Strumenti

Alcuni giorni fa la polizia locale della Valle del Chiese, nel corso dei controlli disposti dal Commissario del Governo, volti a verificare il rispetto dei divieti di spostamento e delle norme di distanziamento sociale per contrastare il contagio da Coronavirus ha intercettato in momenti diversi tre veicoli provenienti dalla Lombardia e tutti diretti presso un albergo cinque stelle della val Rendena. Il comunicato della Polizia locale della Valle del Chiese.

In tale giornata gli spostamenti tra regioni erano consentiti unicamente per motivi di lavoro, salute o stato di necessità.

Gli otto occupanti dei tre veicoli, all'atto del controllo dichiaravano, compilando e sottoscrivendo l'autocertificazione ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. n.445/2000, che lo spostamento per motivi di salute era iniziato dalla provincia di Milano ed aveva come destinazione Pinzolo.

In particolare, nonostante mostrassero anche certificati medici in cui si prescrivevano massaggi e trattamenti disintossicati, è stato successivamente accertato che gli stessi non hanno fruito di prestazioni mediche o erogazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza svolte presso centri autorizzati o da professionisti sanitari.

Per tale motivo sono stati sanzionati con le violazioni previste dal decreto legge 19 del marzo 2020 che ammettono il pagamento in misura ridotta di € 533,33 ridotto a € 373,43 con pagamento entro 5 gg.

La polizia locale verificherà ora la posizione del pubblico esercizio per capire se i clienti siano stati indotti a ritenere lo spostamento legittimo nonostante presso il centro benessere della struttura non vengano fornite prestazioni sanitarie.

 

Foto repertorio