Strumenti

La squadra di nuoto agonistico della Canottieri Garda inaugura martedì 1 Ottobre la stagione 2019/2020 all’insegna di un progetto sportivo rinnovato, che conclude l’esperienza con la Vittoria Alata Nuoto, la società che fino allo scorso anno curava la preparazione dei migliori nuotatori salodiani.

Da quest’anno tutti gli atleti della Canottieri verranno seguiti da uno staff interno, con un programma di preparazione strutturato per valorizzare i migliori talenti e rilanciare le ambizioni della squadra.

“Questa è una stagione molto importante per noi. Abbiamo iniziato il nostro progetto con molta umiltà 3 anni fa, e anche se siamo ancora una realtà molto piccola rispetto ad altre società con più storia e risultati di noi, abbiamo tutte le carte in regola per ritagliarci uno spazio tra i migliori. Ci aspetta molto lavoro ma abbiamo le idee chiare sul futuro” dichiara il Direttore Tecnico Carlo Boni.

Ambizioni in crescita

Il programma ha avuto inizio circa nel 2016 ed è partito da un piccolo gruppo di atleti delle categorie giovanili che hanno mosso i primi passi prima nel panorama giovanile regionale e poi in quello nazionale. 

La sezione agonistica conta un totale di 85 atleti nelle categorie giovanili (esordienti A, esordienti B e squadra agonistica), seguiti da 4 allenatori federali e uno staff di supporto composto esclusivamente da professionisti del settore.

Gli sforzi della Canottieri Garda nello sviluppo di un programma interno di alto livello sono rappresentati anche da importanti investimenti a supporto dell’attività agonistica. In particolare l’acquisto di strumenti tecnologici come il velocimetro, che misura la velocità dell’atleta in acqua, test biomeccanici avanzati, che permettono di analizzare i particolari tecnici di partenze e virate, e test metabolici specifici.

Gli atleti della prima squadra, circa 23 ragazzi, seguono un programma serrato: tutti i giorni allenamento nella vasca interna del Polo Sportivo con 7 corsie a loro riservate e nella palestra, sempre all’interno dello stesso impianto, che dispone di diverse tipologie di attrezzature distribuite in 400 metri quadrati. Inoltre, sulla base di esigenze individuali, gli atleti hanno a disposizione per gli allenamenti estivi la vasca olimpica del Polo Sportivo al mattino, mentre in inverno vengono riservati alcuni spazi il sabato mattino presso la vasca della piscina Lamarmora di Brescia sempre da 50 metri.


Lo staff

Dal 2016 Carlo Boni è il Direttore Tecnico del programma agonistico. Dal 2019 è affiancato dall’allenatore federale e atleta di livello nazionale Andrea Radici, insieme a Rebecca Bandini e Giuliano Leotta.

Lo staff è completato dal medico dello sport Glauco Nedrotti, dallo psicologo e mental coach Elio De Signori, dal preparatore atletico Giuliano Leotta, dal massaggiatore Lorenzo Bonvicini disponibile anche per appuntamenti settimanali, oltre a una convenzione attiva con la fisioterapia interna al Polo Sportivo per trattamenti specifici.

 

Gli obiettivi
Sono molti gli atleti che quest’anno ambiscono a emergere anche a livello nazionale.
Su tutti Alessandro Mora, classe 2005, che la scorsa stagione è stato autore della miglior prestazione nazionale dell’anno sui 200 stile libero in vasca lunga ai Campionati Italiani di Roma e punta ad essere tra i protagonisti di questa stagione. Insieme a lui i nuotatori che hanno già partecipato ai campionati di categoria nazionali Jacopo Ricciotti, Aurora Guatta, Daniele Giuntoli, Nicolò Serpi e che insieme a tanti altri atleti proveranno a formare un gruppo numeroso e agguerrito per i prossimi Criteria di Marzo 2020.

Tutti i componenti della prima squadra provengono dalla Scuola Nuoto Federale della Canottieri Garda, che nella stagione 2018/2019 ha coinvolto 1.230 bambini tra i 4 e 12 anni, e che grazie al lavoro di 15 collaboratori tra istruttori e allenatori rappresenta un importante tassello per l’avvio della “filiera” tecnica.

 

La nostra Società Sportiva, attiva anche nello sport agonistico della vela, del canottaggio, del tennis, del triathlon, ha raggiunto negli ultimi anni risultati eccellenti sia a livello internazionale giovanile che assoluto in alcune delle discipline storiche. Abbiamo fortemente voluto un progetto di alto livello legato al nuoto nell’impianto che gestiamo e abbiamo concentrato tanti sforzi con investimenti importanti sullo staff tecnico e sulle strutture messe a disposizione degli atleti. Sappiamo che per arrivare a livelli importanti servono pazienza e umiltà ma siamo convinti che lavorando passo dopo passo con convinzione e determinazione i risultati arriveranno”, sottolinea Marco Maroni, Presidente della Canottieri Garda.

Meeting 2020
Uno dei primi appuntamenti del 2020 sarà il meeting nazionale di nuoto, programmato per il 12 gennaio, in attesa dell’approvazione definitiva della Federazione Italiana Nuoto che si attende per inizio ottobre. La vasca del Polo Sportivo, grazie all’investimento della Canottieri Garda Salò, già dallo scorso anno si è dotata di blocchi di partenza di ultima generazione per offrire ai partecipanti le migliori condizioni agonistiche. L’edizione del 2019 ha visto la partecipazione di circa 550 atleti, per un totale di 1400 presenza gara, provenienti da società siciliane, venete, trentine e lombarde, numeri importanti per la struttura salodiana.

Per questa stagione si punta a incrementare il livello qualitativo delle gare, prevedendo la partecipazione di atleti tra i più accreditati per contendere medaglie ai successivi campionati nazionali giovanili di fine marzo. Il regolamento prevede la partecipazione di atleti delle categorie “esordienti A”, “ragazzi”, “juniores” e “assoluti”. Per molti sarà il primo test del 2020 in preparazione agli appuntamenti più importanti della primavera successiva.

Società Canottieri Garda Salò
Dal 1891 la Società Canottieri Garda promuove lo sport e i suoi valori, avvicinando ogni anno centinaia di giovani atleti a diverse discipline: canottaggio, nuoto e vela ma anche tennis e triathlon. Le squadre della Canottieri partecipano alle principali gare agonistiche nazionali e internazionali, con un crescente numero di successi. Ad oggi il circolo velico conta oltre mille soci, gestisce il porto privato Mauro Melzani di Salò, che può ospitare fino a 120 imbarcazioni, un polo sportivo con piscine, un parco estivo, palestra e studi di fisioterapia nonché un Tennis Club.
L’impegno della società è stato premiato dal C.O.N.I. con l'assegnazione della Stella e del  Collare d'oro al merito sportivo, le massime onorificenza dello sport italiano.