Cultura

E’ Rita costa, direttore del marketing e della produzione del Festival Tener-a-mente che si svolge al Vittoriale degli italiani di Gardone Riviera con nomi prestigiosi di carattere internazionale in cartellone, l'ospite della settimana di Radio 51.

La dottoressa Costa dialogherà con Marcello Mora e Maria Paola Pasini raccontando anche aspetti curiosi e inediti del dietro le quinte di questo prestigioso Festival che quest'anno vede tra i presenti anche Johnny Depp. Vi aspettiamo alle 8 e alle 12:30 su Radio 51 da lunedì a venerdì.

 

 

Dal 2 al 31 luglio torna per la X edizione il Garda Lake Music Festival con una serie di eventi caratterizzati da un grande rinnovamento logistico ed organizzativo, mentre rimane costante l’eccezionale qualità degli artisti coinvolti.

 

“Sono molto felice ed orgoglioso - ha dichiarato il direttore artistico Luca Ranieri - di annunciare la X Edizione del Garda Lake Music Festival, che si rinnova nell’organizzazione e nello staff. Da quest’anno l’Associazione Amici della Musica di Desenzano diventa partner del Festival e l’Istituto dei Rogazionisti di Desenzano – che ringrazio – diventa la sede dei nostri corsi. Il Festival continua a poggiarsi sulla partecipazione di straordinari artisti, con graditissimi ritorni ed alcune new entry, come i violinisti Pavel Berman ed Eva Bindere, e il Premio Paganini 2021 Giuseppe Gibboni, che dopo tanti anni vissuti da studente, per la prima volta arriva a Desenzano in veste di docente. Un Festival dunque che arrivato alla sua decima edizione mette a frutto l’esperienza del passato, ma è sempre più aperto ai giovani ed al futuro della musica”.

Tra i musicisti presenti al Festival - impegnati in concerti e masterclass - con solisti, prime parti di importanti orchestre e docenti richiesti a livello internazionale, oltre ai già citati, vanno ricordati Lukas Hagen, Marco Rizzi, Alessandro Milani (violino), Danilo Rossi e Luca Ranieri (viola), Enrico Dindo ed Asier Polo (violoncello), Fabien Thouand (oboe), Luca Milani (clarinetto), Davide Lattuada (clarinetto basso), Andrea Cellacchi (fagotto), Luisa Prandina (arpa), Avos Project (musica da camera).

Le masterclass si svolgeranno a Desenzano in una nuova sede, che già promette di diventare un luogo simbolo di questa manifestazione: l’Istituto dei Rogazionisti, edificio di sapore veneziano direttamente affacciato sul lago – corredato da pineta e campi da gioco – un luogo ideale per iniziative culturali.

Oltre ai corsi strumentali, il Garda Lake ospita per la prima volta un seminario (19/21 luglio) a cavallo tra musica e psicologia, dedicato alla gestione dell’ansia da prestazione in concerti o concorsi. Il seminario, dal titolo “L’ora di cervello” - a cura della musicista e psicologa Silvia Bontempi - sarà accessibile sia ai partecipanti del festival che a tutti gli esterni interessati.

Il calendario dei concerti si articola invece su più sedi, comprese nei comuni di Desenzano, Padenghe e Sirmione, e alterna sul palcoscenico artisti affermati a promettenti talenti musicali.

Ad aprire le danze, martedì 5 luglio alle ore 21.00 nel suggestivo Castello di Desenzano, il giovane ed acclamato violinista Giuseppe Gibboni che con l’Orchestra “I Cameristi” interpreterà musiche di Mozart, Wieniawski, Paganini e Mendelssohn. Sempre al Castello di Desenzano alle ore 21.00, venerdì 8 luglio sarà la volta dei solisti Alessandro Milani (violino) e Luca Ranieri (viola) con l’Orchestra “I Pomeriggi Musicali” di Milano – nuovo capitolo di una lunga e fruttuosa collaborazione tra il Festival e la prestigiosa compagine meneghina. In programma, musiche di Mozart e Mendelssohn. Mercoledì 14 luglio alle ore 21.30 l’incantevole Spiaggia delle Muse di Sirmione ospiterà uno speciale concerto che vede esibirsi - gli uni accanto agli altri in uno stesso ensemble – docenti e studenti delle masterclass, per un’esperienza artistica e pedagogica di grande valore reciproco. Marco Rizzi, Mirei Yamada e Alessandro Milani, Danilo Rossi, Asier Polo e Mario Montore, insieme ai loro migliori allievi, daranno vita al celebre Ottetto per archi di Mendelssohn ed al Quintetto con pianoforte di Robert Schumann.

