Società

L’Ospedale Civile La Memoria di Gavardo ha ricevuto l’autorizzazione all’esercizio e l’accreditamento dell’attività di emodinamica, in ampliamento all’unità operativa di cardiologia. Un risultato storico atteso da anni annunciato nei giorni scorsi dal consigliere regionale della Lega Floriano Massardi. Il provvedimento fa seguito all’impegno del giorno approvato dall’Aula consiliare di Regione Lombardia nell’agosto 2021, passaggio seguito dalla Delibera di Giunta che stanziava i fondi per 790.000 euro destinati all’acquisto di un angiografo monoplano per l’emodinamica”.

“Grazie a questo importante servizio medico finalmente, dopo anni di richieste da parte dei nostri concittadini e sanitari – ha spiegato Floriano Massardi - si chiude l’iter di realizzazione di questo servizio a Gavardo fondamentale per la salvaguardia di vite umane della patologia cardiaca tempo-dipendente (infarto) e di grande rilevanza per la sopravvivenza del presidio ospedaliero stesso.

Il territorio della Valle Sabbia e dell’alto Garda risultava infatti essere l’unica area di tutta la Provincia di Brescia che ne era sprovvista. Da oggi finalmente quel sogno diventa realtà”.

 

Ritorna la ricca e variegata proposta di attività ed iniziative per l’estate 2024 a cura del Museo Archeologico della Valle Sabbia a Gavardo (piazza San Bernardino). 

Come ogni anno, il museo offre una serie di iniziative per adulti e bambini, tra storia e archeologia. A partire da domani 12 giugno e per ogni mercoledì mattina fino al 17 luglio, in concomitanza con il mercato settimanale di Gavardo, si svolgeranno i “Mercoledì da museo”, un ciclo di sei appuntamenti durante i quali i più piccoli potranno imparare divertendosi, seguendo ogni volta un percorso e laboratorio didattico diverso, dalla lavorazione della ceramica alla creazione di monili preistorici, dai giochi romani all’osservazione dei fossili.

Domenica 16 giugno, in occasione delle “Giornate europee dell’archeologia 2024” è invece in programma l’archeo trekking presso il Lucone di Polpenazze, di cui abbiamo parlato qui

Il 7 luglio, e come ogni prima domenica del mese con le attività per famiglie, si svolgerà, sempre al sito del Lucone, il laboratorio “Ceramisti si diventa”, momento didattico che permetterà ai piccoli partecipanti di conoscere da vicino le antiche tecniche di produzione della ceramica e creare il proprio manufatto da conservare come ricordo della giornata. 

Dal 2 agosto, e per ogni venerdì pomeriggio fino al 30 agosto, ritorna anche il consueto appuntamento con “A scavo aperto”, l’iniziativa di visite guidate gratuite al sito del Lucone di Polpenazze in contemporanea con le ricerche archeologiche sul campo. 

Domenica 6 agosto è in programma, sempre al Lucone, una divertente “Caccia al tesoro”, sempre all’interno delle iniziative promosse dalla rassegna “Mavs for Kinds”. L’attività vedrà coinvolti i bimbi e le loro famiglie in una coinvolgente esperienza da “aspiranti detective” tra storia, natura e archeologia. 

Dal 19 al 23 agosto sarà la volta della speciale iniziativa “Archeo Experience. Una settimana da archeologo – edizione 2024”, il camp estivo riservato ai bimbi dai 6 ai 12 anni, il quale si svolgerà sia in museo a Gavardo che nell’area archeologica del Lucone di Polpenazze, e che prevederà anche l’escursione presso la suggestiva grotta del Buco del Frate nel comune di Prevalle. 

Si conclude il tutto domenica 1 settembre con la tradizionale festa di fine scavo presso il sito del Lucone, durante la quale i visitatori, sia la mattina che il pomeriggio, potranno effettuare un tour guidato dello scavo, assistere a laboratori di archeologia sperimentale e provare anche il tiro con l’arco preistorico. 

Tutte le iniziative sono curate dai Servizi Educativi del MAVS, in collaborazione con le operatrici didattiche de La Melagrana, e con il supporto dei volontari del Gruppo Grotte Gavardo. Per saperne di più è consigliabile consultare la sezione “news ed eventi” del sito del MAVS, telefonare allo 0365.371474 (dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00, il giovedì anche dalle 14.00 alle 17.00 e la domenica dalle 14.30 alle 18.30), oppure inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Venerdì 7 e sabato 8 giugno, in piazza Tre Novembre, si svolgerà 17esima edizione dell’Italian Bodypainting Festival, il campionato italiano dei corpi dipinti.

