Strumenti

E per la prima volta dal 2010, nel 2015 i contratti a tempo indeterminato sono cresciuti di quasi 3mila unità. Lo dice il rapporto 2015 sul mercato del lavoro in provincia di Brescia elaborato dal Centro studi di Aib. Il miglioramento pare generalizzato, ma su alcune variabili sono ancora distanti i numeri del 2007 pre-crisi ed è aumentato il divario con altre aree europee, come la Germania.
A trainare l’evoluzione positiva dei flussi occupazionali è stato il +47,2% di contratti a tempo indeterminato stipulati. "Oltre al Jobs act, sicuramente anche la detassazione ha avuto il suo risultato. Speriamo che il governo possa concentrarsi oggi su altri temi scottanti, come la politica industriale e la riduzione dell'imposizione fiscale" ha detto il vicepresidente di Aib, Paolo Streparava.