Società

Sabato 16 luglio alle 16 per la prima volta a Capovalle si correrà la Color run, 3,5 km tra i luoghi storici del paese. A seguire, i Dj di Radio 51 animeranno la serata della tanto attesa Project X. Stand gastronomici fin dal primo pomeriggio e per tutta la durata dell'evento. 

 

La corsa è adatta a persone di tutte le età e si snoda tra i borghi storici per tre chilometri e mezzo. E' organizzata con la collaborazione determinante dell'AVIS valsabbino. Le uniche due regole, sottolineano gli organizzatori, sono indossare una maglietta bianca alla partenza e arrivare al traguardo multicolorati. La partenza sarà al parcheggio di Vico (via Fontana 1) alle 16. La quota di iscrizione è di 8 euro per gli adulti e 5 per i bambini sotto i 10 anni. Ai primi iscritti verrà regalata una T-shirt. All'arrivo ci sarà la possibilità di fare la doccia sul posto e sarà posizionato uno stand gastronomico con prodotti tipici e tanti piatti gustosi da provare. Per chi lo desidera, è stata allestita una zona campeggio.

Il divertimento sarà inoltre garantito per tutta la serata con una festa fra le più attese dell'estate valsabbina, la Project X Capovalle 3.0! A garantire musica di qualità provvederanno i dj di radio 51, che con il solito entusiasmo renderanno la serata indimenticabile. La festa torna dopo due anni di sospensione, quindi la voglia di renderla speciale è aumentata durante l'attesa e adesso tutti i protagonisti sono super carichi.

In caso di maltempo, l'evento non subirà rinvii grazie alle tensostrutture coperte che garantiranno il pieno svolgimento di tutte le attività previste. Chi intende pernottare in tenda, è invitato a contattare tramite whatsapp Andrea (377.1250024), Lamberto (338.9934427) o Diego (338.9050439)-

Nelle foto, l'edizione 2019 della Project X.

 

Questa sera, 8 luglio alle 21:30 in Largo Donatori di sangue a Vobarno, diversi artisti capitanati da Alex Rusconi si esibiranno in uno spettacolo di magia. La serata rientra tra gli eventi del Festival Strabilio.

 

Promettono di lasciare gli spettatori a bocca aperta con i loro numeri di illusionismo e giochi di prestigio, promettono una serata di stupore ed emozioni. Sono quattro gli artisti che con Alex Rusconi si esibiranno a Vobarno questa sera per rendere magica la notte valsabbina.

Silver presenta uno spettacolo di puro intrattenimento magico. L'Illusionista Claudio presenta la manipolazione classica, classe ed eleganza al servizio di una magia senza tempo. Matteo Filippini Mentalista, visto recentemente anche a Italia's Got Talent e I Soliti Ignoti, presenta alcuni dei suoi migliori numeri di mentalismo. Mariano Navetta, infine, presenta degli interventi di intrattenimento magico/comico. Quest'ultimo ha al suo attivo qualche migliaio di spettacoli come “mago di Gardaland”, oltre a centinaia di consulenze teatrali e televisive (Zelig).

In caso di maltempo la serata si terrà al palazzetto del centro Sportivo Comunale.

Operazione mare sicuro, anzi lago sicuro. Nel corso di una conferenza stampa presso la Sala dei Provveditori del Comune di Salò è stata rendicontata, nei minimi dettagli, l’organizzazione su scala nazionale predisposta, come ogni anno, dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera –, dell’Operazione Mare Sicuro 2022, che ha avuto il suo inizio la scorsa settimana e si concluderà nel prossimo mese di settembre.

 

L’attività, è stato spiegato dal Comandante del Reparto Operativo della Direzione Marittima di Venezia – C.V. (CP) Marco NOBILE - che ha giurisdizione territoriale e coordina le attività operative in ambito interregionale e quindi anche sul Lago di Garda, ha come obiettivo quello di vigilare, lungo gli 8.000 km di litorali costieri e sui bacini lacuali del Garda e del Maggiore, per far si che le Ordinanze di Sicurezza Balneare, i regolamenti e le leggi regionali e nazionali vengano rispettate dai diportisti e dai bagnanti.

