SECONDO PIANO

Nel corso dell’ultimo weekend il Comando Polizia Locale della Vallesabbia ha intensificato i controlli sulle principali arterie stradali e nei parchi pubblici, in particolare in orari serali e notturni.

 

Sono stati come sempre i controlli notturni a far emergere alcune criticità. A Gavardo, per esempio, sono state controllate sei persone, tre maggiorenni e tre minorenni, intente a consumare bevande all’interno di un parco pubblico. Un maggiorenne alla vista della pattuglia della Polizia Locale cercava di disfarsi di oltre 15 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish e di una somma di denaro. Il materiale illecito veniva sequestrato ed il soggetto denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Un altro ragazzo maggiorenne, che alla vista degli agenti cercava di far perdere le proprie tracce per sottrarsi ai controlli di perquisizione, veniva deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di resistenza a pubblico Ufficiale avanzata con violenza. I minorenni presenti verranno invece segnalati alla Procura dei Minorenni di Brescia in quanto si accompagnavano con soggetti maggiorenni con precedenti penali.

Il pattugliamento si è inoltre rivolto a un altro dei filoni delicati, soprattutto nei fine settimana, ossia la sicurezza stradale. Nelle ultime ore gli uomini della Polizia Locale della Vallesabbia hanno infatti intrapreso un’attività più incisiva legata ai controlli stradali sull’intera Strada Provinciale 237 “Del Caffaro” da Odolo ad Anfo. In particolare, l’attenzione è stata rivolta ai motociclisti, spesso protagonisti di condotte di guida azzardate che sfociano in incidenti stradali anche dall’esito mortale. Sono state oltre 30 le sanzioni elevate dagli agenti nelle ultime ore per sorpassi vietati e azzardati.

Giovanna Gamba

Si introduce in casa di una signora anziana (classe 1938) a Gavardo con la scusa di dover controllare la caldaia. In realtà le ruba tutto l'oro, i suoi gioielli, i ricordi di una vita. La signora si accorge ma troppo tardi, si rivolge alla polizia locale. Dopo alcuni giorni e indagini accurate, gli agenti individuano un possibile ladro, un uomo che si muove abitualmente in Valsabbia. Alla signora viene mostrata una fotografia e lei lo riconosce immediatamente. Si tratta di un giovane italiano residente sul Garda. Purtroppo tuttavia della refurtiva più nessuna traccia. L'uomo è stato denunciato, ha precedenti specifici per furto. 

La notizia è riportata dai quotidiani nazionali online, in particolare da Repubblica.

Patrick Alexander Kasser, il 52enne originario di Gelsenkirchen accusato di aver ucciso Umberto Garzarella e Greta Nedrotti la sera del 19 giugno sulle acque del Lago di Garda, alla guida del Riva Aquarama di proprietà dell'amico Christian Teismann, si è costituito.

Evitando di attendere la decisione della Corte di Monaco,  sul mandato di cattura internazionale emesso lo scorso 28 giugno, il dirigente tedesco si è presentato nella notte tra domenica e lunedì al Brennero ed è stato preso in consegna dai carabinieri della compagnia di Salò, guidati dal capitano Luca Starace, che lo hanno portato in carcere a Brescia.

Kassen è  accusato, nell’ordinanza cautelare emessa dal gip bresciano Andrea Gaboardi, di omicidio colposo e omissione di soccorso. Di aver travolto i giovani fidanzati sul gozzo al largo di Salò e di aver navigato “a forte velocità e comunque superiore ai cinque nodi consentiti”, manovrando “in condizioni di manifesta ubriachezza” come avevano certificato foto e telecamere e alcoltest, ignorando le luci della barca dei due ragazzi correttamente accese.

I funerali di Umberto e Greta si erano svolti mercoledì e venerdì scorsi a Salò e Toscolano Maderno.