Diversi artisti specializzati nella pittura del corpo si incontrano, mettendo in gioco la propria abilità con varie tecniche di pittura. Saranno presenti circa 30 artisti, nazionali e internazionali. L'evento è caratterizzato dal contest di bodypainting, dove si potranno vedere all'opera tutti gli artisti. Nelle due serate inoltre, ci sarà uno spettacolo in cui verranno esibite sul palco le opere realizzate ed eletti i campioni italiani per ogni categoria. 

L'Italian Bodypainting Festival, il campionato italiano dei corpi dipinti, è l'evento più colorato del lago di Garda ed è di portata internazionale: diversi artisti specializzati nella pittura del corpo si incontrano in un'amichevole sfida, mettendo in gioco la propria abilità con tecniche quali pittura a pennello, aerografo o effetti speciali. Il pubblico, ogni anno sempre più numeroso, ha dimostrato di apprezzare la bravura e destrezza dei painters che nel giro di poche ore trasformano le loro modelle e i loro modelli in un'opera d'arte vivente.

Nella prima parte delle due giornate, dalle 10 alle 17, gli artisti dipingeranno modelle e modelli, mentre dalla 17 alle 20 saranno presentate le opere alla giuria. Quindi modelle e modelli potranno posizionarsi sui set fotografici realizzati ad hoc e infine, dalle 21 alle 23, ci sarà l’esibizione sul palco, fino al momento delle premiazioni delle varie categorie.

Dal 18 giugno in farmacia si potranno fare holter ed Ecg in regime di sistema sanitario con la ricetta bianca. Si inizia dai pazienti con patologie cardiache.

 

Dopo l’annuncio dei giorni scorsi, da martedì 18 giugno anche le farmacie di Brescia e provincia potranno finalmente erogare le prestazioni di telemedicina, ovvero holter pressorio, holter cardiaco ed Ecg, in regime di sistema sanitario, con la ricetta bianca. I servizi che già le farmacie erogano a pagamento, con numeri sempre in crescita negli ultimi anni, ora potranno essere erogati anche con esenzione, a iniziare dalle persone con patologie cardiache, sempre muniti di ricetta del medico di base o del pediatra.

A seguire, nelle prossime settimane, sarà possibile erogare la prestazione anche per i pazienti diabetici. “In questo modo – commenta la presidente di Federfarma Brescia – si rafforza ancora di più la farmacia dei servizi e, in particolare, la telemedicina in farmacia. Da lunedì 10 giugno, le farmacie del nostro territorio possono aderire alla sperimentazione, selezionando quale servizio vogliono erogare: ai cittadini le prestazioni saranno visibili tramite la app Farmacia Aperta. Da lunedì prossimo si parte con il servizio con ricetta. Il nostro obiettivo è garantire una sanità sempre più vicina alle esigenze della gente, grazie alla nostra rete di farmacie capillari e accessibili”.

Per prepararsi, i farmacisti parteciperanno a uno specifico corso, oltre a un webinar organizzato da Federfarma Lombardia. Ogni farmacia, per erogare la prestazione in telemedicina, dedicherà uno spazio idoneo e attrezzato all’interno dei suoi locali. Potranno ricevere il servizio solo i pazienti affetti da patologie cardiovascolari muniti di prescrizione medica su ricetta bianca del medico di base (con indicato il relativo codice esenzione oppure con autodichiarazione di essere in possesso di esenzione associata alla patologia cardiovascolare). I cittadini potranno usufruire al massimo di tre Ecg, tre holter pressori e tre holter cardiaci e dovranno rilasciare il consenso privacy. Il referto sarà consegnato ai pazienti sempre in farmacia.

Il prossimo mese di luglio, sempre nell’ambito della telemedicina in farmacia, partirà anche il servizio di riconciliazione della terapia farmacologica: le farmacie bresciane saranno invitate a stilare la lista dei farmaci somministrati a un paziente, per fornire al medico un quadro chiaro e per aiutarlo nella sua attività prescrittiva, prevenendo eventi rischiosi, soprattutto nei casi di politerapia.

 

Questa sera, venerdì 7 giugno alle 20.30, presso la chiesa della Natività di Gardone Sotto si celebrerà la festa quinquennale del Sacro Cuore, una tradizione antica recentemente recuperata grazie al comitato organizzatore dell'evento e al parroco don Angelo Olivetti. Si concluderà con la suggestiva processione sull'acqua.