Nel Lago di Garda il dispositivo operativo, già collaudato nelle trascorse stagioni estive – ha spiegato il Comandante della Guardia Costiera del Lago di Garda – C.C. (CP) Antonello RAGADALE - e che seguirà le direttive regionali impartite dalla Direzione Marittima di Venezia, è stato quest’anno riconfermato, con l’implementazione di una nuova unità di soccorso appositamente rischierata dal 3° Reparto del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e denominata rescuerunner, che potrà operare anche su bassi fondali e su scogliere affioranti, senza nessuna limitazione, che va ad aggiungersi alle cinque unità navali già in forza alla Guardia Costiera di Salò.

Saranno in totale 30 i militari quotidianamente impiegati, tutti abilitati al salvamento nuoto, di cui diciotto sui mezzi navali che opereranno rischierati nei Porti di Salò (BS), Lazise (VR) e Torbole (TN), con un equipaggio pronto a muovere h24 per attività SAR. Tale  dispositivo navale, che comprende tre motovedette, due battelli penumatici veloci e, appunto, il nuovo mezzo nautico rescuerunner, assicurerà la copertura di tutto il bacino del Lago di Garda per garantire la sicurezza dei bagnanti e il rispetto delle norme per la sicurezza della navigazione.

Oltre alle predette unità navali è, altresì, attiva h24 la Sala Operativa sede di Unità Costiera di Guardia, recentemente ammodernata e implementata di strumentazioni informatiche dedite al coordinamento delle attività di soccorso e di polizia lacuale poste in essere dai guardiacoste.

Presente anche il C.F. (CP) Massimo KOTHMEIR del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, che ha poi spiegato nel dettaglio le peculiarità del nuovo mezzo navale RESCUERUNNER.

Durante la conferenza stampa, alla quale era anche presente il Segretario Generale della Comunità del Garda – Dott. Pierlucio CERESA – è stata rimarcata l’importanza del Protocollo d’intesa per la Sicurezza dei Naviganti del Lago di Garda, che annualmente viene sottoscritto dalla Guardia Costiera con la Regione Lombardia, la Regione Veneto e la Provincia Autonoma di Trento, l’Autorità di Bacino e gli Ispettorato dei Porti di Verona e Trento e, appunto, la Comunità del Garda, grazie alla cui sottoscrizione, viene assicurata la logistica necessaria alla Guardia Costiera per poter operare sul predetto bacino lacuale.

Evidenziata, inoltre, la sinergia dei vari corpi dello Stato nelle attività di soccorso che vengono coordinate dalla Sala Operativa della Guardia Costiera del Lago di Garda, mediante la sottoscrizione di apposito protocollo d’intesa sottoscritto nel 2018 tra le Prefetture di Brescia, Verona e Trento, la Direzione Marittima di Venezia e i rispettivi Comandi Provinciali dei Vigili del Fuoco.

In tale contesto – il Comandante Ragadale ha ringraziato i Vigili del Fuoco, le Forze di Polizia, che operano sul bacino lacuale (Squadra Acque Interne di Riva del Garda e Peschiera – Guardia di Finanza di Salò – Carabinieri di Torri del Benaco) ma anche i Carabinieri, i Commissariati di Polizia e i Comandi di Polizia Locale presenti sulle tre sponde lacuali, nonché le associazioni di volontariato e la protezione civile, per la puntuale e tempestiva risposta che viene sempre assicurata per le attività SAR.

 

"Un Sorriso per Tutti" e "Sotto lo Stesso Cielo" festeggiano insieme in fattoria: appuntamento domenica 10 Luglio alla Fattoria “La Mirtilla” (Via Vargne 1 Idro), a partire dalle 17.

 

Si terrà domenica 10 Luglio la festa delle associazioni “Un Sorriso per Tutti” e “Sotto lo Stesso Cielo”, per la prima volta insieme per un evento dedicato a grandi e piccini nella bellissima cornice della Fattoria La Mirtilla di Idro. "Un Sorriso per Tutti" è un'associazione di volontariato attiva dal 2012 che supporta persone con disabilità del territorio della Valle Sabbia e organizza attività a aiuto e raccolte fondi dedicati, mentre "Sotto lo Stesso Cielo" raggruppa tantissime famiglie di persone con disabilità con l’obiettivo primario di creare opportunità e supporto attivo, nonché cultura dell’inclusione e della diversità.

Il programma della festa prevede che a partire dalle ore 17.00 si terrà una divertente tombolata per grandi e piccini, con la possibilità di conoscere meglio le asine Sofi e Mirtilla. Per tutta la durata della manifestazione sarà possibile utilizzare i bellissimi spazi della fattoria per giochi insieme e sarà inoltre attivo uno stand gastronomico con panini e bibite per tutti. 