 

 

Farmacisti e albergatori bresciani insieme per un turismo a prova di covid: Federfarma Brescia e Federalberghi Brescia hanno siglato una convenzione che prevede la possibilità, sia per gli ospiti sia per il personale delle strutture ricettive bresciane, di effettuare tamponi rapidi (extra Servizio sanitario regionale) nelle farmacie convenzionate a prezzi calmierati. Non solo, grazie alla collaborazione i farmacisti bresciani si sono resi disponibili a consegnare, negli alberghi e nelle strutture ricettive aderenti, anche i farmaci, in caso di specifiche necessità degli ospiti.

La ripartenza del turismo nel Bresciano, così come in tutta Italia, passa anche attraverso la capacità di offrire servizi di qualità in ambito sanitario e per la sicurezza anti-covid, semplificando la gestione delle procedure. È da questo presupposto che è nata la collaborazione tra Federfarma e Federalberghi Brescia, attraverso la quale tutti gli ospiti delle strutture ricettive bresciane, sia italiani sia stranieri, hanno la possibilità di effettuare i tamponi rapidi (extra Servizio sanitario regionale) direttamente nella farmacia più vicina e a un prezzo calmierato, ricevendo l’esito e il relativo certificato nel giro di pochi minuti, se richiesto anche in lingua inglese. La stessa cosa vale per il personale dipendente o stagionale degli alberghi, scelta che permette anche d’incentivare la prevenzione dei contagi e programmi volontari di controllo periodico da parte degli albergatori.

 

L’intesa tra le due associazioni prevede anche un servizio aggiuntivo, che nell’ultimo anno e mezzo, a causa della pandemia, ha preso piede e che oggi potrebbe essere un plus nell’offerta alberghiera. ovvero la consegna al domicilio (in albergo) di farmaci e generi di prima necessità.

“La sfida oggi è prevenire la diffusione dei contagi e sostenere la ripartenza economica, turismo compreso - dichiara la presidente di Federfarma Clara Mottinelli -: le farmacie sono pronte a fare la loro parte, mettendosi a disposizione come presidio del sistema sanitario, forti di una distribuzione capillare. Si tratta di un servizio utile soprattutto nelle località di vacanza medio-piccole come le nostre, dove una farmacia è sempre presente, e soprattutto per gli stranieri, per i quali non è sempre facile sapere dove sono le strutture sanitarie vicine, mentre la croce verde è ben riconoscibile, con orari d’apertura estesi. L’iniziativa conferma inoltre  l’importanza della farmacia dei servizi”.

 

Con questa convenzione Federalberghi Brescia rafforza l’impegno per alzare il livello di sicurezza nelle strutture ricettive della provincia, in cui si concentra una fetta significativa dei soggiorni turistici italiani, e la sua attenzione all’accoglienza: “Il nostro accordo - aggiunge il vicepresidente di Federalberghi Alessandro Fantini - ci consente di offrire condizioni economiche di favore per effettuare lo screening anti covid, applicando grazie a Federfarma Brescia un venti per cento di sconto rispetto alle tariffe presenti nelle farmacie, supportando la ripartenza delle attività economiche del turismo. Speriamo che l’iniziativa possa avere successo, perché la sfida della ripartenza la vinciamo tutti insieme: fare squadra è un valore aggiunto per tutti”.

 

Un aiuto concreto per la rinascita culturale e non solo dei territori. Si chiamano “Emblematici Provinciali”, ovvero iniziative di particolare rilevanza per il territorio.  Focus 2021 il rilancio delle attività culturali locali. Ogni territorio potrà contare sulla competenza e professionalità delle fondazioni comunitarie. #filantropialocale

 

Anche per il 2021 Fondazione Cariplo prosegue la collaborazione con le Fondazioni di Comunità per la promozione degli “Interventi Emblematici Provinciali”, a cui la Fondazione ha destinato complessivamente € 5.200.000.

Per il territorio della Provincia di Brescia, il bando prevede un budget totale di € 400.000 finalizzato a promuovere progetti definiti emblematici, ovvero iniziative in grado di produrre un impatto significativo sulla qualità della vita della comunità e sulla promozione dello sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio di riferimento.