 

La Parrocchia di Gardone Riviera annuncia con grande soddisfazione una festa molto suggestiva che in passato ha accompagnato per tradizione la vita del paese lacustre. "Questo evento - sottolieano gli organizzatori - rappresenta una straordinaria occasione per la comunità di riunirsi in preghiera e celebrare una tradizione che stava rischiando di essere dimenticata". 

La serata inizierà alle 20.30 con una messa solenne presso la chiesa locale. Alle ore 21.30 avrà inizio la processione che condurrà i partecipanti dalla chiesa al lungolago. Un momento particolarmente suggestivo sarà quando la statua del Sacro Cuore verrà collocata su una barca per una processione simbolica sull'acqua, lungo il lungolago di Gardone Sotto. La processione si concluderà con una benedizione finale nella zona del porticciolo. 

L'atmosfera sarà resa più raccolta e magica dalla luce di candela e lanterne che illumineranno il percorso, dalle lucciole lacustri che galleggeranno sul lago e da bellissimi fiori di panno bianchi e rossi, preparati a mano da un folto gruppo di volontarie, ad abbellire il percorso della processione.  

“La ripresa di questa antica tradizione gardonese - aggiunge il parroco - offre un'opportunità unica per rivivere momenti di spiritualità e comunità in un contesto suggestivo. Penso sia una bella occasione per uscire dalla chiesa e mostrare, anche ai turisti presenti, una peculiarità della nostra comunità. Vi invitiamo a partecipare numerosi per condividere insieme questo significativo evento“.

Coloro che lo desiderassero potranno partecipare alla processione con la propria barca, seguendo l’imbarcazione del Sacro Cuore che partirà indicativamente alle 21.30 dall’imbarcadero in Piazza Wimmer.

 

 

Prende il via domenica 16 giugno la prima Summer School, un progetto di alta formazione organizzato sul lago di Garda dall’ OTG (Osservatorio per il turismo sul lago di Garda - direttore il prof. Giovanni Gregorini), Centro di ricerca dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, creato insieme a Comunità del Garda.

L’iniziativa avrà la sua base operativa presso l'hotel Acquaviva di Desenzano ma sono anche previste uscite sul territorio e un pomeriggio di lezione in navigazione. Il corso Luxury Tourism: Branding, Communication, Sustainability è stato possibile grazie al contributo di Terme e Grandi Alberghi di Sirmione, e vede la sinergia di Università Cattolica del Sacro Cuore, Comunità del Garda, Fondazione Ugo da Como di Lonato, Navigazione Lago di Garda.

Il programma prevede quattro giorni molto intensi con lezioni di docenti di università italiane e straniere, professionisti del territorio, escursioni, esperienze di conoscenza, incontri e anche qualche momento di relax e di conoscenza diretta delle buone pratiche turistiche, con particolare attenzione agli aspetti economici, manageriali e di imprenditorialità di questa declinazione specifica legata all’alta gamma.

Nello specifico, gli ambiti di approfondimento riguarderanno l'analisi storico-economica, culturale e antropologica del Turismo del Lusso, la comunicazione d'impresa e le dinamiche dei settori social, l'approccio internazionale alla valorizzazione dei patrimoni disponibili, la fondamentale rilevanza delle competenze linguistiche e della storia, come strumento di incontro tra i Turismi nel mondo, le politiche territoriali tese allo sviluppo dei territori in chiave sostenibile.

Sabato 15 giugno alle 21 si terrà la finalissima del contest che vede sfidarsi diverse band musicali per l'ambito premio finale. L'apertura della serata sarà alle 19 in piazza del Comune a Paitone (via Santa Giulia 4). 

La manifestazione viene riproposta per il quarto anno, dopo il successo delle edizioni precedenti. A gareggiare per il primo premio di 1000 euro saranno le quattro band che hanno vinto le selezioni: Giarmalena, Bestbefore, PaulsØ, Nerovinile. Il live avrà inizio alle 21.

Ospite speciale della serata sarà Paolo Zanetti, chitarrista affermato nel panorama musicale italiano, artista eclettico che può vantare collaborazioni prestigiose con i più grandi artisti della nostra musica.

Durante l'intera serata sarà attivo lo stand gastronomico. L'evento si svolgerà anche in caso di pioggia.

Questa sera alle 19:30, sul lungolago e nel centro storico di Salò, prenderà il via un appuntamento con la musica che si ripeterà all'inizio di ogni mese per l'intera estate salodiana.

L'iniziativa è promossa dall'assessorato al Turismo e dalla Pro Loco di Salò. Oltre a oggi, 6 giugno, gli altri appuntamenti in calendario sono il 4 luglio, il 1° agosto e il 5 settembre, sempre di giovedì.