Dalle 19.30 ritrovo a tavola tutti insieme per l’immancabile spiedo. Il menù comprende spiedo, polenta, acqua, vino, dolce e caffè e il costo è di 15 euro. Sono previsti sconti per bambini (8 euro), persone con disabilità (8 euro) ed è possibile prenotare anche la propria porzione d’asporto (10 euro). Il ricavato sarà destinato a sostenere le attività delle due associazioni.

La prenotazione è obbligatoria ai seguenti numeri: Manuela (339/1055143) e Nadir (392/6815547).

Per tutte le informazioni sull’evento è possibile consultare la sezione “eventi” del sito www.coopcogess.org o visitare i social della Cooperativa. L’evento fa parte degli eventi inclusivi della rassegna “Il Filo del di…scorso” che si susseguiranno per tutta l’estate nelle sedi della Cooperativa Co.Ge.S.S., tra musica, teatro, trekking, camminate e degustazioni. 

Sabato 9 luglio a partire dalle 19:30, presso il piazzale della caserma Zanardelli (Rocca d'Anfo), sarà possibile godere di musica, buon cibo e vista lago nella bellissima cornice della Rocca. L'evento rientra nella rassegna "Il filo del di...scorso" organizzata da Co.Ge.S.S.

 

L'evento "note in Rocca" è alla sua seconda edizione. La serata, organizzata dalla Cooperativa Sociale Co.Ge.S.S., vuole unire musica, buon cibo e tanta bellezza per un momento di condivisione ai piedi della Rocca d’Anfo con una vista eccezionale sul lago d’Idro, direttamente dal piazzale della caserma Zanardelli. Il menù prevede tantissimi prodotti valsabbini a Km0, selezionati direttamente dai produttori del progetto “Gusto Giusto” (www.gustogiusto.shop) con formaggi, salumi, carni nostrane e verdure raccolte direttamente dagli orti sociali della Cooperativa Sociale Co.Ge.S.S.

Per quanto riguarda la musica, l’ospite d’eccezione non ha bisogno di presentazioni: con il suo nuovo progetto “Potresti Essere Tu”, sarà infatti Viviana Laffranchi ad allietare tutti i partecipanti con ottima musica d’autore e cover pop, accompagnata da Eugenio Curti, Fabiana Biemmi ed Enea. La cantautrice bresciana, attiva dal 1998, ha calcato moltissimi palchi per una serie di collaborazioni importanti (Syria, Francesco Renga, Massimo Bonelli, Giampaolo Rosselli), porterà tutta la sua grinta per un concerto-evento unico nel suo genere, dove le parole faranno da cornice alle note.

Il menù prevede: Tris di antipasti con strudel salato prosciutto e formaggio, crostone con pomodori (da orto sociale km0) e olio del Garda (Coop ai Rucc), mini tartare di  manzo (Az. Agr Vassalini); primo con pennette alla bagossa (Azienda Agricola Buccio Mario); secondo con roastbeef (Az. Agr Vassalini) in salsa alla senape, accompagnato da patate al burro nostrane (da orto sociale a Km0); per dolce, crostate con marmellate nostrane; acqua, vino rosè "Oscillazioni" e rosso "Stramonia" (Cascina Belmonte), caffè.

Il costo della Cena con Concerto è di 40 euro e il ricavato sarà devoluto ai progetti e ai servizi della Cooperativa Sociale Co.Ge.S.S. che da 30 anni si occupa del sostegno a persone con disabilità in Valle Sabbia. La prenotazione è obbligatoria al 344.1472657.

Per tutte le informazioni sull’evento è possibile consultare la sezione “eventi” del sito www.coopcogess.org o visitare i social della Cooperativa.

Dopo tanta solitudine, chiusure, distanziamento, l'estate 2022 sta diventando simbolo di  rinascita tra i giovani che hanno vissuto quasi due anni di sacrifici e privazioni dal punto di vista della socialità. Le feste animate dai dj di Radio 51 in questi fine settimana estivi sono la testimonianza del ritorno alla vita, un'esplosione di gioia a lungo trattenuta, che determina il grande successo di pubblico di ogni evento.

L'ultima serata è stata il Summer Party di Bione, presso il ristorante Cà Rosada e in collaborazione con il Zan Zan Cafè. Carichi come sempre Leonardo Mazzari e Simone Comincioli, che hanno intrattenuto com la loro energia positiva un pubblico entusiasta e numeroso. Restate in contatto con il nostro network per essere informati sui prossimi appuntamenti. 