Fondazione Cariplo si avvale ancora una volta del supporto e delle competenze delle Fondazioni di Comunità per la promozione e la diffusione dell’iniziativa, l’assistenza agli enti interessati e la candidatura di progetti sul territorio di ciascuna delle tradizionali Province di intervento.

I SETTORI DI INTERVENTO

Possono essere ammessi a contributo solo interventi in linea con il Documento Programmatico di Fondazione Cariplo e attinenti agli indirizzi delle sue Aree filantropiche e strategiche: Arte e Cultura, Servizi alla Persona, Ambiente e Ricerca Scientifica e Tecnologica.

In sintesi, il bando sostiene interventi che siano in grado di promuovere:

  • lo sviluppo di comunità sostenibili, coese e solidali;
  • il benessere sociale ed economico dei cittadini dei territori di riferimento;
  • la realizzazione, la crescita e l’inserimento attivo dei giovani nella comunità.

Per l’edizione 2021 verranno inoltre sostenuti progetti finalizzati a rilanciare le attività culturali locali, anche in una logica di promozione territoriale. Tali progetti dovranno essere ideati, gestiti e realizzati in partenariato, nella prospettiva di (ri)attivare reti/circuiti in grado di:

  • sostenere la ripresa del settore delle performing arts;
  • riavvicinare il pubblico alla fruizione dello spettacolo dal vivo;
  • dare vita a programmazioni condivise fra più soggetti.

Giovanni Fosti, Presidente Fondazione Cariplo: "In questo particolare momento il contributo per gli Interventi Emblematici Provinciali vuole essere occasione per la ripartenza di tutta la comunità attorno ad alcuni progetti trainanti, che sappiano aggregare e attivare energie e competenze, creando coesione e valore per le persone e il territorio. Oggi più che mai abbiamo bisogno di comunità forti, in cui ci si possa riconoscere e accogliere, e il sostegno della Fondazione Cariplo va esattamente in questa direzione: promuovere comunità per costruire un futuro dove nessuno sia escluso.”

Alberta Marniga, Presidente Fondazione della Comunità Bresciana: “Gli Interventi Emblematici Provinciali rappresentano una straordinaria opportunità per gli enti no profit della nostra provincia. Dal 2005 sono stati sostenuti, tramite questa linea di intervento, 77 progetti del nostro territorio per contributi complessivi pari a 8 milioni e 340mila euro. Ancora una volta l’impegno di Fondazione Comunità Bresciana, unitamente a Fondazione Cariplo, è quello di stimolare la crescita della nostra comunità, auspicando la realizzazione di attività ad ampio raggio che sappiano intercettare le esigenze che emergono dal territorio”.

 

Lombardia zona bianca. Da lunedì 14 giugno la Lombardia entrerà in *”FASCIA BIANCA”*. Di seguito ricordiamo una sintesi delle principali novità che possono tornare utili. 

Queste le principali novità che entreranno in vigore dal prossimo lunedì 14 giugno:

 Abolito il *Coprifuoco*.

Nei bar e ristoranti, *solo al chiuso, limite* di massimo *6 persone al tavolo*.

All’aperto nessuna limitazione.  

*Riaprono piscine al chiuso*, centro natatori, centri benessere e termali. 

Consentite fiere, congressi e convegni. 

*Consentite feste*, anche di matrimonio, con certificazione verde (Green Pass). 

Rimane l’obbligo, *al chiuso, della mascherina* e del distanziamento sociale. 

All’aperto l’obbligo rimane solo se non si può garantire il distanziamento sociale.  

È comunque fortemente raccomandato l'uso delle mascherine anche all'interno delle abitazioni private, in presenza di persone non conviventi._

Rimangono chiuse le discoteche per attività di ballo.