Dopo l'apertura alle 19:30, la serata prevede musica dal vivo a partire dalle 20:30 e fino a mezzanotte. Alle 23 verrà offerto, in collaborazione con l'Associazione Commercianti “Salò Promotion", uno spettacolo pirotecnico visibile in tutto il golfo. Nel corso dell'evento sarà possibile uno shopping serale sia sul lungolago che nei negozi del centro storico.

Domenica 16 giugno alle 20:30, presso la piazza del Comune, si terrà un concerto del Grappo Musicale Prevalle diretto dal maestro Stefano Gamba.

 

L'evento si svolge con il patrocinio del Comune di Prevalle e vuole essere un saluto alla bella stagione in arrivo. In caso di pioggia, il concerto si svolgerà nella palestra delle scuole medie.

Promuovere un’istruzione di qualità per facilitare l’accesso al lavoro: questo l'obiettivo del progetto di cui è capofila la cooperativa Area di Villanuova. I dati bresciani sull’occupazione e l’abbandono scolastico

 

La scuola è uno dei fattori che determinano le maggiori o minori possibilità di occupazione, per questo motivo garantire un diritto equo all’istruzione di qualità è essenziale. Scuola al Plurale è un progetto triennale che mira a sostenere modelli innovativi capaci di ridurre i fenomeni di segregazione scolastica che incidono sui minori nella fascia di età 6-13 anni e che possono portare all’abbandono scolastico, rendendo di conseguenza più difficile l’accesso a opportunità lavorative. 

Secondo uno studio di Openpolis commissionato nell’aprile 2024 dall’impresa sociale Con I Bambini su questo tema, in Italia il tasso di occupazione tra i giovani che hanno lasciato precocemente la scuola è pari al 39%: quasi 20 punti in meno dei coetanei diplomati. Il divario è particolarmente ampio per le ragazze: 53,1% il tasso di occupazione tra le giovani diplomate (a fronte del 25,5% tra quelle che hanno abbandonato) e nell’Italia settentrionale: 70,9% contro 48,9%.

Ad abbandonare la scuola, inoltre, sono soprattutto i giovani di famiglie svantaggiate, rendendo tale condizione ereditaria. I ragazzi di origine italiana che non completano il ciclo di studi sono il 36,1%, mentre tra i giovani stranieri la percentuale arriva a sfiorare il 50%. 

La ricerca di Openpolis offre anche dati puntuali di tutti i Comuni italiani, confrontando tra la percentuale di occupati e di diplomati (o titoli superiori) nella fascia 25-49 anni. Nei comuni della Valle Sabbia, la percentuale di giovani che hanno completato il ciclo di istruzione secondaria è sotto la media italiana, tra il 42 e 49% a seconda del Comune. La percentuale degli occupati invece è al di sopra dei dati nazionali, attestandosi tra il 77 e l’81%. In città invece, sia la percentuale degli occupati sia quella di chi ha conseguito il diploma supera la media Italiana; Brescia segna rispettivamente il 78,9% e 56,5%.

Al progetto Scuola al Plurale prendono parte 4 istituti comprensivi bresciani, di cui due della città di Brescia e due situati in Valle Sabbia, all’interno dei quali il capofila Cooperativa Area e tutti i partner lavoreranno a stretto contatto con dirigenti, insegnanti e studenti per promuovere interventi che consentano di garantire una formazione di qualità anche in contesti più complessi. Attraverso occasioni di dialogo e co-progettazione, momenti di formazione per i docenti e laboratori con gli studenti e con le famiglie, Scuola al Plurale lavorerà per potenziare l’offerta formativa delle scuole e rafforzare le competenze degli alunni. 

Il progetto Scuola al Plurale è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. 

 

La 1000 miglia 2024 torna a Salò: dopo i passaggi del 2021 e del 2022, la freccia rossa tornerà per un controllo timbro sul lungolago in Piazza Vittoria.

Sabato 15 giugno la 1000 Miglia 2024, preceduta e seguita dalle manifestazioni correlate, passerà dal Comune di Salò. Le Ferrari del Tribute 1000 Miglia faranno il loro ingresso in città alle ore 11:20 circa e, arrivate presso Piazza Vittoria, effettueranno l’attività di controllo timbro. Al seguito, le auto d’epoca della 1000 Miglia, che arriveranno per le 11.40 circa e seguiranno lo stesso percorso delle Ferrari.