Il Pullman Azzurro della Polizia di Stato sarà a Desenzano del Garda domani 9 luglio, dalle 8 alle 14, per diffondere la cultura della sicurezza stradale. Appuntamento sul lungolago piazza Cappelletti.

 

Nell’ambito delle iniziative della Polizia di Stato volte a diffondere la cultura della sicurezza stradale e nell’intento di promuovere condotte di guida virtuose, il Servizio di Polizia Stradale ha programmato una attività straordinaria del Pullman Azzurro per il periodo estivo: nelle medesime provincie in cui saranno intensificati i servizi di contrasto alla guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto degli stupefacenti, gli specialisti della comunicazione della Polizia Stradale spiegheranno agli utenti quanto sia importante essere sempre in perfette condizioni psicofisiche quando ci si mette alla guida.

Sono tanti gli strumenti che gli agenti possono estrarre dalla “cassetta degli attrezzi” a loro disposizione: video, tutorial, ricostruzione di incidenti realmente accaduti e molto altro. Si tratta di veri e propri attivatori emozionali per condurre chi sale sul Pullman Azzurro della Polizia Stradale a riflettere sull’importanza delle regole.

Il Pullman Azzurro resterà parcheggiato in Lungolago Piazza Cappelletti, a Desenzano del Garda, sabato 9 luglio dalle ore 8 alle ore 14, dove gli agenti saranno a disposizione per consigli e confronti.

Regione Lombardia ha ufficialmente dato il via libera alla I edizione del concorso regionale per l’assegnazione di premi a favore di studenti universitari e giovani ricercatori che abbiano prodotto tesi, studi, ricerche o saggi aventi come oggetto la storia delle Truppe Alpine e dell’Associazione Nazionale Alpini (ANA). Il bando uscirà sul bollettino ufficiale nel mese di luglio e le iscrizioni resteranno aperte fino al 24 febbraio 2023.

 
In merito alla notizia è intervenuto il consigliere regionale e vicecapogruppo della Lega Floriano Massardi: “Questo passaggio attua appieno la legge regionale, di cui sono stato relatore, per la riconoscenza alla solidarietà e al sacrificio degli Alpini, azione che intende favorire la cultura letteraria, storica e musicale legata agli Alpini e alla loro Associazione che festeggia quest’anno il 103° anniversario”.
 
Il concorso mette in palio un premio in denaro da 2.500 euro al primo classificato, 1.500 euro al secondo e 1.000 euro al terzo, mentre la cerimonia di premiazione degli elaborati degli studenti verrà effettuata in occasione delle celebrazioni del 2 aprile a Palazzo Pirelli. La valutazione sarà effettuata da una commissione presieduta dal presidente del consiglio regionale e composta da due consiglieri regionali, due designati dall’ANA e un esperto in metodologia della ricerca. Il bando verrà pubblicato sul BURL nel mese di luglio e verrà inviato a tutte le Università della Lombardia. Le domande di partecipazione al ‘Premio Alpini’ devono essere trasmesse entro venerdì 24 febbraio 2023.
 
"Questo è un importante passo avanti - conclude Massardi - a 150 anni dalla fondazione del Corpo degli Alpini, e nel secondo anno in cui si celebra la ‘Giornata regionale per la riconoscenza alla solidarietà e al sacrificio degli Alpini’. Bene, quindi, la promozione e la diffusione dei valori storici, sociali e culturali delle Penne nere e le iniziative da loro realizzate per le generazioni più giovani affinché non vengano dimenticate”.

Il professor Orazio Zanetti direttore del centro Alzheimer del San Giovanni di Dio a Brescia (ex pilastroni) è ospite questa settimana della trasmissione Primo piano condotta da Maria Paola Pasini con Marcello Mora. Col dottor Zanetti, che tra l'altro è originario della Valsabbia di Sabbio chiese, parleremo di malattie purtroppo molto comuni nella nostra società che costituiscono gravi difficoltà per le famiglie, le demenze nelle loro diverse forme e la stessa malattia di Alzheimer. Su tutto questo sappiamo molto, ma ancora troppo poco per stabilire le cause e avere cure davvero efficaci. Tuttavia alcuni importanti risultati sono stati raggiunti e ne parleremo con il dottor Zanetti. Vi aspettiamo alle 8 e alle 12:30 da lunedì a venerdì per una settimana davvero molto interessante. In radio ma anche in diretta sul nostro portale www.51news.it

 

A Calcinato più di 300 cittadini in soli quattro giorni hanno firmato una petizione popolare destinata al sindaco Nicoletta Maestri per chiedere “il ripristino e la messa in sicurezza dei marciapiedi”.