 

 

Dopo il sofferto rinvio dello scorso anno, questo sabato, 26 giugno, prende il via la decima edizione di Tener-a-mente, il festival dell’Anfiteatro del Vittoriale a Gardone Riviera (BS) completato nei mesi scorsi con marmo rosa, come da progetto originario di Gabriele D’Annunzio.

La città darà il via in questi giorni alle celebrazioni per i cento anni dalla nascita della Divina. L’inaugurazione sarà il 25 giugno alle 21 con un concerto alle Grotte di Catullo. Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria.

  

Sirmione Callas 21-23 inizierà con “L’Oriente di Maria. La Divina Emozione”, un tuffo nelle sfumature e nei suoni d’Oriente con le più belle arie tratte da Madama Butterfly e da Turandot, di Giacomo Puccini. Il percorso celebrativo sarà svelato nei prossimi giorni, per ora si sa soltanto che ha inizio in questa estate 2021 e si concluderà nel 2023, anno in cui si festeggeranno i 100 anni dalla nascita della Callas.

Sul palco allestito nel Prato della Pelosa, uno degli scorci più belli delle Grotte di Catullo, il 25 giugno 2021 alle ore 21 si esibirà l’Orchestra Virgilio Ranzato composta da 30 giovani musicisti (under 35) e diretta dal giovane, ma già affermato maestro Jacopo Rivani. Il prestigioso ensemble è completato da Chiara Isotton, soprano, e Simone Frediani, tenore. Presenta Fabio Larovere. La progettazione e il coordinamento sono a cura di Elena Trovato e Sabina Concari del Gruppo da camera Caronte.

«Per tutti – commenta Mauro Carrozza, vicesindaco e assessore alla Cultura – Maria Callas è una delle artiste più acclamate del secolo scorso e Sirmione, che l’ha accolta e abbracciata negli anni forse più felici della sua vita, si appresta a onorarne la memoria con un programma di eventi a lei dedicati: tre anni di concerti, mostre, dibattiti ed altre iniziative per ripercorre e svelare ancora una volta lo straordinario percorso di una donna unica nel talento e di grande umanità».

Il legame tra Maria Callas e Sirmione rimane profondo e indissolubile. Il ricordo della cantante nei sirmionesi che hanno avuto il piacere di incontrarla è immutato e l’amore che Sirmione nutre nei confronti dell’artista cresce di anno in anno e sarà ulteriormente alimentato dalle celebrazioni che il Comune di Sirmione ha organizzato. Il concerto sarà ripreso dalle telecamere di SKY Classica e trasmesso nei giorni successivi.

L’ingresso è gratuito. La prenotazione è obbligatoria per consentire il corretto allestimento della location e la gestione della platea nel totale rispetto delle regole anti-Covid19. Scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamare il numero 030.9909184.

La Sezione di Lonato dell'ANPI lunedi 14 giugno ospiterà Franco D'Aniello, fondatore dei Modena City Ramblers, gruppo storico della musica italiana. Al circolo ARCI "Machiri" in Via Fonte del fabbro 3 presenteremo il suo libro "E alla meta arriviamo cantando - Le storie, i viaggi, la musica dei Modena Citu Ramblers" (La nave di Teseo editore).

Sarà anche un'occasione per parlare degli ultimi trent'anni del nostro Paese: dal G8 del 2001, a "Bella ciao" censurata sul palco del 1° maggio etc.

 L'evento si svolgerà all'aperto, rispettando rigorosamente tutte le normative anti-covid in vigore.

