Strumenti

Il riconoscimento è stato attribuito per l’impegno profuso nel servizio ai cittadini durante i primi mesi dell’emergenza covid. Soddisfazione del comandante Fabio Vallini, che ringrazia gli agenti per la proficua collaborazione e per l’abnegazione dimostrata, anche a rischio della propria salute.

 

In questi giorni la polizia locale valsabbina ha ricevuto un attestato di riconoscenza dalla regione per la concreta collaborazione e il senso del dovere dimostrati verso la comunità lombarda. Pur consapevoli del rischio di contagio per sé e per i propri cari, gli agenti hanno sempre profuso il massimo di energie e impegno nella fase di prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica, con carichi di lavoro a volte anche molto pesanti, soprattutto quando alcuni colleghi sono stati contagiati e hanno dovuto sospendere il servizio.  

Oltre al supporto pratico e al servizio di informazione sulle varie norme, la polizia locale è stata investita del compito di monitorare i positivi e le persone poste in isolamento, con telefonate e controlli domiciliari; ha inoltre verificato il rispetto delle normative anticovid nei pubblici esercizi e nei parchi, sanzionando il mancato utilizzo della mascherina o altre violazioni inerenti le norme per il contenimento della pandemia, come il mancato rispetto dell’obbligo di restare a casa per positivi. Nei periodo del primo lockdown le sanzioni dovute a questi motivi sono state più di 50.

Intervenendo inoltre per la soppressione di reati, spesso gli agenti sono entrati in contatto con persone positive e, nonostante il rispetto dei protocolli di sicurezza, purtroppo anche il comando valsabbino ha avuto ben 6 agenti contagiati su 19 in servizio. Per fortuna nessuno ha subito conseguenze gravi, ma le assenze sono state lunghe ed è stato ancora più difficile mantenere standard elevati nel servizio ai cittadini.

L’attestato di riconoscimento è stato consegnato nei giorni scorsi presso la sede della Comunità Montana di Valle Sabbia. Il comandante Fabio Vallini ha espresso parole di vivo ringraziamento «per la dedizione e il senso di responsabilità dimostrata da tutti i colleghi che hanno affrontato con serietà questo compito».

Giovanna Gamba