Strumenti

Una donna, Giuseppina De Luca di 46 anni, madre di due figlie di 21 e 24 anni, è stata uccisa dall'ex marito. È accaduto ad Agnosine, in Valsabbia, nel Bresciano, dove la vittima cinquantenne si era trasferita da un mese dopo la separazione dal marito Paolo Vecchia di 52 anni.

Questa mattina l'uomo ha raggiunto l'ex moglie a casa e l'ha colpita una decina di volte con un coltello sulle scale della palazzina, poi si è costituito ai carabinieri.  

Da quanto si è appreso, l'uomo - operaio in una acciaieria di Odolo - ha atteso sottocasa la ex moglie che si era trasferita ad Agnosine da un mese circa dopo la separazione. Prima la coppia viveva a Sabbio Chiese.

In casa con la donna c'era una delle due ragazze che non si era accorta di nulla. Paolo Vecchia ha aggredito la moglie intorno alle 7.45. Lei stava uscendo di casa per andare al suo consueto lavoro a Fondi di Agnosine e l'ha colpita con più fendenti.

Si è poi consegnato ai carabinieri.

"Una famiglia normale - ha spiegato il sindaco di Agnosine Giorgio Bontempi - che conoscevo da tempo. La famiglia della signora vive da molti anni a Bione. L'uomo non aveva accettato la separazione e da un mese era molto affranto". Evidentemente covava dentro di sè una rabbia terribile, sfociata oggi nell'omicidio premeditato.