Cultura

Sabato 27 agosto è in programma "Rocca al chiaro di luna", un tuffo nel passato a partire dalle 20, con visita notturna e una rievocazione storica ambientata nell'Ottocento.

 

L’estate valsabbina continua con il magico evento “Rocca al chiaro di luna”. La serata si terrà sabato 27 Agosto in Rocca d’Anfo. La visita, decisamente speciale, si svolgerà in notturna nella cornice del lago d’Idro illuminato dalla luna. Al termine del tour, i partecipanti verranno riportati nel passato grazie allo spettacolo realizzato da “Vivere il Risorgimento”, l’associazione di figuranti che darà vita alle rievocazioni storiche con corpi e battaglioni italiani e francesi. Un’esibizione che renderà ancora più affascinante e speciale la scoperta della più grande fortezza napoleonica d’Italia e della sua storia!

Per la partecipazione al tour, che avrà inizio alle 20, sarà necessaria la prenotazione sul sito www.roccadanfo.eu o contattando il numero 375.6221121 (Ufficio Turistico). In caso di maltempo il tour verrà sospeso e si svolgerà solo lo spettacolo.

La visita sarà preceduta da un evento dedicato al nuovo romanzo, edito dalla SEM, della scrittrice bresciana Nadia Busato, che, insieme Marco Palladino (Responsabile del Fondo Moderno della Biblioteca Queriniana) presenterà “Factory Girl”, libro in cui l’autrice s’immerge nella New York del secolo scorso riportando in vita Isabelle Collin Dufresne, più nota come Ultra Violet, nonché musa del celebre Andy Warhol. La Busato, attraverso un lunghissimo lavoro di documentazione contenente anche interviste a John Giorno, ex compagno di Warhol, racconta non solo l’atmosfera elettrica della Factory, ma ne svela le ombre, proprio attraverso la voce narrante di Ultra Violet che ripercorre le reali vicende legate alla vita della modella e attrice Edie Sedgwick, icona pop degli anni ’60, resa famosa da Warhol, tristemente ricordata per il suo suicidio e a cui è stato dedicato nel 2006 il film Factory Girl diretto dal regista George Hickenlooper.

Il romanzo della Busato indaga e racconta una versione della Factory, regalando alla letteratura un’importante figura femminile dimenticata ma che è stata il simbolo della controcultura newyorkese. 

L’evento, organizzato dalla Comunità Montana di Valle Sabbia e da Valle Sabbia Solidale, si terrà nella Sala C della Rocca d’ Anfo alle 18. La partecipazione è libera e gratuita e si concluderà con un ricco rinfresco.

Venerdì 26 agosto alle 20:30 nella rocca di Sabbio Chiese la scrittrice Chiara Tagliaferri presenterà in suo libro in dialogo con Ilaria Maria Dondi. L'iniziativa fa parte del Cult-cura Festival, organizzato da Biùcultura. Ingresso libero.

 

Continuano gli appuntamenti del CULTcura Festival, l’iniziativa organizzata dall’associazione culturale Biùcultura con la collaborazione dei comuni di Agnosine, Barghe, Bione, Odolo, Preseglie e Sabbio Chiese, della Fondazione Provincia di Brescia Eventi, con il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Brescia e Comunità Montana di Valle Sabbia, e con il supporto di Confartigianato Brescia e Lombardia Orientale e Compagnia della Stampa Massetti Rodella editore.

Venerdì 26 agosto alle 20:30, nella suggestiva Rocca di Sabbio Chiese, arriva Chiara Tagliaferri che, in dialogo con la giornalista Ilaria Maria Dondi, presenterà il suo ultimo libro “Strega comanda colore”, edito da Mondadori.

Chiara Tagliaferri è scrittrice e autrice, insieme a Michela Murgia, dei libri “Morgana. Storie di ragazze che tua madre non approverebbe” (2019) e “Morgana. L’uomo ricco sono io” (2021), pubblicati da Mondadori e ispirati agli omonimi podcast di culto della piattaforma Storielibere.fm. Ha lavorato per molti anni come autrice di trasmissioni radiofoniche per Rai Radio2 e per Storielibere.fm ha scritto e curato diversi altri podcast. Scrive per le pagine culturali di “Domani” e altre testate. Nel 2021 un suo racconto è uscito nell’antologia di Ponte alle Grazie “Musa e getta. Sedici scrittrici per sedici donne indimenticabili (ma a volte dimenticate)”.