 

Nata per iniziativa di un gruppo di volontari, la campagna ha presto raccolto l’adesione anche di numerose figure impegnate nel sociale, nel sindacato e in politica. “L’idea di organizzare una raccolta firme su tutto il territorio comunale - racconta uno dei volontari dell'iniziativa - è nata dopo aver saputo che il nostro sindaco non ha mai risposto a una analoga lettera inviatale in municipio agli inizi dello scorso novembre da una dozzina di anziani coordinati da una figura storica dell’impegno civico calcinatese, la 93enne Ezzelina Chierico”. 

Da qui ha preso avvio il proposito di non lasciare solo quel manipolo di anziani in difficoltà a girare sui marciapiedi del paese e la mobilitazione si è estesa a largo raggio fra i cittadini, suscitando un interesse generale sostenuto e partecipe. 

“Noi sottoscritti cittadini - si legge nel documento rivolto al primo cittadino - considerate le condizioni di abbandono e di pericolosità in cui versano molti tratti dei marciapiedi del nostro Comune, certi della Sua sensibilità, Le chiediamo di attivare con urgenza gli uffici competenti affinché i marciapiedi vengano prontamente sistemati e messi in sicurezza”. 

“Per gli anziani, per le persone con disabilità, per i genitori con figli piccoli o passeggino e per tutti coloro che hanno, anche solo temporaneamente, un problema di mobilità - osservano i cittadini tuttora mobilitati sul territorio comunale alla ricerca di altre adesioni - un marciapiede ammalorato rappresenta un ostacolo alla mobilità e una continua fonte di pericolo. Riteniamo doveroso che sia data la possibilità a tutte e tutti di passeggiare in sicurezza per le vie del nostro territorio. Sono già troppe le cadute e gli infortuni occorsi a persone anziane a causa del deplorevole stato di degrado dei nostri marciapiedi”.

 

Silmar Group, gruppo integrato di aziende leader nei settori del riscaldamento, delle leghe di alluminio da riciclo, idrotermosanitario, del riciclo dei materiali plastici e della protezione passiva al fuoco, opera sul mercato globale con 30 siti produttivi.  Pubblichiamo integralmente il comunicato sul bilancio 2021.

Le aziende del Gruppo della Valsabbia che fa riferimento alla famiglia Niboli confermano una forte predisposizione agli investimenti, con una quota triennale pari a 200.000.000 €, destinata a:

-          Impianti all’avanguardia per la massima efficienza produttiva, energetica ed ambientale;

-          Ricerca e Sviluppo con laboratori di ultima generazione;

-          Digitalizzazione dei processi produttivi e gestionali;

-          Formazione, sicurezza e benessere del personale;

-          Ottenimento e mantenimento di certificazioni riconosciute a livello internazionale negli ambiti di ambiente, sicurezza, energia, qualità, sostenibilità ed etica.

 

 

2020

2021

Var %

Fatturato

877.446.000

1.217.250.000

+ 39%

Investimenti

57.843.000

62.973.000

+9%

MOL/EBITDA

121.118.000

174.641.000

+44%

Ammortamenti

43.405.000

60.512.000

+39%

Utile netto

53.507.000

85.376.000

+60%

Cash flow

103.106.000

145.890.000

+41%

Dipendenti totale

3.334

3.548

+6%

                      Italia

1.879

1.978

 

                      Estero

1.455

1.570

 

Dati aggregati

LE LINEE STRATEGICHE DI SILMAR GROUP:

1)      ESG

Il percorso strutturato di sostenibilità ha permesso di anticipare i tempi rispondendo in modo proattivo alle esigenze dei propri stakeholder in termini ESG (Environmental, Social, Governance). Le aziende rendicontano, a titolo volontario da oltre un decennio, le proprie performance in linea con gli indicatori internazionali GRI.

