Strumenti

Giù il sipario sulla stagione estiva. Con la fine dell’estate arriva il primo bilancio dell’anno, con i dati e l’attività del Comando intercomunale di Polizia locale dei Comuni di Lonato del Garda, Bedizzole e Calcinato, che conta 22 agenti e 3 amministrativi, guidati dal comandante Luisa Zampiceni.

Grazie alla convenzione intercomunale, il servizio di sorveglianza si è intensificato e tutti i giorni sono garantite 13 ore di presenza continuativa, dalle ore 7 alle ore 20. E per tre giorni la settimana, a seconda del tipo di servizio programmato, come per esempio i controlli stradali per il rispetto del codice della strada, l’orario viene prolungato fino alle ore 24 o fino all’una o alle due di notte. Per cinque serate l’anno gli agenti della Locale continuano il pattugliamento del territorio anche fino alle 6 o alle 7 del mattino, per i controlli mirati alla guida in stato di ebbrezza. Come avvenuto nell’ultima uscita del 31 agosto scorso, che ha portato gli agenti in turno a ritirare 11 patenti per guida in stato di ebbrezza, a decurtare 135 punti dalle patenti di guida, a sequestrare un veicolo sprovvisto di assicurazione, a sanzionare 5 veicoli senza revisione, con 20 verbali emessi per violazione delle norme comportamentali.

Il comando intercomunale ha istituito anche il servizio di reperibilità “H24”, che copre tutti e tre i comuni con due agenti reperibili contemporaneamente. Nei mesi scorsi è stato attivato il numero da chiamare solo in caso di urgenze, per contattare la pattuglia presente sul territorio: 348.3112221.

Il bilancio di questi primi mesi dell’anno, registra un totale di 108 servizi serali/notturni durante i quali, oltre ai punti di maggiore criticità dei comuni, sono stati controllati tutti i parchi pubblici, pattugliate le vie interne per la prevenzione dei furti e la generale sicurezza della comunità.

Sono state inoltre installate delle telecamere “Boxty Solar” per la lotta all’abbandono dei rifiuti e organizzati dei servizi in collaborazione con gli uffici Ecologia e Ambiente dei tre comuni, al fine di identificare i trasgressori. In tutto, grazie alle nuove videocamere, il comando ha potuto rilevare 74 inflazioni e assegnare altrettante sanzioni.

Grazie alla collaborazione con le guardie volontarie “Fare e Ambiente” nel Comune di Lonato del Garda sono stati effettuati ulteriori controlli per il rispetto delle norme di decoro e igiene negli spazi pubblici. Su richiesta della Prefettura di Brescia, il comando ha inoltre effettuato censimento dei campi nomadi sul territorio.

Grazie a un finanziamento di 29.500 euro ottenuto dalla Regione Lombardia la dotazione della Locale è migliorata tecnologicamente, con l’acquisto di smartphone e Bodycam (le videocamere mobili, indossabili) per tutti gli agenti e ben quattro biciclette elettriche, indispensabili per pattugliare il territorio nel rispetto dell’ambiente.

Nell’estate da poco conclusa è stato realizzato anche il progetto “Laghi Sicuri – estate 2019”, da luglio a settembre, che ha permesso di ottenere un finanziamento di 60.000 euro per i tre comuni (20.000 per ogni Comune) con il quale sono stati acquistati tre nuovi veicoli di servizio, che arriveranno a breve e rinnoveranno il parco auto della Polizia locale.

Infine è stata avviata la campagna “No al falso” contro la vendita e l’acquisto dei prodotti contraffatti, con sanzioni amministrative pecuniarie da 100 a 7.000 euro per chi acquista merce contraffatta e confisca dell’articolo.

Il sindaco Roberto Tardani e l’assessore alla Sicurezza Roberto Vanaria esprimono soddisfazione per il lavoro svolto dalla Polizia locale sotto il professionale coordinamento della comandante Luisa Zampiceni. «È molto importante – affermano gli amministratori lonatesi – il servizio di pattugliamento e controllo che viene svolto nelle ore serali e notturne per la prevenzione alle stragi per guida in stato di ebbrezza e la tutela dei residenti dal rischio di furti».