Nello stesso luogo, la sera successiva – giovedì 15 luglio alle ore 21.30 – si terrà un evento molto speciale, che si preannuncia travolgente: Danilo Rossi & New Gipsy Project – un concerto in cui la tradizione musicale gitana si fonde con il repertorio classico. Protagonisti Danilo Rossi, musicista di grande carisma ed ex prima viola del Teatro alla Scala, ed il gruppo New Gipsy Project, formato da Albert Florian Mihai alla fisarmonica, Marian Serban al cymbalom, Nicolae Petre al contrabbasso e Vasile Stingaciu al violino.

Sabato 17 luglio alle ore 21.00 si ritorna al Castello di Desenzano per un raffinato concerto cameristico, con il trio composto da Luca Milani al clarinetto, Luca Ranieri alla viola e Roberto Arosio al pianoforte; in programma musiche di Mozart, Schumann e Bruch. Martedì 26 luglio – allo stesso orario e nello stesso luogo – il Garda Lake Music Festival ospiterà l’evento “Federico Colli & Friends”, che vedrà esibirsi, su musiche di Mozart, il pianista Federico Colli – musicista bresciano dalla carriera internazionale – insieme ad altre “stelle” del firmamento musicale odierno: Francesca Dego (violino), Timothy Ridout (viola) e Laura van der Heijden (violoncello). Il cartellone del Festival si chiude sabato 30 luglio alle ore 21.30 nella poetica cornice della Chiesa di San Pietro in Mavino di Sirmione, dove il violoncellista Enrico Dindo e la pianista Maria Semeraro interpreteranno brani di Beethoven e Schostakovich.

A questi eventi saranno alternati – per la rassegna Giovani Talenti 2022 – i concerti conclusivi dei corsi, che si svolgeranno al Castello di Padenghe (7, 12, 16, 18, 21 luglio), nel Chiostro del Museo Civico “G. Rambotti” di Desenzano (9 luglio) e nella Chiesa di Sant’Orsola in Rovizza – Sirmione (13 luglio).

Sono infine da menzionare due eventi speciali: domenica 10 luglio alle ore 21.30, alla Cascina “Corte Anna” di Sirmione (via Vigneto 10) si terrà la presentazione del libro “In cima alla Scala”, in cui interverranno Danilo Rossi – autore del volume – ed Oreste Bossini, critico musicale e storica voce di Rai Radio Tre. Lunedì 11 luglio alle ore 21.00, nel Chiostro del Museo Civico “G. Rambotti” di Desenzano, si terrà invece il Concerto Premiazione della Borsa di Studio “Beatrice Milani”, destinata ai giovani violinisti che partecipano al Festival e messa a disposizione, in ricordo della figlia, da Alessandro Milani, primo violino solista dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, nonché docente delle masterclass. Una decima edizione dunque ricca e variegata, fondata sulla qualità e immersa, come sempre, nella bellezza dei luoghi in cui si svolge. 

Per maggiori informazioni e prenotazioni: www.gardalakemusicfestival.com 

In occasione della Festa europea della Musica 2022 il MAVS, Museo Archeologico della Valle Sabbia di Gavardo (Piazzetta San Bernardino 5), organizza un evento musicale nei suoi cortili. Appuntamento martedì 21 giugno alle 21 con la musica medievale e a seguire una visita guidata alle collezioni medievali del museo.

 

Sarà una piacevole occasione per ascoltare musica medievale (dal XII al XIV secolo) in un contesto coevo, alla luce di candele e fiaccole. Il titolo del programma “La Festa dei Folli: divertirsi nel Medioevo” rimanda a una delle giornate più interessanti all'interno del calendario medievale: la Festa dei Folli, conosciuta anche come Festa dell'Asino. Durante tale ricorrenza, che spesso ricadeva alla fine di dicembre, il mondo del medioevo con la sua rigida scala di valori subiva un repentino ribaltamento e tutto era messo in discussione. Nessuno si salvava: né la Chiesa, né i signori feudali e neppure l’imperatore. Anche aspetti culturali come l’amor cortese venivano messi alla berlina.

Tra i protagonisti di questo teatro musicale erano i clerici vaganti, i cantori dell'amor cortese in latino e in volgare, i trovieri e i Minnesänger, autori di poesie in cui tra le componenti albergava anche l'autoironia. Questo sfogo nei confronti dei rigidi valori medievali spesso era contrassegnato da eccessi, tanto che capitava che come conseguenza fossero comminate condanne, anche severe. Così la festa venne gradualmente vietata nel corso del XV secolo.

