Strumenti

Il candidato Sindaco della nuova coalizione #LONATO2020 è Paola Comencini. Un tavolo per la discussione sul programma aperto a tutti i cittadini si svolgerà martedì 11 agosto alle 21 presso la Locanda di Campagna, mentre la presentazione ufficiale della coalizione e della candidata sarà il 20 agosto alle 20:30 al parco Le Pozze.

 

Lonatese di famiglia e di residenza, classe 1957, Paola Comencini ha alle spalle 42 anni spesi al servizio del cittadino, di cui sei all’Ufficio Tecnico e trentasei ai Servizi Demografici come Responsabile. Figlia del geometra Cesare Comencini, sindaco democristiano per un breve periodo negli anni ’70, ha vissuto il paese specialmente grazie alla professione e alle passioni per il proprio territorio, tra queste il volontariato come guida per l'Associazione Amici della Fondazione Ugo da Como. Il pensionamento risale soltanto al 29 febbraio di quest’anno e da quel momento sono giunte da diversi cittadini lonatesi le prime proposte a farsi avanti come candidato sindaco, poi consolidate dalla richiesta formulata dalla lista civica Progetto Lonato con Flavio Simbeni.

“Lonato 2020” rappresenta una coalizione alternativa costituita da un’alleanza tra l’area civica di cui fanno parte Lista Civica Paola Comencini Sindaco, Lista civica Progetto Lonato con Flavio Simbeni e Andrea Locantore, area di centrosinistra con Lista civica Ritrovo Lonato di Daniela Carassai e Giovanni Contiero, Partito Democratico con Paola Perini e Franco Marchetti.

«La richiesta – dichiara la candidata Comencini – è partita dai cittadini. C’è la necessità di creare una coalizione di teste pensanti che vada oltre gli estremismi ideologici e i personalismi e che introduca persone nuove e competenti nell'amministrazione dei beni e dei servizi pubblici. Ho sempre tenuto molto al rapporto costante con il cittadino. Con la mia esperienza lavorativa, ritengo che le qualità di un buon amministratore siano conoscenza, competenza e trasparenza. Conoscenza, perché da tempo ho notato molta superficialità. Senza conoscenza non si ha la competenza e senza di questa manca la trasparenza».

Tra i temi su cui sarà posta maggiore attenzione ci sono la salvaguardia e il rispetto dell’ambiente, la corretta gestione del PGT e la sostenibilità ambientale, vista come controllo della qualità dell’acqua, dell’aria e del suolo, la sicurezza tramite le zone di controllo del vicinato e il vigile di quartiere, la legalità, la lotta a ogni tipo di discriminazione e il reciproco rispetto delle opinioni.

Uno degli obiettivi conseguenti è infatti quello di sottoscrivere gli impegni della Carta di Avviso Pubblico, un codice etico comportamentale rivolto agli amministratori, oltre alla presentazione del certificato del casellario giudiziale di tutti i candidati in coalizione.

«La nostra campagna elettorale – conclude Paola Comencini – sarà impostata sulla correttezza, sulla positività e sul rispetto verso altri modi di pensare, per affrontare nel modo migliore i reali problemi di tutti».