Lo stesso D'Aniello dichiara: "Sono trent'anni che vado in giro per l'Italia e il resto del mondo a suonare con i Modena City Ramblers. Centinaia di palchi, milioni di chilometri in macchina, un'ernia al disco, migliaia e migliaia di persone conosciute, di strette di mano, qualche birra ogni tanto, e musica, tanta. L'idea di mettere in parole scritte tutte le emozioni, o se non tutte molte di esse, non è per vanità o voglia di mettermi alla prova con qualcos'altro che non sia la musica. Credo che sia bello, o almeno così spero fortemente, pensare che tanti nostri fan, tanti amici che ci hanno seguiti in tanti anni possano condividere con me questi miei pensieri. Un po' il dietro le quinte di una canzone, di un disco, del viaggio che magari ha proprio ispirato quella canzone. Per i Modena City Ramblers il viaggio non è mai stato fine a sé stesso. Rappresenta un momento importante dal punto di vista artistico e sociale. Come dice il titolo del nostro primo album, che abbiamo tradotto da un disco di Bob Dylan, Riportando tutto a casa, il viaggio non è il fine ma il mezzo perché la testa si apra totalmente lasciando entrare esperienze, visioni, rumori, suoni, profumi che poi diventano canzoni. Tutto quello che ho visto e sentito in questi anni è ancora vivo nella mente, nel cuore, nella pancia."

Hanno suonato a Plaza de la Revolución a Cuba e nel deserto del Sahara, hanno portato la loro musica tra i dimenticati del mondo e fatto ballare migliaia di persone nelle piazze d'Italia, hanno collaborato, tra gli altri, con Luis Sepúlveda, Bob Geldof, Francesco Guccini, Goran Bregovic.

Dopo trent'anni di musica, viaggi e avventure insieme, Franco D'Aniello, fondatore dei Modena City Ramblers, racconta per la prima volta la loro storia.

Carlo Susara (Presidente ANPI Lonato) - 3288820409

https://www.facebook.com/anpilonato/

https://poisceselanotte.blogspot.com/

 

Si è svolta domenica mattina, con partenza alle 9.30 in Piazza Garibaldi, la XIV edizione di Ivars Tre Campanili half marathon, organizzata da A.S.D. Libertas Vallesabbia con il patrocinio del Comune di Vestone.

Ivars Tre Campanili è una gara nazionale FIDAL classificata nella tipologia Silver e inserita nel circuito "GRAN PRIX MASTER CDS DI CORSA - TROFEO VASCO PISCIOLI S.R.L. 2021".

Dopo lo start ufficiale dato dal noto speaker Fabio D’Annunzio, alla presenza del sindaco di Vestone Roberto Giuseppe Facchi e di numerosi spettatori, i 450 podisti si sono fronteggiati su un percorso misto di 21,097 km con un dislivello di oltre 900 metri, caratterizzato da tratti di asfalto in leggera salita, da salite ripide e brevi su sentieri e mulattiere e infine da una discesa su tratti cementati, sentieri e strade bianche.

Primo assoluto Cesare Maestri con 1 ora, 20 minuti e 45 secondi seguito da Kiyaka Dennis Bosire, DeMatteis Martin, DeMatteis Bernard e Goffi Stefano.
La prima donna è Aramisi Susan Chembai con 1 ora, 39 minuti e 24 secondi seguita da Tegegn Addisalem Belay e da Angelini Simona.

Al termine della gara sono stati premiati i primi 5 classificati assoluti, maschili e femminili, i primi cinque classificati per ogni categoria maschile e le prime tre classificate per ogni categoria femminile.

Premiati anche il primo atleta Valsabbino a tagliare il traguardo, Bertoletti Michele, con l'11° Memorial "Michele Cargnoni", e il primo atleta vestonese Alessandro Ricci. Assegnata inoltre, come di consueto, la medaglia ufficiale della manifestazione a tutti coloro che hanno tagliato il traguardo.

Le classifiche complete sono disponibili sul sito https://www.endu.net/it/events/tre-campanili-half-marathon/results

Mai come quest’anno la manifestazione ha rappresentato un momento di rinascita e di speranza, dopo l'annullamento dell’edizione 2020 a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

Il Presidente del Comitato Organizzatore Paolo Salvadori ha espresso la propria soddisfazione per la buona riuscita dell’evento dopo mesi di duro lavoro e, soprattutto, per la sentita e appassionata partecipazione da parte degli atleti: «Nonostante sia stato dimezzato il numero di iscritti per garantire il rigoroso rispetto del protocollo Covid, siamo molto contenti per la presenza oggi di quasi 500 atleti…Un ottimo risultato, considerando che in questo periodo difficile i tesserati FIDAL si sono ridotti della metà. Arrivederci al prossimo anno, con la speranza di poter tornare a organizzare questo evento a pieno regime, con una vera e propria festa».

