Strumenti

Quello appena concluso è stato un fine settimana particolarmente intenso per gli agenti della polizia locale valsabbina, che in 14 uomini e con più pattuglie hanno presidiato il territorio lungo l’asse Villanuova – Anfo, al fine di scongiurare incidenti e controllare il rispetto delle norme del codice stradale. 

«Abbiamo messo in campo tutte le forze disponibili – precisa il comandante Fabio Vallini - perché volevamo evitare che ci fossero altri incidenti dopo il triste bilancio dei fine settimana scorsi. Dopo la fine dell’emergenza coronavirus si era infatti verificata un’impennata di sinistri, che hanno coinvolto sia motociclisti che automobilisti».

Le sanzioni sono state parecchie, segno di un controllo serrato ma anche di molta imprudenza da parte di numerosi utenti della strada. In due giorni gli agenti hanno multato 100 conducenti per sorpassi vietati e 23 per velocità pericolose, tra l’altro contestate immediatamente grazie al telelaser. A un motociclista è stata sospesa la patente perché viaggiava in pieno centro abitato a 116 km orari invece che a 50, mentre altre 5 patenti sono state ritirate per sorpassi pericolosi in curva o nei pressi di attraversamenti pedonali. Ancora, sono stati sanzionati 8 automobilisti senza cintura di sicurezza e 12 per altri comportamenti pericolosi alla guida.

I controlli proseguiranno anche nei prossimi weekend, visti gli ottimi risultati conseguiti. In tutto il territorio controllato, infatti, non si è verificato alcun incidente e sono ben 17 i comuni della Vallesabbia coinvolti. Si tratta di una prevenzione “dolorosa” solo per chi non rispetta la regole, ma che preserva la sicurezza di tutti coloro che si spostano lungo le direttrici della valle, con la famiglia o con gli amici.

Giovanna Gamba