Strumenti

Nel fine settimana la polizia locale valsabbina ha intensificato i controlli per contrastare la guida in stato di ebbrezza. Soddisfacenti i risultati conseguiti: i positivi al test sono in netta diminuzione rispetto al passato.

Week end di lavoro intenso e prolungato per gli agenti di polizia locale del comandante Fabio Vallini. L’aggregazione valsabbina ha ampliato le fasce orarie dei controlli di routine e ha eseguito accertamenti serali e notturni con l’intento di appurare che chi si mette alla guida sia sobrio e rispetti le regole.

«Gli automobilisti stanno diventando più consapevoli - afferma il comandante Vallini - e sono sempre meno le persone che risultano positive al test alcolemico». In effetti i giovani lo imparano fin da subito: chi guida non beve. Facendo i turni a rotazione, si regolano in modo da non incorrere in sanzioni che possono compromettere l’organizzazione della loro vita familiare e sociale.

In questa tornata di controlli, su 55 persone fermate soltanto tre sono risultate positive al test. Si tratta di un neopatentato e di due uomini di mezza età. Per il primo il tasso era solo di poco superiore allo zero, perciò se l’è cavata con una sanzione amministrativa. Il secondo era un uomo di mezza età con un tasso compreso tra 0,5 e 0,8, il che significa ritiro della patente. Situazione decisamente più complicata per il terzo uomo, già fermato e sanzionato in passato dagli stessi agenti, che è stato sorpreso a guidare senza patente e con un tasso pari a 2,99: per lui ritiro immediato della patente e denuncia penale. 

Intanto in questi giorni gli agenti sono impegnati soprattutto nella zona dei Tormini per agevolare la viabilità finché resta chiusa la galleria di San Biagio. Hanno riscontrato qualche disagio nelle ore di punta, ma nel complesso la situazione è sotto controllo.

Giovanna Gamba