saldo netto pari a +9%), a conferma della presenza di deboli pressioni inflattive, nonostante gli ingenti rincari riscontrati dagli input nell’ultimo periodo.

Per quanto riguarda le prospettive per i mesi a venire:

  • il fatturato è atteso in crescita dal 49% degli intervistati, con un saldo positivo del 37% a favore degli ottimisti rispetto ai pessimisti;
  • i saldi riferiti al portafoglio ordini (+42%) e all’occupazione (+27%) descrivono uno scenario di possibile ulteriore rafforzamento dell’attività;
  • i prezzi dei servizi offerti manifestano un saldo positivo del 9%.

Le opinioni delle imprese in merito alle prospettive sulla tendenza generale dell’economia italiana risultano molto positive, sostenute dai benefici indotti dall’entrata a pieno regime della campagna vaccinale di massa e dal prossimo avvio del piano NG-EU: il 66% degli imprenditori ha un orientamento ottimistico, a fronte del 32% che prevede stazionarietà e del 2% che ha una visione sfavorevole. In tale contesto, le principali preoccupazioni giungono dalla nuova accelerazione dei contagi e dalle possibili misure restrittive che potrebbero essere varate con l’obiettivo di mitigarne la diffusione.

L’andamento per comparto

Consulenza alle imprese

Il clima di fiducia delle imprese attive nel comparto della consulenza alle imprese, nel secondo trimestre 2021, si attesta a 147, contro il 141 del periodo precedente. I giudizi espressi sui tre mesi precedenti segnalano che: il fatturato è aumentato per il 65% delle imprese, con un saldo positivo del 53% fra risposte in crescita e in diminuzione; gli ordini e l’occupazione evidenziano incrementi (saldi netti pari rispettivamente a +35% e a +23%); i prezzi dei servizi offerti si caratterizzano per un’evoluzione in rafforzamento (saldo netto pari a +19%). Con riferimento alle prospettive a breve termine: il fatturato è atteso in crescita dal 42% degli intervistati, con un saldo positivo del 27%; i saldi riferiti al portafoglio ordini (+38%) e all’occupazione (+15%) descrivono uno scenario di possibile rafforzamento dell’attività; i prezzi dei servizi offerti manifestano un saldo positivo (+15%). Le opinioni delle imprese in merito alla tendenza generale dell’economia italiana risultano positive: il 73% degli imprenditori ha un orientamento ottimistico, il 23% prevede stazionarietà e solamente il 4% ha una visione sfavorevole.

ICT & digitale

Il clima di fiducia delle imprese attive nel comparto ICT & digitale, nel secondo trimestre 2021, si attesta a 150, contro il valore di 128 rilevato fra gennaio e marzo. In merito ai giudizi espressi sui tre mesi precedenti: il fatturato è aumentato per il 30% delle imprese, con un saldo negativo del 10% tra variazioni in aumento e in diminuzione; gli ordini e l’occupazione evidenziano incrementi (saldi netti pari rispettivamente a +30% e a +10%); i prezzi dei servizi offerti si caratterizzano per un’evoluzione debolmente positiva (saldo netto pari a +5%). Riguardo alle prospettive a breve termine: il fatturato è atteso in crescita dal 50% degli intervistati, con un saldo positivo del 40%; i saldi riferiti al portafoglio ordini e all’occupazione risultano positivi (rispettivamente pari a +50% e a +45%); i prezzi dei servizi offerti registrano un saldo nullo. Le opinioni delle imprese in merito alle prospettive sulla tendenza generale dell’economia italiana risultano molto favorevoli: il 70% degli imprenditori ha un orientamento positivo e il rimanente il 30% prevede stazionarietà.

Servizi alle imprese

Il clima di fiducia delle imprese attive nel comparto servizi alle imprese, nel primo trimestre 2021, si attesta a 160, in rafforzamento rispetto al periodo precedente (135). Riguardo ai giudizi espressi a consuntivo: il fatturato è aumentato per il 70% delle imprese, con un saldo positivo del 60%; gli ordini e l’occupazione evidenziano incrementi (saldi netti pari rispettivamente a +70% e a +40%); i prezzi dei servizi offerti si caratterizzano per un’evoluzione negativa (saldo netto pari a -10%). In merito alle prospettive a breve termine: il fatturato è atteso in crescita dal 70% degli intervistati, con un saldo positivo del 70%; i saldi riferiti al portafoglio ordini (+60%) e all’occupazione (+40%) descrivono uno scenario di possibile rafforzamento dell’attività; i prezzi dei servizi offerti si contraddistinguono per un saldo positivo del 10%. Le opinioni delle imprese in merito alle prospettive sulla tendenza generale dell’economia italiana risultano positive: il 50% degli imprenditori ha un orientamento ottimistico e il restante 50% prevede stazionarietà.