2)      WELFARE AZIENDALE

Da sempre le aziende di Silmar Group pongono grande attenzione ai propri collaboratori, per questo motivo importanti investimenti sono destinati a formazione, welfare, salute e sicurezza. Le aziende hanno adottato un piano di welfare che offre benefit per la conciliazione vita-lavoro e per aumentare la capacità di spesa di collaboratori e delle loro famiglie. Il Gruppo ha riconosciuto un premio ai collaboratori in relazione al raggiungimento dei risultati aziendali in sicurezza, efficienza produttiva e risparmio energetico. I collaboratori sono aumentati di +40% dal 2010, diventando polo d’attrazione per i migliori talenti del territorio e oltre.

3)      CORPORATE SOCIAL RESPONSIBILITY

Con la convinzione che le imprese crescono in parallelo al territorio e al tessuto sociale dove sono insediate, le aziende di Silmar Group proseguono nel loro progetto di responsabilità sociale, supportando progetti meritevoli che promuovono la crescita sociale, sportiva, culturale ed artistica di Brescia e provincia. Il Fondo Silvestro e Margherita Niboli, nato nel 2020 in seno alla Fondazione Comunità Bresciana Onlus, vuole rendere omaggio alla visione dei fondatori, da cui prende il nome, tramandandone l’eredità valoriale ed il forte attaccamento al territorio. Dal 2020 sono stati supportati progetti per un valore totale di circa 1.300.000 €.

4)      DIGITALIZZAZIONE E MIGLIORAMENTO CONTINUO

Investimenti costanti sono destinati alla continua evoluzione tecnologica di impianti e processi produttivi, ambientali, energetici e di sicurezza informatica.

5)      TRANSIZIONE ENERGETICA VERSO LA NEUTRALITÀ CLIMATICA

In linea con le nuove direttive europee finalizzate al raggiungimento della neutralità climatica al 2050, le aziende di Silmar Group hanno attivato numerosi progetti volti alla transizione energetica. Il piano industriale porterà le aziende del Gruppo a zero emissioni di CO2 entro il 2050.

SILMAR GROUP: PREVISIONE EVOLUZIONE 2022

Il panorama socioeconomico del primo semestre del 2022, con prezzi energetici e delle materie prime ai massimi storici e distorsioni delle catene di fornitura su scala globale, genera un clima di incertezza e di incapacità nel fare previsioni a medio-lungo periodo. 

I settori all’interno del quale operano le aziende di Silmar Group mantengono una vivacità nella domanda, anche se nel secondo semestre 2022 se ne prevede una contrazione dovuta al crescente rincaro delle commodity energetiche e alle criticità lungo le rispettive filiere di approvvigionamento.

Tutte le aziende del Gruppo, grazie ad una visione imprenditoriale proiettata al cambiamento e al miglioramento continuo, unita a solidità finanziaria, hanno deciso di anticipare i tempi della transizione energetica, tramite:

1)      continuo efficientamento di impianti e stabilimenti;

2)      ricerca e sviluppo di nuovi mix energetici green;

3)      investimenti in energia rinnovabile in autoproduzione e autoconsumo;

4)      sviluppo di prodotti sostenibili, circolari e a bassa impronta di CO2.

Questa strategia condivisa porterà le aziende sia a diminuire la dipendenza dalle fonti fossili, sia ad offrire un vantaggio competitivo lungo le filiere di riferimento, abbassando la quota di CO2 ai clienti finali.

 

EVENTI RILEVANTI DURANTE L’ESERCIZIO 2021

FONDITAL

 

 

2021

Fatturato

206.589.000

Investimenti

19.000.000

Dipendenti

797

SETTORE TERMOSANITARIO

Nel corso dell’anno si è registrato una crescita esponenziale delle vendite dei prodotti per il riscaldamento domestico (caldaie, pompe di calore e radiatori). Fondital ha attuato una politica di mantenimento di scorte alte a magazzino, riuscendo a soddisfare in modo continuativo le esigenze di tutti i clienti e consolidando la propria posizione come leader di mercato.

Fondital Lipetsk: nel 2020 è stato raggiunto un fatturato di 8.100.000 €, mentre nel 2021 una crescita del 48% con un fatturato finale di 12.000.000 €. Nei primi sei mesi del 2022 si sta registrando una crescita del 10% rispetto al 2021 e l’attività produttiva di radiatori e caldaie sta procedendo regolarmente.

SETTORE AUTOMOTIVE

Gli investimenti effettuati in oltre 5 anni per lo sviluppo della divisione automotive rendono Fondital un fornitore unico al mondo, in grado di offrire un’intera filiera produttiva composta da oltre 10 lavorazioni ai clienti carmaker, che normalmente si affidano a tre o più fornitori per la produzione di un unico pezzo.

