Strumenti

                                                                                                                                                                        

Temperature primaverili e clima di festa a Bedizzole per la 32a rassegna del carnevale bresciano. Quest’anno le regole ferree sulla sicurezza (con tanto di ingegneri a controllare in mattinata i carri e la documentazione che ne attesta la conformità) hanno scoraggiato alcuni partecipanti storici, ma chi prevedeva una manifestazione in tono minore ha dovuto rivedersi. Erano infatti parecchi sia i gruppi che i carri, ciascuno con decine di figuranti, i quali hanno regalato al pubblico coreografie originali e spiritose, divertendo grandi e piccini con leggerezza e stupendo tutti con effetti speciali inaspettati.

Erano presenti carri provenienti dai paesi confinanti, come Carzago e Padenghe (nell’inedita accoppiata con Moniga), ma anche partecipanti giunti da fuori provincia, per esempio da Castiglione delle Stiviere, Volta Mantovana o Castelgoffredo, e perfino Storo. Nel corso del pomeriggio si sono esibiti anche le Majorettes di Calcinato e la Marching Band di Bedizzole, con caroselli molto apprezzati dal numerosissimo pubblico che ha affollato le strade del paese.

Giovanna Gamba

Diamo di seguito l’ordine di arrivo dei gruppi e dei carri, secondo la classifica stilata dalle 15 persone componenti la giuria.

Gruppi: 1. Seminiamo la pace (Montichiari, Borgosotto). 2. Mary Poppins alla corrida (Moniga-Padenghe). 3. Burattini e marionette (Castenedolo). 4. Fire Department (Castiglione delle Stiviere). 5. Gli insetti (Castelgoffredo). 6. Gruppo Lego (Botticino). 7. Bulli e pupe (Storo). 8. La vera storia Minions (Lograto).

Carri: 1. Tra leggenda e realtà (Volta Mantovana). 2. Il paese dei balocchi (Castelgoffredo). 3. Capitan Spugna (Lograto). 4. Sognar non costa nulla (Erbusco). 5. Pirati dei Caraibi (Carzago). 6. Ragionier Ugo Fantozzi (Montichiari). 7. Jurassik Park (Castegnato).