Per l’occasione, la Rocca di Sabbio Chiese sarà visitabile a partire dalle 14:30. L'edificio, eretto su una rupe in posizione dominante tra il IX e il X secolo come fortezza militare, fu mantenuto per quello scopo fino al XIV secolo quando fu avviata la sua trasformazione in chiesa. La struttura religiosa si articola in due chiese sovrapposte, risultando originalissima nel suo genere, ecco perché vale la pena visitarla.

Una serata in dress code anni '70 con la musica della band e la proiezione dei film con la loro colonna sonora. Appuntamento domenica 14 agosto presso il parco delle Paludi a partire dalle 20:30. Ingresso libero.

 

Il Comune di San Felice del Benaco propone l'evento Cinemusic Abba Night a piedi nudi nel parco, una serata stile anni '70 aperta gratuitamente al pubblico, che tra l'altro è invitato a presentarsi con un look in tema con quegli anni per un'ambientazione perfetta.

A partire dalle 19:30 funzionerà il foodtruck con gelato e birre artigianali a cura di Birrificio Felice e Gelato di Arlecchino, mentre alle 20:30 inizierà la proiezione del film "Mamma mia", cui seguirà "Mamma mia 2". 

L'associazione Christian Hubmann ha organizzato un'altra serata di celebrazione dei Gonzaga dal titolo "Il banchetto del duca di Mantova". Si terrà a Toscolano Maderno domenica 28 agosto alle 21:00 in piazza San Marco. In caso di pioggia, l'evento si svolgerà al pattinodromo.

 

Finalmente tornano i Gonzaga a Toscolano Maderno. Il duca in questione è sempre lui, Vincenzo. Scapestrato, donnaiolo, con un passato forse di assassino e sempre pronto a banchettare. Grande mecenate però: alla sua corte si affollano poeti, musicisti, cuochi, pasticcieri, cavalieri veri o presunti, amanti e cortigiane, persino tre mitiche Muse: Calliope per la poesia epica, Tersicore per la danza ed Euterpe per la musica.

Ambientata all'inizio del XVII secolo, nel 1609, all’alba del barocco, la rievocazione racconta in particolare molti tratti della cucina rinascimentale e barocca. I fratelli Marai si producono per il Duca in un approfondito studio storico per proporre una ricetta di pesce del lago, antica ma attualizzata, che il Duca gusterà con la Corte.

L'associazione Christian Hubmann propone, come suo solito, musiche, letture, danze e pantomime su testi dell’epoca, "però è ben lungi da noi l’intenzione di presentare tragedie barocche" ci tengono a precisare. L’intenzione, infatti, è soprattutto quella di affrontare storie e vicende umane con leggerezza, da proporre a un pubblico sensibile e attento che negli anni ha sempre dimostrato di apprezzare. Nel corso della serata la Forneria Perolini consentirà di illustrare la sua “Torta di Rose”, mentre la Pasticceria Carlo, sempre di Maderno, preparerà del pane speciale per l’occasione.

"Vi doneremo una pausa di divertimento - concludono gli organizzatori - senza parlare poi di dolci e pani di vario tipo, tutti preparati per questo memorabile banchetto. Ascolterete letture e musiche, vivrete danze eseguite da Stefania Roma e Ivan Selis". In scena si esibiranno anche quattro maestri d’armi d’importanza nazionale, insceneranno incontri di daga e spada e di cappa e spada: Gianluca Zanini (Giovanni De Luca, Maestro d’armi Bolognese), Carlo Parisi (Nicoletto Giganti, Maestro d’armi), Claudio Baldrati (Ridolfo Capoferro, Maestro d’armi Senese) e Massimiliano Moscatelli (Francesco Gonzaga, figlio di Vincenzo I).

Ad accompagnare con musica dal vivo tutto l’evento sarà l’ensemble “Camerata Melodiae Farina” composto da: Fidelio Vesconi al clavicembalo che, nella fantasiosa versione della storia gonzaghesca, interpreta Claudio Monteverdi; Maura Zoni (Maddalena Casulana) al violino, Stefano Lonati (Biagio Marini) al violino, Leonardo Lonati (Giovanni Caprario) al violoncello. Interpretano quindi artisti realmente vissuti nell’epoca di Vincenzo I Gonzaga, anche se è estremamente improbabile si siano accompagnati in orchestra da camera di corte.