 

 

Riceviamo e pubblichiamo.  

È aperto il bando regionale “Sostegno delle manifestazioni sportive sul territorio lombardo”, con il quale l’Amministrazione regionale stanzia un milione di euro sul biennio 2021-2022 per l’organizzazione di eventi e manifestazioni sportive.

Nel merito è intervenuto Floriano Massardi, vicecapogruppo in Consiglio Regionale per la Lega. “Si tratta di un bando che prevede lo stanziamento di un milione di euro ripartiti sul 2021 e sul 2022, con rispettivamente 600mila euro sull’anno corrente e 400mila sul prossimo anno. Sono previste due finestre: la prima finestra del bando, che è già aperta e chiuderà il 1° luglio, è rivolta agli eventi organizzati nel periodo 1° aprile 2021 fino al 31 ottobre 2021. Per gli eventi, invece, in programma dal 1° novembre 2021 al 31 marzo 2022, la finestra si aprirà il prossimo 1° settembre e avrà termine il 1° ottobre. La presentazione delle domande è da svolgersi tramite la piattaforma digitale “Bandi Online” di Regione Lombardia.

Potranno fare richiesta dei contributi i soggetti con sede legale o operativa in Lombardia, appartenenti alle seguenti categorie: Federazioni Sportive Nazionali o Comitati regionali; discipline sportive associate; enti di promozione sportiva; associazioni benemerite; associazioni e società sportive dilettantistiche, iscritte al Coni o al Cip o affiliate a federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate o enti di promozione sportiva riconosciute dal Coni o dal Cip.

E, ancora: comitati organizzatori regolarmente costituiti e senza scopo di lucro; altri soggetti aventi nel proprio statuto o nell’atto costitutivo finalità sportive, ricreative e motorie, non lucrative ed enti locali in collaborazione con uno dei soggetti precedentemente elencati.

L’agevolazione prevederà un’erogazione a fondo perduto che potrà variare dai 6.000 euro fino ai 15.000 euro, a seconda del valore del progetto di cui è richiesto il finanziamento. Incideranno sulla determinazione del contributo da erogare la rilevanza e la storicità della manifestazione sportiva. Hanno valore, inoltre, l’eventuale coinvolgimento di più province e la copertura mediatica dell’evento. In ultima, si aggiungono maggiori premialità prevedendo la realizzazione di campus estivi sportivi: con questa misura l’Amministrazione regionale punta anche alla ripartenza dei campus estivi sportivi per ragazzi in età scolare”. “L’organizzazione degli eventi sportivi è fondamentale per il territorio – conclude Massardi – e offre importanti momenti di socialità e di promozione per lo sport, sia a livello provinciale, sia nazionale e internazionale. Per questo si è di stanziare risorse significative a favore di chi, come noi, crede nei valori dello sport e avrà il coraggio di lanciarsi, in un momento difficile come questo, nell’organizzazione di eventi di una certa rilevanza”

 

Una buona  notizia per Villanuova. Martedì 8 giugno, alle ore 10.30, sarà inaugurata la palestra del CFP Zanardelli di Villanuova Sul Clisi.

Parteciperanno all'inaugurazione (nel rispetto delle norme di distanziamenteo):

Samuele Alghisi, Presidente della Provincia di Brescia

Filippo Ferrari, Consigliere delegato all’Edilizia Scolastica

Michele Zanardi, sindaco di Villanuova

 Giovanmaria Flocchini, Presidente Comunità Montana Valle Sabbia

Marco Pardo, Direttore Generale CFP

Un nuovo tassello che arricchisce il puzzle della formazione in Valsabbia.