Le vetture, percorrendo la SP39 via Zublino, una volta alla rotonda di Salò scultura del Violino, svolteranno in via Zette e continueranno su via Pietro da Salò, costeggiando il lago. Arrivati in Piazza Vittorio Emanuele II si svolterà su lungolago Zanardelli e, costeggiando il lago, ci sarà il controllo timbro in Piazza Vittoria. In uscita invece, le due manifestazioni prenderanno percorsi differenti come di seguito: le Ferrari in uscita da Piazza Vittoria continueranno su lungolago Zanardelli e via Brunati, proseguendo poi su largo Dante Alighieri, via Giuseppe Garibaldi e, arrivati alla rotonda, continueranno su viale Papa Paolo VI, per poi prendere la SS45 bis via Gardesana. Le auto storiche invece, continueranno su lungolago Zanardelli e svolteranno in via Gerolamo Fantoni, proseguendo così su via San Carlo, piazza Angelo Zanelli. Sorpassata la Torre dell’Orologio, si immetteranno su Largo Dante Alighieri e quindi sullo stesso percorso fatto precedentemente dalle Ferrari.

Oltre al convoglio dei circa 420 esemplari unici prodotti dal 1927 al 1957 e alle 120 Ferrari, ci saranno le auto FullElectric della 1000 Miglia Green (che anticiperanno le storiche) e le Supercar e Hypercar moderne della 1000 Miglia Experience. Sarà presente anche l’auto a guida autonoma del Politecnico di Milano, del Progetto 1000 Miglia Autonomous Drive.

“Qui a Salò - afferma Beatrice Saottini, presidente 1000 Miglia Srl - si terrà l’ultimo controllo timbro di una cavalcata di 2200 chilometri, la città avrà quindi un ruolo importante prima del rientro a Brescia. La 1000 Miglia 2024 chiederà agli equipaggi e alle loro magnifiche vetture uno sforzo importante, ma allo stesso tempo, come sempre, la parte sportiva andrà di pari passo con la scoperta delle bellezze del territorio italiano. Sono certa che per i piloti e i loro navigatori arrivare in questa splendida cittadina sul lungolago sarà una gioia per gli occhi che allieterà gli ultimi chilometri prima del traguardo di Viale Venezia”.

"La corsa più bella del mondo - aggiunge Gianpiero Cipani, sindaco di Salò - anche quest’anno passerà per le vie di Salò, per il lungolago e per le vie del centro storico. Oltre 400 autovetture uniche al mondo porteranno stupore e bellezza nella nostra città. Dopo il passaggio del 2021 e del 2022, l’unica vera corsa senza tempo, un evento unico, un sogno che corre per le strade del Bel Paese dal 1927, tornerà ad animare Salò. Una occasione imperdibile, che abbiamo fortemente voluto come amministrazione comunale, a testimonianza del forte legame di Salò con la bellezza, la storia e l’automobile".

Dopo il via da Brescia nel pomeriggio di martedì 11 giugno e l’attraversamento di Bergamo, Novara e Vercelli, la prima tappa si concluderà a Torino. Il secondo giorno, una volta partito dalla città sabauda, il convoglio scenderà verso sud scollinando le Langhe e attraverserà il centro di Acqui Terme, per poi fare rotta verso Genova, Capitale Europea dello Sport 2024 e sede del primo pranzo di gara. Dopo la sosta, la gara si lascerà alle spalle la Riviera di Levante e in direzione della costa tirrenica giungerà a Viareggio, sede dell’arrivo della seconda giornata di gara. La discesa verso Roma caratterizzerà la terza tappa, che vedrà inizialmente una deviazione nell’entroterra toscano con il passaggio da Lucca, per poi fare ritorno sulla costa e proseguire fino al break del pranzo a Castiglione della Pescaia. Nel pomeriggio il passaggio da Grosseto, l’ingresso nel Lazio e la discesa lungo il Lago di Bolsena prima di concludere la giornata con la sfilata in via Veneto. Dopo il giro di boa della Capitale, il quarto giorno gli equipaggi risaliranno fino a Orvieto prima di sostare per il pranzo a Solomeo, caratteristico borgo medievale incastonato tra le colline umbre, da dove ripartiranno verso Siena e Prato. Prima di raggiungere il finale di tappa a San Lazzaro di Savena (Bologna), piloti e navigatori valicheranno i passi della Futa e della Raticosa. Da Bologna, l’ultima tappa incontrerà Ferrara, e ancora il lago di Garda con la Valtenesi e Salò, prima della classica passerella in Viale Venezia a Brescia.

 

Altri articoli...