Notizia dell'ultima ora: il giovane Soprano Camilla Lonati ha rinunciato ad altri impegni per esibirsi nella serata gonzaghesca e duetterà anche con il soprano Annamaria Bogna.

 

La rassegna dell'estate gardesana questa volta farà tappa a Toscolano domenica 21 agosto alle 21:15, presso la villa romana in piazza S. Maria del Benaco. Come sempre, ingresso libero.

 

Domenica 21 agosto alle ore 21:15 il Festival d’area Suoni e Sapori del Garda ha in programma il tredicesimo concerto in cartellone. La serata si terrà a Toscolano, in piazza S. Maria del Benaco, nella Villa Romana dei Nonii Arrii e a suonare sarà il quartetto di ottoni Modena Bress Quartet con “MBQ… Ottoni sotto le stelle”.  

Il Modena Brass Quartet è composto da Francesco Gibellini e Simone Amelli alle trombe, Riccardo Gatti e Matteo del Miglio ai tromboni. Propone un vasto repertorio che spazia dalle musiche di Gabrieli e Purcell,  a Verdi e Debussy.

Il Festival propone un circuito di spettacoli ad ingresso libero inseriti in un unico cartellone, con il diretto coinvolgimento dei Comuni afferenti all’intero bacino lacustre e al suo immediato entroterra. La direzione artistica è affidata al maestro Serafino Tedesi, coadiuvato dalla sua associazione culturale Infonote; l’intento è quello di riuscire a coinvolgere sempre più comuni, anche delle province limitrofe. I comuni che fanno parte dell’edizione 2022 sono: Calvagese della Riviera, Desenzano del Garda, Gardone Riviera, Lonato del Garda, Malcesine, Nago Torbole, Riva del Garda, Salò, San Felice del Benaco, Tignale e Toscolano Maderno.

La Comunità del Garda sovrintende al coordinamento istituzionale e amministrativo.

Il gruppo Alpini di San Felice, in occasione del 150° anniversario di fondazione delle truppe alpine, ha organizzato il Concerto di Ouverture e Arie D'Opera, in memoria del Maestro Giovanna Sorbi. Si svolgerà sabato 13 agosto alle 21 in piazza a Cisano (via Santabona). In caso di maltempo, il concerto sarà spostato nella chiesa parrocchiale di San Felice del Benaco. Ingresso libero.

 

Sul palco si esibirà l’Orchestra Infonote che nasce nel 2016, dalla creazione dell’Associazione Infonote, e in questi anni ha svolto un’intensa attività nel panorama musicale, dal Sinfonico al Cameristico fino al Pop. ha inaugurato le varie edizioni del Festival “Suoni e sapori del Garda”, eseguendo la Sinfonia N. 1 di L. V. Beethoven, la Sinfonia N. 4 “Italiana” di F. Mendelssohn, il concerto per Violino e Orchestra di F. Mendelssohn con solista Kaori Ogasawara, per arrivare alla Sinfonia N. 41 “Jupiter” e alla sinfonia concertante per violino e viola di W. A. Mozart, di cui l’etichetta Bam ha realizzato un CD.

Dal Settembre 2018 l'orchestra viene invitata regolarmente per il concerto di chiusura del Festival “I Parchi della Musica” e per altri concerti all’interno della programmazione artistica. Numerosi i concerti in formazione cameristica, con particolare attenzione al repertorio della fine '800, le rivisitazioni in chiave moderna del repertorio del 700, Corelli, Boccherini e Vivaldi, in particolare le Quattro stagioni, con Serafino Tedesi in veste di violino solista e Direttore.

Per il concerto d’apertura delle edizioni del 2021 e del 2022 del Festival “Suoni e Sapori del Garda” l’Orcherstra Infonote si è esibita nella Terza e nella Quinta sinfonia di L. V. Beethoven al Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera sotto la guida del M.ro Serafino Tedesi.

Diretti dal maestro Tedesi, sabato sera si esibiranno il soprano Anna Rita Taliento, il mezzosoprano Giorgia Gazzola, il tenore Danilo Formaggia e il baritono Mauro Trombetta.

Sabato 27 agosto tornano i fuochi d'artificio a Salò. Spettacolo a partire dalle 23.

