Strumenti

Si introduce in casa di una signora anziana (classe 1938) a Gavardo con la scusa di dover controllare la caldaia. In realtà le ruba tutto l'oro, i suoi gioielli, i ricordi di una vita. La signora si accorge ma troppo tardi, si rivolge alla polizia locale. Dopo alcuni giorni e indagini accurate, gli agenti individuano un possibile ladro, un uomo che si muove abitualmente in Valsabbia. Alla signora viene mostrata una fotografia e lei lo riconosce immediatamente. Si tratta di un giovane italiano residente sul Garda. Purtroppo tuttavia della refurtiva più nessuna traccia. L'uomo è stato denunciato, ha precedenti specifici per furto.