Strumenti

Due debutti in uno: giovedì 23 luglio alle 21:15, presso il Parco dei Frati francescani a Rezzato, il gruppo “Amici di Bacco” si presenta sulla scena pubblica organizzando la prima dello spettacolo “Divergenze. Viaggio tra parole e musica”. Ingresso libero, ma prenotazione obbligatoria ai numeri 328.0747927 o 320.8895656. In caso di maltempo, lo spettacolo sarà rinviato a data da definirsi.

 

Andranno in scena gli attori Matteo Baronchelli e Valerio Busseni, con Sandro Cuccuini alla tastiera, per la regia di Ennio Pasinetti. Uno scontro/incontro brillante, surreale e ironico, incantato e comico tra testi di Achille Campanile, Giorgio Gaber, Ascanio Celestini, Alessandro Bergonzoni, Woody Allen, Antonio Albanese e musiche che spaziano da Mozart a Jannacci, da Carosone a Cocciante, da Verdi a Paoli. Un aspirante cantante lirico e un uomo disperato collidono e poi si divaricano in scena, l’uno estraneo all’altro, magicamente accostati dalla musica, che cerca un filo, l’incastro di un puzzle. Lo scontro non deflagra, anzi devia all'umoristico, talvolta alla risata: monologhi e canzoni sciolgono le prospettive divergenti in incontri inattesi, spiazzanti e creativi.

L’occasione è propizia a mettere sotto i riflettori i giovani del neonato sodalizio “Amici di Bacco”, costituitosi per valorizzare il patrimonio arboreo e la bellezza artistica del parco posto sul colle rezzatese di S. Pietro, scenografico fondale della neoclassica Villa Fenaroli. Il gruppo nasce nel pieno dell’inverno, ma, come i semi sotto terra, è destinato a fiorire con la bella stagione, quest’anno un po’ ritardato, come molto altro, dall’emergenza contagio. È infatti il 2 gennaio 2020 la data ufficiale di costituzione di un gruppo di giovani rezzatesi che prendono per nome il parco pubblico che domina l’abitato. La motivazione che spinge alla creazione del gruppo è la comune volontà di dedicare il proprio tempo libero alla riscoperta e valorizzazione dei luoghi tipici e di speciale bellezza del paese. Tutti i componenti amano Rezzato, il suo patrimonio paesaggistico, d’arte e di storia, nel quale spicca il parco retrostante la Villa Fenaroli, comunemente detto Parco di Bacco.

L’obiettivo primario del gruppo è rendere il Parco di Bacco un luogo di maggiore fruibilità, favorendo l’organizzazione di eventi di carattere aggregativo senza scopo di lucro. Si intende mettere a disposizione risorse di volontariato per la pulizia del colle, la manutenzione ordinaria del verde e la cura delle essenze arboree, in particolare l’oliveto, secondo le migliori tecniche colturali, garantendo una corretta e razionale gestione. Così il gruppo, che si dà consistenza come branca della Cooperativa di Consumo, si intende affiancare all’attività già in parte svolta all'interno dell'area grazie all'associazione “Naturalmente”, con la quale subito si mette in sinergia, integrandosi con quella azione pure volontaria, ma aggiungendo il desiderio di promozione e conoscenza storico-artistica del luogo, vero fiore all'occhiello per la comunità rezzatese.

Ennio Pasinetti

(La foto è di Lisa Agnelli, che ringraziamo)