 

Sabato prossimo il golfo si illuminerà di mille colori con lo spettacolo pirotecnico organizzato da Comune e Pro loco. In caso di maltempo, la manifestazione sarà spostata a domenica 28 agosto alla stessa ora. Per info 0365.21423.

Intanto la città si prepara ad ospitare la 23esima edizione di "100 associazioni", organizzata sempre da Comune e Pro loco. Domenica 4 settembre dalle 10 alle 18 sul lungolago Zanardelli, da piazza Baden Powell a piazza Serenissima, torna l'evento che mostra mille diversi modi di fare cultura, sport e volontariato in riviera. Si tratta di una manifestazione unica nel suo genere, messa in atto da quanto dedicano tempo, fatica ed energie a un progetto di pubblica utilità. Lo scopo è quello di offrire occasioni di svago, impegno, solidarietà e promozione ai cittadini e ai turisti.

In caso di pioggia l'iniziativa slitterà a domenica 18 settembre. Per info Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o 0365.296827-833.

Domenica 21 agosto alle 6 in piazza Cappelletti si terrà un concerto per fisarmonica e chitarra con musiche originarie di tutto il mondo. Ingresso libero.

Emozioni naturali a Desenzano il prossimo weekend: Ermes Pirlo alla fisarmonica e Marco Tiraboschi alla chitarra proporranno il concerto "Giro del mondo all'alba". Si tratta di un concerto strumentale che attraversa Spagna, Italia Francia, Stati Uniti, Brasile e Argentina. Il concerto è organizzato a cura dell'associazione culturale Cieli vibranti.

Per informazioni: 030.9994161 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lunedì 15 agosto nel prato della Lizza a partire dalle 5.45 Matteo Ferrari canterà le canzoni tra le guerre in un suggestivo concerto per salutare il ferragosto. Ingresso libero.

 

«Maramao. canzoni tra le guerre» è un progetto artistico e storico-culturale volto alla riscoperta delle più belle melodie composte in Italia fra gli anni 1915 e 1945. In un clima di conflitti, dittature e censure sono state molte le canzoni scritte con lo scopo di rallegrare, creare un momento di distrazione e far sognare le persone. L'appellativo “canzonette” voleva quasi sminuire il loro valore, declassandole ingiustamente, rispetto al repertorio del melodramma e della canzone napoletana.

In realtà, erano brani di straordinaria modernità, poiché esaltavano l'eredità dell'opera italiana e la mescolavano al jazz e allo swing d'oltreoceano che in quel tempo stavano contaminando con prepotenza l'Europa. “In cerca di te (Perduto amore)”, “Non ti scordar di me”, “Ma l'amore no”, “Voglio vivere così”, “Tu, musica divina”, “Mille lire al mese” e “Silenzioso slow (Abbassa la tua radio)” sono alcune delle melodie che non potevano mancare di risuonare alla radio dell'epoca o nei cinema, nelle sale da ballo e nei tabarin.

Matteo Ferrari affronta per la prima volta questo repertorio, che ben si adatta alla sua formazione artistica, in quanto veniva affrontato sia da attori che cantanti e fondeva fra loro svariati generi di spettacoli come operetta, café-chantant, rivista, varietà e avanspettacolo. La semplicità di una voce e un pianoforte omaggia i musicisti che hanno fatto la storia della canzone italiana e che, nonostante i tempi difficili, hanno sempre cercato... "il sole in fronte". Ad accompagnare Matteo Ferrari ci sarà al pianoforte Simone Cappello.

La proposta fa parte dell'iniziativa «Il castello delle meraviglie», rassegna studiata per garantire un’offerta ampia e variegata di spettacoli in un luogo magnificamente suggestivo, che si pone come alternativa netta ai non-luoghi che spesso ospitano eventi e manifestazioni. Ogni spettacolo al castello di Arco acquista una dimensione unica, che può costruirsi solo in quel luogo, specie all’imbrunire o nel buio della notte, con la miriade di luci che contornano il Garda e con le tonalità di scuro che si susseguono al calar della luce, schiarite dalle pietre bianche delle torri illuminate. La scenografia degli eventi è data proprio dalla presenza delle maestose vestigia dell’antico borgo fortificato, dallo skyline disegnato dalle catene dei monti circostanti, dai rumori tessuti dal vento della notte attraverso i cipressi. Qualcosa di irripetibile altrove. Sono già stati ospiti del castello di Arco, oltre alla compagnia Cafelulé con lo spettacolo Mannequin, la compagnia inglese Gandini Juggling con lo spettacolo Smashed! e l’Orchestra Haydn diretta dal compositore inglese sir Karl Jenkins, Marco Paolini accompagnato da Lorenzo Monguzzi, Cesare Picco e la sua band, L’Accademia Kataklò, Gomalan Brass Quintet e Nicola Piovani. Il castello ospita ogni anno anche spettacoli teatrali, concerti di formazioni locali nazionali e internazionali e festival diversi, come il Garda Jazz.

