Strumenti

Pugno di ferro quest’anno a Bagolino contro chi tenta di infangare con comportamenti deplorevoli l’immagine di uno dei carnevali più famosi e antichi d’Europa.

Dopo l’esperienza dello scorso anno (cinque minorenni, 14-15 anni, non di Bagolino, trasferiti in coma etilico in ospedale) gli organizzatori della secolare kermesse (festeggia 500 anni il prossimo 2018) hanno deciso di passare ai fatti. E’ stato costituito un Comitato “Salviamo il carnevale” che sta già vagliando alcune misure per contenere l’assalto dei malintenzionati che “fanno del male al carnevale”, sottolinea  Luca Ferremi, balarì di lungo corso, storico e ricercatore bagosso. L’appuntamento canonico è fissato per lunedì e martedì 8 e 9 febbraio, ma quest’anno gli eccessi saranno banditi. Niente ubriachi che vomitano per strada, niente ragazzotti, magari minorenni, che cercano lo sballo tra le maschere del carnevale.  Si sta valutando un consistente rinforzo della presenza di forze dell’ordine, agenti di polizia locale e anche uomini della sicurezza privata. Un’idea sarebbe quella di munire ciascuna persona all’ingresso del paese di un braccialetto con l’indicazione dell’età. Questo per agevolare le operazioni di vendita delle bevande alcoliche. Sottinteso: niente superalcolici ai minorenni. “Anche l’amministrazione comunale collabora con il Comitato – spiega Giovanni Giacomolli, delegato comunale per il turismo – maggiori controlli sono assolutamente necessari. Quindi chi ha intenzione di andare a Bagolino per carnevale si scordi di rovinare la festa. Vedi anche:

http://www.51news.it/cronaca/1727-a-idro-e-vestone-incontri-sul-carnevale-di-bagolino-no-allo-sballo