 

Appalto a tempo di record. La procedura di gara per l'affidamento dei lavori per la Strada della Forra si è conclusa in tempi record: 2 giorni. L'appalto è stato aggiudicato alla Edilcom srl di Borgo Lares (TN).

"Una bella notizia, frutto del lavoro incessante dei tecnici della Provincia, che hanno portato a questo risultato. La ditta, inoltre, si è dimostrata disponibile ad iniziare al più presto i lavori - ha dichiarato il Presidente Alghisi - e quindi siamo felici del fatto che nei tempi previsti potremmo restituire al territorio una strada storica, unica, affascinante, ma soprattutto sicura".

 

Cerca un articolo

Segnala un evento


Segnala un evento
 

Area Riservata


area riservata 51news
 

Social

AUTOTRASPORTI FIORI
El Furner En Piasa
Wurth
Per la tua pubblicità chiama al 346/3095149

Un bando da 160 mila euro per la promozione del turismo agricolo dell’olio e del vino di qualità. Un’opportunità che scatterà dal prossimo 9 settembre con l’apertura del bando che terminerà il 15 ottobre 2021. Per quanto riguarda le risorse “100 mila euro sono messe a disposizione da Regione Lombardia – spiega il vicecapogruppo della Lega al Pirellone, Floriano Massardi – mentre 60 mila euro vengono erogati dalle Camere di Commercio”.
“Per quanto riguarda lo stanziamento camerale – continua Massardi – 20 mila euro sono destinati alle attività della  provincia di Brescia. Possono partecipare al bando le micro piccole e medie imprese lombarde, gli agriturismi produttori di olio extravergine di oliva DOP, gli agriturismi che intendono promuovere vini lombardi di qualità e i Consorzi di Tutela dei vini DOP, IGP lombardi e degli oli extravergini di oliva “Garda” e “Laghi Lombardi” con sede operativa nella nostra Regione”.
“L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto del limite massimo di 10 mila euro per beneficiario, parametrato alle sole spese ammissibili”.
Le domande di contributo devono essere inviate: dalle ore 12.00 del 9 settembre 2021 alle ore 12.00 del 15 ottobre 2021, tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it
“Regione Lombardia – conclude Massardi – rafforza la propria collaborazione con il sistema delle Camere di Commercio, con un progetto che punta a rafforzare il turismo lombardo e le nostre eccellenze enogastronomiche”.

 

 

Sono otto i Progetti Emblematici selezionati da Fondazione Cariplo e Regione Lombardia per la provincia di Brescia. Otto iniziative a cui sono destinati complessivamente 8 milioni di euro, 5 milioni di euro messi a disposizione da Fondazione Cariplo, altri 3 milioni di euro da Regione Lombardia.

Gli interventi emblematici si concretizzano in progetti caratterizzati da un alto grado di complessità organizzativa, strutturale ed economica, ed affrontano problemi specifici di un territorio, sperimentano politiche innovative in campo sociale, culturale, ambientale, scientifico ed economico. Mirano ad un cambiamento delle condizioni di vita delle persone, attraverso un processo di progettazione e sperimentazione, gestito congiuntamente con altri soggetti pubblici e privati. In questo senso, gli interventi emblematici rispondono ai requisiti di esemplarità per il territorio e di sussidiarietà di intervento.

Ogni anno Fondazione Cariplo destina a tre territori provinciali la somma € 5.000.000 per il sostegno di iniziative che hanno le caratteristiche di Interventi Emblematici. Regione Lombardia, a sua volta, attiva risorse con lo stesso fine.

Gli Interventi Emblematici sono attuati in favore di tre province ogni anno. Il calendario fissato dagli Organi della Fondazione prevede questa sequenza (l’iter di valutazione e selezione si conclude generalmente nell’anno successivo):

• anno 2020: provincia di Brescia, provincia di Cremona, provincia di Novara

• anno 2021: provincia di Lecco, provincia di Pavia, provincia di Bergamo

• anno 2022: provincia di Sondrio, provincia di Mantova, provincia di Lodi.

