Strumenti

La domenica il carnevale non è ancora entrato nel vivo, ma la magia della festa comincia a diffondersi e a renderla concreta sono i volti dei bambini e di tutti coloro che – mascherati o meno – si divertono. Nel pomeriggio, applauditissima esibizione dei piccoli ballerini all’oratorio.

Non c’è una “scaletta” nelle giornate di Carnevale a Bagolino, ma alcuni punti fermi. Oggi, domenica pomeriggio, si sono esibiti i piccoli ballerini della scuola organizzata all’oratorio. Anche se il maltempo li ha costretti a danzare sacrificati tra le mura del centro parrocchiale, i mini danzatori sono riusciti a entusiasmare il pubblico, riscuotendo un meritato successo.

Ma la vera tradizione prevede l’avvio ufficiale del carnevale alle 6:30 del lunedì. Messa prima in parrocchiale. Tutti i ballerini – è l’unico momento della due giorni – tolgono la maschera bianca e nera alla veneziana e depositano i cappelli con gli ori e i nastri decorati ai piedi dell’altare. Finita la funzione, si comincia. Il primo ballo è davanti alla chiesa in onore del parroco che ricambia offrendo del brodo di gallo. E poi via per le contrade di Bagolino, dividendo il paese in due parti. Il lunedì si sta a nord, il martedì a sud.