Strumenti

L’aggregazione valsabbina guidata dal comandante Fabio Vallini continua il lavoro di monitoraggio attento del territorio, iniziato con l’estate e intensificato nell’ultimo week end di traffico particolarmente intenso.

Non solo controllo della strada, ma anche attenzione a tutto ciò che accade nei paesi e attività investigativa sempre più strutturata, anche grazie alle segnalazioni dei cittadini. Questi, in sintesi, i capisaldi dell’azione della polizia locale della Valle Sabbia, che fin dall’inizio dell’estate ha intensificato ulteriormente i controlli per garantire una maggiore serenità ai cittadini e ai numerosi turisti giunti in zona. «In questa stagione i controlli – spiega il comandante Fabio Vallini – abbracciano spesso i parchi e gli esercizi pubblici, oltre alle zone più frequentate dai turisti. In più di un’occasione la nostra attività investigativa ha preso il via da segnalazioni dei singoli cittadini, che osservano movimenti sospetti o sentono rumori “strani” e ci avvertono in tempo reale». Una collaborazione proficua, che nasce da un rinato senso civico e nel tempo cementa rapporti positivi e ulteriore crescita di senso di responsabilità.

I risultati non si fanno attendere: a giugno è stato infatti arrestato un ragazzo italiano che nei pressi di Villanuova spacciava droga anche a minorenni. Una successiva perquisizione a casa sua ha portato a scoprire un bilancino di precisione, una discreta quantità di marijuana e materiale per confezionare le singole dosi; al ragazzo sono stati inoltre sequestrati 650 euro derivanti presumibilmente dall’attività di spaccio (nella foto). L’arresto è stato convalidato e ora il ragazzo è in attesa del processo. In un'altra occasione, un pubblico esercizio che era stato segnalato per rumori molesti è stato immediatamente controllato, anche per verificare che non venisse venduto alcol a minori, e non sono state contestate infrazioni.

Nell’ultimo week end, inoltre, il traffico molto sostenuto per le partenze è stato monitorato con particolare attenzione lungo tutto l’arco della giornata e anche con pattugliamenti serali. I risultati della lotta all’alcol per chi guida sono relativamente confortanti, se si pensa che su 60 prove con l’etilometro solo 2 casi sono risultati positivi. Più in generale, i controlli hanno evidenziato diversi altri tipi di infrazione: un automobilista guidava con la patente scaduta, 41 persone non avevano provveduto alla revisione della propria automobile, un veicolo sospeso dalla circolazione era tranquillamente sulla strada proveniente addirittura da Milano e 2 veicoli viaggiavano senza copertura assicurativa. «Dall’inizio di quest’anno – precisa ancora Vallini – contiamo già più di 50 casi di questo tipo» e pare che la tendenza sia in preoccupante aumento.

Non sono mancati gli automobilisti sanzionati per i sorpassi vietati, ben 14. Si sono inoltre verificati due incidenti stradali, uno a Vestone e uno a Barghe, entrambi con feriti anche se non gravi. In questi casi l’intervento tempestivo degli agenti ha permesso di coordinare in modo efficace i soccorsi e di gestire adeguatamente il traffico già piuttosto congestionato, così che la circolazione ha ripreso quasi subito a funzionare e le code sono state smaltite in fretta.

Giovanna Gamba