Ingresso libero. Il bar del castello sarà aperto in tempo per chi desidera fare colazione. Il castello di Arco si raggiunge a piedi partendo dal centro storico con una passeggiata di circa 15 minuti da piazza Tre Novembre.

 

Domenica 29 agosto dalle 10 alle 19, presso la caserma Zanardelli, si terrà una giornata dedicata al libro. Possibilità di pranzare con lo spiedo (su prenotazione).

L'evento prevede conferenze e incontri con l'autore, inoltre ci saranno molti espositori per poter avvicinare e sfogliare libri di diverse tematiche e tipologie. La giornata si svolge grazie al sostegno di numerosi enti e sponsor: Comunità Montana di Valle Sabbia, Rete Bibliotecaria Bresciana e Cremonese, Comune di Anfo, Cassa Rurale Adamello Giudicarie Valsabbia Paganella, Rocca d'Anfo, Pro loco di Anfo e Associazione La polveriera - APS.

Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Continua a Puegnago del Garda la rassegna "Autori sotto le stelle" in cui la bookblogger Roberta Ghirardi dialoga con autori contemporanei presentando i loro volumi. Le prossime date, sempre alla 20:30 a Villa Galnica (via Roma 4), saranno giovedì 18 agosto e giovedì 25 agosto.

 

Gli incontri si svolgono in collaborazione con la biblioteca di Puegnago del Garda, la Rete Bibliotecaria Bresciana e Cremonese e l'Associazione Culturale Ricreativa Puegnago e Raffa.

Giovedì 18 agosto sarà ospitato Roberto Bonzi che parlerà del suo ultimo libro "Tutto mi piace". Si tratta della storia di un ragazzo che sparisce nel nulla fra il silenzio dei genitori e le voci sui social. Il mistero si infittisce in un crescendo di colpi di scena e complicazioni in cui è difficile distinguere la verità e nessuno si può sentire al sicuro. Bonzi, laureato alla Bocconi, è originario di Nuvolento, dove è stato anche vicesindaco e assessore a Pubblica Istruzione e Cultura.

Giovedì 25 agosto sarà invece la volta di Virginia Bramati che, sempre in dialogo con Roberta Ghirardi, presenterà "Un bacio con gli occhi". Il libro è un romanzo pieno di suspense, coraggio e speranza, con amori impossibili che si riscoprono vicinissimi e distanze che spingono a nutrire il bisogno di avvicinarsi e abbracciarsi. La Bramati vive e lavora a Milano, seguita da una nutrita schiera di affezionati lettori.

Il concerto si terrà sabato 13 agosto alle 21 e l'ingresso è libero. Prenotazioni presso l'ufficio turistico al numero 375.6221121.

 

L'evento musicale con food truck è organizzato dalla Comunità Montana di Valle Sabbia. Il grande rock che ha fatto la “storia” verrà suonato a tutto volume nella storica Rocca d’Anfo grazie al concerto degli Storm.

Sabato 13 agosto sarà infatti in scena il gruppo musicale bresciano formato da Alex Albiero (voce), Matteo Ambrogi (batteria), Luca Chiappini (basso), Paolo Lanzini e Vladimiro Parmini (chitarra elettrica e cori) che proporranno un vero e proprio tuffo nel passato, un tributo sincero e travolgente ai grandi brani delle Band degli anni ’70, ’80 e ’90.

All’evento, promosso ed organizzato dall’ufficio Turismo della Comunità Montana di Valle Sabbia, sarà presente anche il Food Truck “Roscy Bar” che permetterà di completare la proposta di intrattenimento.

Il concerto, che inizierà alle h. 21, è aperto al pubblico con ingresso gratuito previa prenotazione al numero 375 6221121 (Ufficio Turistico).

 

Altri articoli...