Strumenti

La segnalazione è giunta questa mattina in redazione. Numerose persone che sono solite fare una passeggiata lungo la via che sale da via Monte al Monticello a Gavardo si sono trovate davanti questa mattina una sconcertante sorpresa. A fianco della strada proprio accanto ad una delle santelle della via crucis, un ammasso di interiora di cinghiale sanguinolento e puzzolente faceva mostra di sé. La caccia al cinghiale è consentita, la maleducazione no. L'episodio di questa mattina denota che esistono persone che non hanno alcun rispetto degli altri. Dopo alcune segnalazioni il Comune di Gavardo ha provveduto a inviare degli addetti dell'ufficio tecnico per liberare la strada che tra l'altro conduce al vicino parco dall'ingombrante presenza. I cacciatori stessi dovrebbero al loro interno isolare e denunciare questi personaggi che mettono a repentaglio il buon nome di tutti coloro che cacciano rispettando le regole. Di per sé questo fatto è anche un reato perché rientra nel profilo dello scarico abusivo di rifiuti speciali. E quindi punibile per legge.