Strumenti

A chi non è capitato purtroppo, trovandosi in una zona non conosciuta, di seguire le indicazioni del tom tom e ritrovarsi in un luogo scosceso o impraticabile, sul ciglio di una scarpata o all'interno di una strada troppo stretta? Quasi a tutti, direi. Questa mattina è toccato agli autisti di un furgone di consegne a domicilio che seguendo le indicazioni di una deviazione e le istruzioni del navigatore si sono ritrovati "prigionieri" dell'angusta via Monte a Gavardo, la strada che sale al Monticello la sede degli alpini. Troppo stretto e basso il volto da attraversare per arrivare in paese, troppo ripida e scivolosa la strada per tornare indietro. Fortuna ha voluto che passasse di lì una pattuaglia dei carabinieri forestali di Gavardo che si sono subito attivati e hanno fatto intervenire un mezzo consono a trainare il mezzo: un trattore. Ed ecco, fatto: strada libera, furgone "liberato". Avvenuta finita bene! Quel che si dice al servizio dei cittadini...