 

 

La rassegna “Estate Insieme” continua e fa tappa alla Fattoria “La Mirtilla” di Idro in via Vargne 1 il prossimo 17 luglio. Nella magnifica cornice del lago d’Idro si svolgerà un trekking per grandi e piccini dove i protagonisti saranno le dolcissime asine Sofi e Mirtilla.

Un trekking di circa due ore e mezza con partenza dalla fattoria La Mirtilla tra boschi e vallate con accompagnamento a cura del coauditore degli animali e di una guida del territorio specializzata.

Il percorso prevede più tappe con piccole pause per ascoltare i suoni della natura e le leggende storiche dei luoghi toccati tra i quali:

1) La Mirtilla 2) Artiglio dell'idra 3) Battaglia aerea 4) Leggenda del cavallo 5) fornace 6) Castel antico 7) Palazzo Ricobell. Nel costo complessivo è compreso un box merenda con pane, formaggi e salumi locali, anguria fresca e acqua.

 

PREZZI

Adulti 20,00 €

Bambini (dai 4 ai 13 anni) 15,00 €

PROMOZIONI SPECIALI

Adulto+bambino 30,00€

Famiglia con 1 bambino 40.00 €

Famiglia con 2 bambini 50,00 €

Per info e prenotazioni è necessario chiamare il numero 348/5593186

Come sempre il ricavato sarà devoluto ai servizi e progetti della Cooperativa.

 

 

 

E' il violino il protagonista questa settimana della trasmissione Primo piano con Maria Paola Pasini e Marcello Mora. Ospite della settimana di radio 51 il maestro Roberto Codazzi, direttore dell'Estate musicale Gasparo da Salò giunta alla sua 62esima edizione.  Codazzi è anche il direttore artistico del presitigioso Museo del violino di Cremona. Con lui si parla di musica, violino, storia, iniziative e manifestazioni di questa estate gardesana. Seguiteci fino a venerdì 9 luglio su Radio 51, canale 636 del digitale terrestre e www.51news.it alle 8 e alle 12.30.

Riceviamo e pubblichiamo.

 

“La Regione Lombardia stanzia risorse importanti per la ripartenza a 360 gradi di tutte le attività, comprese quelle culturali, che oltre a una propria valenza sociale hanno anche una preziosa rilevanza a livello economico e turistico per i nostri territori”, così il Vicecapogruppo della Lega al Pirellone, Floriano Massardi, che prosegue: “Mi riferisco in particolare al bando regionale che aprirà martedì 29 giugno, finanziato con 162 mila euro, per sostenere i Festival di Musica e di Danza già riconosciuti nel triennio 2018/2020.  E’ stato prolungato a tutto il 2021, infatti, la durata del sostegno a queste importanti manifestazioni”.
“Il perdurare dell’epidemia Covid ha comportato, per lunghi mesi, l'impossibilità di effettuare spettacoli dal vivo, rendendo inoltre inattuabile una previsione di programmazione. Al bando potranno partecipare i Festival di Musica e Festival di Danza già riconosciuti da Regione Lombardia nell’ultimo triennio. La domanda di contributo dovrà essere presentata accedendo alla piattaforma regionale di Bandi online a partire dal 29 giugno”.
“La Regione, con questa iniziativa, dimostra la forte volontà di venire incontro a coloro che, con passione, lavorano nel mondo della musica e della danza, nella piena consapevolezza delle difficoltà che hanno dovuto incontrare nel periodo più drammatico dell’emergenza Covid”.

 

Cerca un articolo

Segnala un evento


Segnala un evento
 

Area Riservata


area riservata 51news
 

Social

AUTOTRASPORTI FIORI
El Furner En Piasa
Wurth
Per la tua pubblicità chiama al 346/3095149

Assegnata una nuova unità navale al Nucleo Guardia Costiera del lago di Garda. La motovedetta CP 605 è arrivata in questi giorni ed è la quinta della flotta.