A condurre il pubblico alla scoperta di questo mondo ribaltato sarà una guida di eccezione: Simone Erre, docente presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto, accompagnato dalla sua accademia “Il Giardino delle Muse”. Si esibiranno lo stesso Simone Erre ai flauti dolci e flauti di corno, oltre che come voce narrante e direzione; Benedetta Ferracin ai flauti dolci, flauti di corno, flauto doppio; Mauro Occhionero alle percussioni storiche.

In occasione di questo evento il MAVS propone una visita guidata all’edificio medievale e ai materiali che sono a esso collegati. 

Oggi, domenica 26 giugno alle 17, il festival Strabilio propone a Villanuova sul Clisi lo spettacolo marionettistico “Camminando sotto il filo", portato in tournée da Nadia Imperio nei maggiori festival di settore. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

L'appuntamento è nel cortile della biblioteca in via Chiesa 14 con una tra le più note burattinaie italiane, che alterna l’attività in Italia e agli spettacoli all'estero. Lo spettacolo è molto più un semplice alternarsi di marionette: comicità, poesia e acrobazie daranno vita ad un evento di cabaret per il pubblico di tutte le età.

In un teatro in miniatura Nora, padrona di casa di un insolito cabaret, condurrà con ironia e verve attraverso i piccoli atti unici di cui si compone lo spettacolo. Ogni personaggio ha qualcosa da dire e un modo del tutto personale di stare sulla scena: Miss Embrasse, che smette di essere un inanimato cordone di tenda per mostrare la sua accattivante malizia; le mute Janas, nate dalla musica dei boschi sardi; Oscar che compie le sue evoluzioni su un trapezio e Lilit, delicata creatura che attraversa con grazia la corda, attenta a non perdere l’equilibrio. Quattro tenores alle prese con un pezzo del tradizionale canto si presentano in un'esibizione comicamente sui generis; misteriose gambe senza corpo si esercitano nel salto e un pulcino muove i primi passi nel mondo uscendo dal suo guscio d’uovo. Tutto è tenuto insieme proprio dall’arguta e spiritosa Nora, che, complice anche il suo libro dal quale vengono fuori le storie più originali, dialoga con il suo pubblico attraverso gesti, battute e interazione che ne fanno un personaggio sorprendente e accattivante. 

Ospite della settimana di Radio 51 è il professor Dario Bellini di Roè Volciano. Artista, docente, è autore di uno spettacolo teatrale dal titolo "Il piede", ospitato a Villanuova nel Garda guida teatro in via Carpen domenica 19 giugno e lunedì 20 giugno. Con Dario Bellini ospite di primo piano, si parla di arte, di comunicazione, di innovazione. Non perdetevi gli appuntamenti da lunedì a venerdì alle 8 e alle 12:30

 

Ha preso il via nei giorni scorsi la rassegna di cinema all'aperto che si svolgerà in diversi punti di aggregazione del paese. Il prossimo appuntamento è previsto per sabato 18 giugno a San Michele. Inizio ore 21.

 

Torna il cinema sotto le stelle a Prevalle. Dopo la prima proiezione presso l'oratorio di San Zenone sabato scorso, è la volta di "Spiderman (No way home)", presso Piastra San Michele il 18 giugno. Seguirà "House of Gucci" domenica 3 luglio, presso il Centro Diurno Anziani di via Leonardo da Vinci.

"Abbiamo scelto delle serate itineranti - spiega l'assessore Adriano Filippa - per valorizzare i punti di aggregazione del nostro bellissimo paese e raggiungere più persone possibili. Avevamo già sperimentato questa soluzione lo scorso anno e il bilancio era stato nettamente positivo".

Gli spettacoli avranno tutti inizio alle 21 ed è possibile prenotare al numero 380.6411346, anche inviando un sms per essere ricontattati. Il biglietto per gli adulti è di 5 euro, per i ragazzi (11-17 anni) 3 euro, mentre per i bambini è gratis. Sono previsti sconti per famiglie.

Questa sera, venerdì 24 giugno alle 20:30 presso il parco Rinascita, verrà presentato il libro "Brescia e la sfida glocale". Ne parleranno uno degli autori, Valerio Corradi, l'assessore regionale alla cultura, Stefano Bruno Galli, e la vicesindaca di Brescia Laura Castelletti.

