Strumenti

Luciano Taddeo Darderi e Carlotta Moccia vincono il 5° Torneo Open Città di Salò – Trofeo Argoclima, organizzato dalla Canottieri Garda sui campi in terra rossa del Tennis Salò.

 

La finale maschile si è disputata domenica 8 agosto e Darderi, classe 2002,  ha battuto Gianluca Acquaroli con il risultato di 7-5; 6-2. «È stata una finale combattuta – ha affermato il vincitore – perché il mio avversario è partito a fuoco e in fiducia per il risultato che aveva ottenuto nella semifinale. Il primo set è stato quello più difficile, una lotta serrata ad ogni colpo con un livello di gioco molto alto; dopo aver vinto quello, giocare il secondo è stato più semplice. Mi sono trovato molto bene anche dal punto di vista organizzativo e ringrazio la Canottieri per aver messo a mia disposizione la palestra e le sue strutture. Sono molto contento del risultato e del mio lavoro in campo».

Nelle semifinali il tennista italo-argentino aveva nettamente battuto Marco Pontoglio (6-1; 6-1) finalista del 2019, mentre Gianluca Acquaroli con un’avvincente partita (6-3; 2-6; 6-2) aveva eliminato Marco Speronello, il vincitore delle scorse due edizioni di questo torneo e favoritissimo della vigilia.

La diciottenne Carlotta Moccia (2.4) del Tennis Club Triestino ha vinto invece nella categoria femminile dopo il ritiro improvviso dell’altra finalista Alessandra Corvi.

«Questa quinta edizione del Torneo Città di Salò – ha commentato Marco Levrangi, responsabile settore tennis della Canottieri Garda – ci ha regalato molte sorprese, sia per la qualità dei giocatori presenti nel tabellone che per la folta partecipazione del pubblico, nonostante il disagio delle limitazioni per l’accesso con green pass».

Sempre presente il giudice arbitro FIT Luciana Soliani, mentre domenica ha dato lustro alla finale la presenza in campo del giudice di sedia FIT Romano Grillotti, giudice di fama internazionale che ha arbitrato a Wimbledon, agli Australian Open e agli US Open.

Il sostegno dello sponsor unico Argoclima, ha permesso che questo Torneo “Città di Salò”, si confermasse una delle edizioni meglio riuscite del panorama tennistico della zona.