Strumenti

Il bambino, residente in zona Lamarmora, si era allontanato dopo un rimprovero della mamma per l’utilizzo eccessivo dello smartphone. La donna terrorizzata ha chiesto aiuto al 112.

Ore di ansia ieri pomeriggio, quando un bambino di 8 anni ha fatto perdere le proprie tracce dopo un litigio con la madre. La donna lo aveva rimproverato di usare troppo lo smartphone e, quando il litigio ormai sembrava chiuso, il bambino ha aperto la porta ed è fuggito senza che la mamma riuscisse a bloccarlo.

La madre terrorizzata ha temuto il peggio e ha chiesto aiuto al 112. In pochi minuti diverse volanti della Questura hanno iniziato a perlustrare ogni angolo del quartiere in cui il ragazzino vive. Le ricerche sono andate avanti per oltre un’ora, quando poco prima della 17 il bambino è stato ritrovato piangente nascosto dietro alcune auto.

Immediatamente gli agenti lo hanno dapprima rassicurato e rifocillato, poi ricondotto a casa dove ha potuto riabbracciare la madre.