Torna il CULT-Cura Festival con il secondo appuntamento della rassegna 2022 inaugurata il 5 giugno a Barghe con Toni Capuozzo e un grande successo di pubblico. La kermesse, organizzata dall'associazione Biùcultura, in collaborazione con una nuova rete culturale che comprende i comuni di Agnosine, Barghe, Bione, Odolo, Preseglie e Sabbio Chiese, con la Comunità montana di Valle Sabbia e Fondazione Provincia Eventi, continua venerdì 24 giugno con la presentazione del volume "Brescia e la sfida glocale", edito da Vita e Pensiero.

Sarà presente uno degli autori, il sociologo Valerio Corradi. E qual è una delle sfide glocali imminenti per il nostro territorio? Bergamo e Brescia Capitale italiana della Cultura nel 2023: se ne parlerà quindi anche con due protagonisti di questa partita, ovvero Stefano Bruno Galli, assessore alla Cultura di Regione Lombardia, e Laura Castelletti, assessore alla Cultura e vicesindaca del Comune di Brescia. All'evento sono stati invitati i sindaci e gli assessori alla Cultura dei 25 comuni della Comunità Montana di Valle Sabbia, certi che possa essere un'occasione di crescita e confronto per il territorio, e che possano nascere idee in vista dell'importante appuntamento.

Modererà l'incontro Luciano Pace, docente dell'Università Cattolica. A portare i saluti il presidente di Biùcultura Fabio Gafforini e il neo sindaco di Odolo Marino Zinelli.

Dal 20 al 26 giugno Piazza Paolo VI a Brescia diventerà una galleria d'arte a cielo aperto. Venerdì 24 alle 21, inoltre, si terrà un concerto diretto dal maestro Giuseppe Orizio con l'Orchestra Sinfonica dei Colli Morenici.

 

“Angeli i colori della musica, trasparenze”. E’ sotto questo titolo che da qualche settimana si concentra l’impegno e l’operatività della sede bresciana di ANTEAS, Associazione Nazionale Tutte le Età Attive per la Solidarietà. I volontari hanno infatti dato vita a due iniziative con l'obiettivo di dare un contributo concreto nell’affiancamento e nel sostegno a persone e famiglie fragili che nel quotidiano affrontano sfide di normalità.

Il primo evento è la mostra a cielo aperto nella piazza antistante il duomo di Brescia, visitabile dal 20 al 26 giugno. La piazza diventerà una galleria d’arte grazie all'esposizione di settanta grandi sagome in legno di “angeli musicanti”, immaginate e create dall’architetto Angelo Mena e colorate da ragazzi con disabilità all’interno di diverse cooperative sociali bresciane.

“Oltre che proposta d’arte e d’emozione – spiega Elisa Inglese, vice presidente di ANTEAS Brescia – l’iniziativa vuole essere occasione di sensibilizzazione e sostegno per l’attività condotta a favore delle persone fragili, in quanto per questi ragazzi stare nelle piazze e dialogare con la gente è condizione indispensabile per uscire dalla solitudine, per guadagnare autostima e per sentirsi protagonisti”.

La mostra sarà allestita a partire dal 20 giugno, ma il taglio del nastro è in programma il giorno successivo, martedì 21 giugno alle 18:30, alla presenza delle autorità e di tutti i ragazzi e le ragazze che hanno partecipato ai laboratori artistici.

A sostegno del progetto e più in generale delle attività di ANTEAS per rispondere ai bisogni delle famiglie fragili, il 24 giugno alle 21 avrà luogo sempre in Piazza Paolo VI un concerto dell’Orchestra sinfonica dei Colli Morenici diretta dal maestro Giuseppe Orizio.

“Sogno di un astronauta è il titolo del concerto – racconta ancora la vice presidente di ANTEAS Brescia – mutuato da una delle sinfonie inserite nel programma, opera commissionata a Lenny Di Lorenzo dal California Institute of Technology, celebre università americana che forma i futuri scienziati della NASA, per celebrare il lancio della navetta spaziale Atlantis. Oltre ad una una ouverture e a due sinfonie, tra i brani del poliedrico compositore che verranno eseguiti nella serata del 24 giugno ci sarà anche quello che è divenuto inno ufficiale della nazionale italiana di nuoto paraolimpico”. 