L’imbarcazione è stata assegnata dal comando generale delle capitanerie di porto di Roma, su specifica richiesta della direzione marittima di Venezia. Le operazioni logistiche sono state assicurate grazie alla convenzione stipulata con la Comunità del Garda, l’autorità di Bacino Garda e Idro, le regioni Lombardia e Veneto e con la Provincia autonoma di Trento.

Con i suoi 45 nodi di velocità, la motovedetta è tra le più veloci in dotazione alle capitanerie e si aggiunge alle altre quattro che operano quotidianamente sul lago, partendo dalla sede di Salò, per garantire il soccorso e il rispetto della sicurezza nella navigazione.

Nei prossimi l’equipaggio, composto da tre militari abilitati al salvamento, potrà iniziare le attività addestrative e di ambientamento in preparazione dell’ormai imminente stagione primaverile. Purtroppo, a causa della pandemia, non è stato possibile realizzare la cerimonia di presentazione della nuova unità, che prevedeva la presenza delle istituzioni civili e militari e la partecipazione del presidente della Comunità del Garda Mariastella Gelmini.

 

"Due passi e un Pirlo....di nuovo a Desenzano":  riparte da qui la Galleria Civica Bosio dopo i mesi della chiusura e la rinnovata possibilità di aprire grazie all'ultima ordinanza ministeriale che colloca Desenzano in zona gialla.

Da venerdì 5 febbraio gli allestimenti a Palazzo Callas Exhibitions sono nuovamente aperti al pubblico ogni venerdì dalle 16 alle 21. Consigliata la prenotazione al numero 030.9909184 (Ufficio Cultura).

 

È tempo di ripartire anche per Sirmione e per i sirmionesi. Venerdì 5 febbraio Palazzo Callas Exhibitions ha aperto nuovamente i battenti al pubblico, pronto ad accogliere turisti e curiosi con la XIII mostra collettiva degli artisti del paese. Opera – Art in progress, l’allestimento che raccoglie le opere di 36 artisti tra pittori, scultori fotografi e poeti, dopo aver subito un temporaneo arresto a causa della pandemia, sarà nuovamente visitabile.

Sirmione riparte dalla cultura, dall’arte e dalla bellezza, firmata da chi Sirmione la vive, la respira e la racconta nella vita di tutti i giorni. L’arte è una creatura in continuo mutamento ed evoluzione, un moto perpetuo di correnti, movimenti, tecniche e sensibilità. Specchio di una realtà che scorre incessantemente, l’arte rappresenta la capacità creativa di cambiamento e re-invenzione. Una capacità che oggi, in un mondo chiamato ad affrontare un capitolo inedito, può aiutare a decifrare il presente e ripensare il futuro.

Espongono: Elisabetta Arici, Luisa Baccinelli, Roberto Bellini, Edoardo Bianchi, Marco Bombana, Michela Bonzio, Massimo Bottura, Elia Brighenti, Umberto Cagliari, Maria Gioia Casagrande, Nazzareno Coccia, Maria Chiara Dal Cero, Antonella Domenegoni, Aurelio Drago, Alessandro Duina, Mauro Duina, Benedetta Ferranti, Giulia Ferrari, Cristina Gaiera, Elena Giordano, Vito Grisoni, Jennifer Guerra, Peppino Mellini, Chiara Mezzana, Enrico Mezzana, Antonello Perin, Maria Teresa Pietta, Anna Prandi, Giuseppe Rossini, Margherita Salaorni, Gaia Soldà, Cristina Treccani, Damiano Valbusa, Luciano Vicentini, Renato Vismara, Elena Volongo.

Provvisoriamente verrà mantenuta l’apertura ogni venerdì. Per garantire una visita della mostra in completa sicurezza è consigliabile la prenotazione. 

Prossimi Eventi

Per la tua pubblicità chiama al 346/3095149