Possono essere ammessi a contributo solo progetti e interventi riconducibili ai settori di attività della Fondazione. I progetti devono essere realizzati sul territorio della provincia a beneficio della quale è stato effettuato lo stanziamento e devono avere dimensioni significative, idonee a generare un positivo ed elevato impatto sulla qualità della vita e sulla promozione dello sviluppo culturale, economico e sociale del territorio di riferimento.

Alla valutazione e selezione dei progetti, oltre alla Fondazione Cariplo ed alla Regione Lombardia, hanno contribuito anche il Presidente della Provincia di Brescia ed il Presidente della Fondazione Comunitaria di Brescia.

ECCO I PROGETTI EMBLEMATICI SELEZIONATI PER LA PROVINCIA DI BRESCIA

  1. Fondazione Casa di Dio Onlus di Brescia: progetto "Come un seme nella terra" - ristrutturazione e riqualificazione agricola e di solidarietà sociale della cascina Breda Rossini a Brescia. Contributo: 1 milione di euro.
  2. Comune di Brescia: progetto "Nuovo Museo del Risorgimento nel Castello di Brescia" recupero e valorizzazione del Grande e Piccolo Miglio. Contributo: 1 milione di euro.
  3. Parrocchia di San Martino Vescovo di Cerveno, per interventi di restauro del Santuario della Via Crucis di Cerveno. Contributo: 1 milione di euro.
  4. Fondazione Laudato Si' di Desenzano del Garda: progetto "GENESARET" - realizzazione delle Degenze di Comunità. Contributo: 1 milione di euro.
  5. Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano per la realizzazione del nuovo Campus dell'Università Cattolica del Sacro Cuore a Brescia. Contributo: 1 milione di euro.
  6. Fraternità Giovani Società cooperativa sociale ONLUS di Ospitaletto, per il progetto "C.P.E.E.- Centro Polifunzionale per l'Età Evolutiva". Contributo: 1 milione di euro.
  7. Fondazione Castello di Padernello di Borgo San Giacomo per il progetto "Generare Comunità". Contributo: 1 milione di euro
  8. Università degli Studi di Brescia: progetto "Biodiversità, suolo e servizi ecosistemici: Metodi e tecniche per food system robusti, resilienti e sostenibili". Contributo: 1 milione di euro.

 

Obiettivo: aumentare quanto più possibile la copertura vaccinale della popolazione over sessanta, per raggiungere al più presto l’immunità di comunità. Una delle strategie messe in campo dalla Regione prevede il coinvolgimento delle farmacie. Per il momento partiranno in via sperimentale, entro fine mese, solo due farmacie per ogni provincia, individuate da ciascuna Federfarma e comunicate nei giorni scorsi. Per il Bresciano si tratta della farmacia Fiorentini di via Armando Diaz 13/d in città e della farmacia Botturi di via Padre Marcolini 5 a Paderno Franciacorta. I due titolari, Giovanni Fiorentini e Chiara Botturi, hanno accettato, ben comprendendo la responsabilità del loro compito, la sfida lanciata dalla presidente di Federfarma Brescia Clara Mottinelli, che ha individuato i due presidi per la sperimentazione di quanto tutte le altre farmacie inizieranno a fare dall’autunno prossimo.

Dopo questo primo periodo, infatti, l’accordo con la Regione prevede il coinvolgimento di tutte le farmacie convenzionate. Per questo dal 16 luglio tutte le farmacie lombarde potranno aderire, sul portale di Federfarma, alla campagna per inoculare il vaccino covid-19 in farmacia dall’autunno: la tempestività sarà fondamentale per organizzare la complessa logistica degli approvvigionamenti.

“La vaccinazione anti covid - dichiara la presidente Mottinelli - sarà sperimentata a Brescia da due farmacisti che si sono formati nelle scorse settimane partecipando ai corsi ed effettuando anche la parte pratica. Si sta finalmente dando corso alla disponibilità che avevamo dato già diversi mesi fa. In alcune regioni le vaccinazioni in farmacia sono già partite, e in alcune nazioni europee da tempo, ora si inizia a fare sul serio in Lombardia. La nostra rete dimostrerà anche in questa occasione l’efficienza e la capacità di rispondere in tempi rapidi e in modo efficace alle esigenze di salute dei cittadini, esattamente come accaduto con i test sierologici e i tamponi rapidi”.

Il vaccino che sarà inoculato nelle farmacie sarà il Johnson & Johnson.

 

 

 

Prossimi Eventi

Per la tua pubblicità chiama al 346/3095149