“La cornice di queste proposte – conclude Elisa Inglese – è il progetto ‘Dialogo’ che portiamo avanti da qualche anno per la messa in rete della grande generosità del mondo associativo e di ciò che riesce ad offrire in termini molto concreti di servizio alla comunità. Un progetto importante finanziato da Regione Lombardia, sostenuto da Cisl Brescia e Fim Cisl provinciale; ANTEAS Brescia ne è capofila, in partnership con Anteas Valle Camonica Sebino, le associazioni Maffeo Chiecca, Nati per Vivere, Maruzza Lombardia e Anolf Brescia”.

Appuntamento il 24 giugno. L’anno del primo centenario del Vittoriale degli Italiani è stato un punto di partenza per spingersi verso nuovi traguardi: il monumento alla vita inimitabile del Vate è per sua stessa natura un cantiere inarrestabile, che segna ora un’ulteriore tappa nel progetto Riconquista con le inaugurazioni di nuovi spazi.

 

Il Vittoriale si prepara infatti a farsi palcoscenico dell’edizione pilota del festival GardaLo! - il primo festival culturale della sponda lombarda del Lago di Garda, al via quest’anno a Gardone Riviera dal 24 al 26 giugno - e lo fa con l’apertura di spazi per la prima volta accessibili al pubblico. “Riconquiste”, volute dal Presidente Giordano Bruno Guerri, che saranno inaugurate venerdì 24 giugno, primo giorno di festival, dalle 18.00, come augurio e benvenuto alla prima di molte edizioni di GardaLo! 

I nuovi spazi includono: la nuova Bottega del Vittoriale, che offrirà ad appassionati, visitatori e turisti tutti i prodotti dannunziani pensati e realizzati dal Vittoriale nel corso degli anni (tra questi, olio, vino, alloro, t-shirt); l’accesso alla platea dell’Anfiteatro, pronto ad accogliere spettacoli teatrali e concerti nelle sere a seguire e per tutta la stagione estiva, per raggiungere direttamente Casa Cama, che diventa anche con il suo giardino un laboratorio per ragazzi; infine, i Loggiati, dai quali si gode la vista più bella sul lago, e la copia della Vittoria alata dei Civici Musei di Arte e Storia di Brescia, commissionata da Gabriele d’Annunzio allo scultore Renato Brozzi, senza ali e senza clipeo, ora restaurata.

Le inaugurazioni introdurranno idealmente ospiti e visitatori a GardaLo!, al via alle 19 sulla Nave Puglia con il primo appuntamento “La storia saremo noi”, a cura di Giovanni Iozzia per la sezione Innovazione.

Così il Presidente Giordano Bruno Guerri: “La caduta delle catene che hanno sempre impedito l’accesso alla platea del Parlaggio e a Casa Cama, l’apertura dei Loggiati e della Bottega del Vittoriale rendono interamente percorribile tutto il Vittoriale, e sono anche il simbolo della futura crescita di GardaLo!, che nei progetti deve diventare GardaGa!, un grande festival diffuso sulle tre sponde del lago”.

 

Dal 23 al 27 giugno il corpo musicale "G. Sgotti" propone la tradizionale rassegna musicale, giunta ormai alla XIII edizione. Appuntamenti tutti alle 21, ingresso gratuito.

La settimana musicale prenderà il via questa sera, giovedì 23 giugno, presso il parco Invalidi del Lavoro e sarà dedicata ai più piccoli con "Walt Disney in concerto", a cura degli insegnanti dell'Accademia Rondò. Seguirà venerdì 24, presso le cave di marmo Valle di Nuvolera, "Americhe", Quadrophobia in concerto. La serata vede la collaborazione del consorzio dei cavatori del marmo. Sabato 25 giugno, in piazza G. Soldo, si esibiranno il Quartetto di Brescia e il trombettista Andrea Giuffredi.

Domenica 26 giugno, sempre in piazza G. Soldo, sarà la serata clou della manifestazione con "La banda in concerto": esibizione del corpo musicale "G. Sgotti" di Nuvolera, diretto dal maestro Giulio Piccinelli. La rassegna si concluderà lunedì 27 giugno, in piazza G. Soldo, con Mauro Ottolini & his orchestra "Ottovolante".

I concerti si terranno anche in caso di pioggia.

 

Oggi, sabato 18 giugno alle 21:15, presso la chiesa di Sant'Andrea, si terrà il "Concerto per violino e arpa, viaggio musicale in Europa" nell'ambito della rassegna Suoni e sapori del Garda. Ingresso libero.

 

 

Protagonisti del quarto concerto dell'edizione 2022 del festival saranno Davide Burani all'arpa e Francesco Bonacini al violino. Il programma prevede brani di Donizetti, Paganini, Rossini e altri autori sia italiani che stranieri.

