Strumenti

“Il gioco è un’altra cosa”. Ecco la serie degli Eventi-laboratorio per la sensibilizzazione e la prevenzione al gioco d’azzardo proposti nell’ambito degli obiettivi dell’Osservatorio Provinciale GAP di Brescia.

2 dicembre, ore 9  (Teatro Forum per studenti – c/o ITGC Cesare Battisti di Salò)

5 dicembre, ore 9 (Teatro Forum per studenti – c/o Teatro Oratorio Lonato del Garda)

6 dicembre, ore 20.30 (Serata per genitori c/o Scuola Tarello Lonato del Garda)

L’Osservatorio Provinciale del contrasto alle ludopatie e al gioco d’azzardo di Brescia nasce nell’ambito del progetto “Il sistema di istruzione e formazione della Lombardia di contrasto alle ludopatie e al gioco d’azzardo” dell’Ufficio Scolastico per la Lombardia e intende affrontare a tutto tondo il fenomeno ludopatie, con particolare attenzione al GAP - Gioco d’Azzardo Patologico in fascia scolare preadolescente e adolescente  (scuole secondarie di primo e secondo grado).

Dell’Osservatorio fanno parte l’IC “Ugo da Como” di Lonato, capofila del progetto, l’ATS Brescia e l’ATS Montagna, l’UST di Brescia, l’Università degli Studi di Brescia, la Camera Penale Avvocati di Brescia, la Prefettura, il Centro Servizi Volontariato, l’Associazione Comuni Bresciani, numerosi istituti scolastici (tra cui le scuole della Rete SPS) ed enti del terzo settore.

Il disturbo da gioco d’azzardo è ritenuto a pieno titolo una forma a sé di disturbo ossessivo compulsivo e, dal 2012, è stato inserito, dal Servizio Sanitario Nazionale, tra i livelli essenziali di assistenza. Ricerche nazionali (dati ISS 2018) stimano che, per il 3% della popolazione (circa 1.500.000 di persone), il gioco diventi un vero e proprio problema. Molto complesso stimare le cifre del “sommerso” e quelle riguardanti la fascia dei minori. Secondo una ricerca Nomisma, effettuata in collaborazione con l’Università di Bologna e il gruppo Unipol, il 48% dei giovani tra i 14 e i 19 anni, nel 2018, ha avuto almeno una occasione di gioco d’azzardo, nei centri scommesse o in rete. 

L’Osservatorio sta attivando programmi di informazione e formazione rivolti agli studenti e alle loro famiglie e ai docenti.

Il 2 e 5 dicembre p.v., gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado (classi II, III e IV) dell’ambito 7 Garda-Vallesabbia saranno coinvolti in eventi di teatro forum condotti dalla Cooperativa La Nuvola nel Sacco. Queste occasioni formative sono finalizzate a far riflettere sugli aspetti problematici delle ludopatie e a sensibilizzare circa i processi di influenzamento attuati dalla pubblicità e dalle stimolazioni sociali.

Venerdì 6 dicembre alle ore 20.30, presso l’aula magna della Scuola Tarello di Lonato d/G, si terrà invece una serata gratuita di informazione e sensibilizzazione dedicata alle famiglie. Lo scopo è quello di aiutare a sviluppare competenze genitoriali per tutelare e guidare i propri figli.

Per informazioni, è possibile rivolgersi alla dottoressa Elisa Biondi, di La Nuvola nel Sacco, al 347. 5108753 o all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.