Strumenti

Alfa Acciai, storica azienda bresciana impegnata nella produzione di acciaio con alle spalle 60 anni di storia, ha ospitato ieri – nella sua sede di San Polo – il consiglio del settore Metallurgia, Siderurgia e Mineraria dell’Associazione Industriale Bresciana, presieduto da Loretta Forelli.

La delegazione di imprenditori – una trentina quelli presenti – è stata accolta dalla proprietà di Alfa Acciai, presente con Amato Stabiumi (insieme alle figlie Clara e Margherita), il dott. Ettore Lonati e l’ing. Giuseppe Cavalli, che ha ripercorso storia, criticità e sviluppi della produzione dell’acciaio, verso un’economia sempre più circolare.

All’appuntamento hanno preso parte anche Michele Lancellotti (delegato AIB a Sviluppo Associativo, Zone e Settori), Gabriella Pasotti (Presidente Settore Meccanica AIB) e Filippo Schittone (Direttore AIB), oltre all’ospite d’eccezione Germano Bonomi, professore ordinario all’Università degli Studi di Brescia e ricercatore al CERN di Ginevra, che ha approfondito alcuni temi scientifici legati al mondo delle acciaierie, dopo aver già guidato nelle scorse settimane gli imprenditori bresciani alla scoperta del progetto ITER a Cadarache, in Francia.