Davide Burani è diplomato in pianoforte e in arpa, ha conseguito con il massimo dei voti e la lode il Diploma Accademico di secondo livello in arpa presso il Conservatorio Arrigo Boito di Parma sotto la guida della Prof.ssa Emanuela Degli Esposti e si è perfezionato con Judith Liber e Fabrice Pierre. Si è esibito in qualità di solista in prestigiose sedi concertistiche in Italia e all’estero: Teatro Regio di Parma, Teatro Comunale di Ferrara, Accademia Filarmonica di Bologna, Sala Puccini del Conservatorio Verdi di Milano (in occasione del Festival MI-TO), KKL di Lucerna, Cadogan Hall di Londra, Teatro dell’Opera di Praga, Centro Internazionale delle Arti di Pechino, Tokyo Opera City, Symphony Hall di Osaka. Collabora in qualità di prima arpa con la Filarmonica Toscanini di Parma, con l’Orchestra Sinfonica delle Isole Baleari di Palma de Mallorca, con l’Orchestra Bruno Maderna di Forlì ed è prima arpa della Filarmonica dell’Opera Italiana “Bruno Bartoletti” di Parma. Dal 2009 è docente di arpa presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “A. Peri – C. Merulo” di Reggio Emilia e Castelnovo de’ Monti.

Francesco Bonacini si diploma in violino con il massimo dei voti nella classe del M. Giacomo Monica presso il Conservatorio Arrigo Boito di Parma, dove consegue la Maturità nell’omonimo Liceo Musicale. Ottiene il diploma di secondo livello al biennio superiore di violino, ricevendo il massimo dei voti e la lode, presso l’istituto musicale Vecchi-Tonelli di Modena dove ha studiato con il M. Ivan Rabaglia. Recentemente si è aggiudicato l’idoneità come violino di fila presso l’orchestra del Teatro Massimo di Palermo e nell’Orchestra da Camera di Imola. Collabora con prestigiose orchestre, anche come prima parte, come la Filarmonica della Fenice di Venezia, la Sinfonica Toscanini I Pomeriggi Musicali, Filarmonica Bruno Bartoletti, l’Orchestra del Festival Internazionale Pianistico di Brescia e Bergamo, l’Orchestra dell’Accademia Mozart, Orchestra Filarmonica Italiana. Collabora anche come prima parte con svariate formazioni cameristiche come i Cameristi della Scala, i Solisti dell’Accademia della Scala, i Virtuosi Italiani, i Musici di Parma, i Solisti di Parma. Ha suonato in importanti Teatri in Italia ed all’estero come al Tokyo BunkaKaikan, Kyoto Concert Hall, KKL di Lucerna, Opera House di Praga.

Il Festival propone un circuito di spettacoli ad ingresso libero inseriti in un unico cartellone, con il diretto coinvolgimento dei Comuni afferenti all’intero bacino lacustre e al suo immediato entroterra. La direzione artistica è affidata al maestro Serafino Tedesi coadiuvato dalla sua associazione culturale Infonote.

La Comunità del Garda sovrintende al coordinamento istituzionale e amministrativo.

 

 

Organizzata dall’Assessorato alla Cultura, verrà allestita e inaugurata sabato 11 giugno alle ore 17 nella Sala Conferenze del Museo Archeologico della Valle Sabbia la mostra Due passi per Gavardo del pittore gavardese Luigi Giustini.

Luigi Giustini nasce a Gavardo e fin dall’adolescenza si appassiona alla pittura che approfondisce alla Scuola delle Arti  e della Formazione Professionale Rodolfo Vantini di Rezzato e fin da subito partecipa a numerose mostre estemporanee e collettive.

La sua pittura si distingue in particolare per forme e per prospettive essenziali ed è caratterizzata da una cromia chiara. Giustini persegue una costante ricerca pittorica che lo porta ad una sobrietà e ad una sintesi del racconto nello spazio della tela che sono sì esiti di un percorso artistico ma che riflettono il carattere e la personalità dello stesso autore. La mostra sarà aperta domenica 12 giugno, sabato 18 giugno e domenica 19 giugno dalle ore 10,30 alle ore 12,30 e dalle ore 17 alle ore 19,30.

Sarà inoltre visitabile martedì 14 giugno e giovedì 16 giugno in orario pomeridiano dalle ore 18 alle ore 20.

Per informazioni: Ufficio Cultura Comune di Gavardo tel. 0365.377462

Altri articoli...