Questa politica lungimirante ed il costante controllo della filiera, dalla produzione della lega da riciclo al prodotto lavorato, hanno permesso di acquisire commesse dalle principali case automobilistiche tedesche del settore premium, che genereranno un fatturato di circa 120.000.000 € nel quinquennio 2022/2027.

PREVISIONE EVOLUZIONE 2022

I primi mesi del 2022 mantengono la tendenza positiva con una notevole crescita di fatturato che ha coinvolto tutte le divisioni produttive.

 

EVENTI RILEVANTI DURANTE L’ESERCIZIO 2021

RAFFMETAL

 

 

2021

Fatturato

541.625.000

Investimenti

9.000.000

Dipendenti

420

 

SETTORE LEGHE DI ALLUMINIO DA RICICLO

Nel I° semestre 2021 il settore building e mobilità hanno dimostrato grande vivacità della domanda. Dal II° semestre si sono verificate importanti distorsioni delle catene del valore causate dal susseguirsi di tre crisi: materie prime, semiconduttori e shock energetico. La solidità finanziaria e il sistema di coperture hanno permesso di continuare la produzione in modo regolare ed efficiente.

In particolare, nel corso del 2021 la produzione di leghe speciali primarie da riciclo e bassa impronta di carbonio si è rivelata strategica ed ha permesso di siglare importanti partnership con alcuni tra i principali attori del mercato dei prodotti in alluminio, che vedono nelle innovative leghe green il materiale ideale per la decarbonizzazione del settore.

INVESTIMENTI PER L’EFFICIENZA PRODUTTIVA, ENERGETICA E AMBIENTALE

Nel corso del 2021 sono proseguiti gli investimenti volti al costante miglioramento dell’efficienza produttiva ed energetica dei processi interni. Gli impianti installati nel corso del 2021 per la lavorazione del rottame e per il trattamento dei residui salini permettono un risparmio di metano pari al consumo di 10.000 famiglie/anno.

A seguito dello studio LCA avviato con una prestigiosa Università Italiana, dopo un rigoroso processo di verifica, Raffmetal ha ottenuto, come prima azienda al mondo nel settore dei raffinatori di alluminio, la prestigiosa certificazione ambientale EPD – Environmental Product Declaration per tutte le linee di prodotto.

PREVISIONE EVOLUZIONE 2022

Nel I° semestre 2022 Raffmetal ha registrato un aumento di produzione del 5% nonostante il settore automotive abbia avuto nel consumo di leghe di alluminio una flessione di circa il 10% rispetto all’anno precedente.

EVENTI RILEVANTI DURANTE L’ESERCIZIO 2021

VALSIR

 

 

2021

Fatturato

197.394.000

Investimenti

16.867.000

Dipendenti

594

 

Le performance delle controllate e partecipate sono invece le seguenti:

OLI MOLDES

€ 2.198.851

-1,22%

OLI RU

€ 5.491.968

+35,42%

SINIKON

€ 17.296.480

+33,06%

OLI PT

€ 70.563.882

+17,47%

VALROM

€ 64.266.993

-4,38%

VALSIR SA

€ 2.955.852

+75,64%

OLI IT

€ 18.108.195

+32,56%

VALSIR PL

€ 5.348.757

+31%

VALSIR UA

€ 14.526.276

+37,46%

OLI DE

€ 2.407.712

+21,87%

VALPLAST

€ 28.250.190

+11,65%

VALSIR AU

€ 1.508.162

-11,26%


SETTORE IDROTERMOSANITARIO

Il 2021 è stato un anno di ripresa dell’attività produttiva. A fronte di una forte ripresa della domanda durante il primo semestre, si è determinata una significativa pressione al rialzo dei prezzi, spinti al rincaro anche dall’aumento dei costi energetici.

La decisa ripartenza ha richiesto anche un pronto adattamento della catena produttiva che si è dimostrata capace di soddisfare la crescente domanda di beni, garantendo il rispetto dei termini di consegna e l’ottimo livello di servizio.

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO

Anche quest’anno gli investimenti relativi all’efficientamento ed al profilo energetico si confermano un elemento chiave nella strategia aziendale a lungo termine.

Nel corso del 2021, il 29% del fabbisogno complessivo di energia elettrica degli stabilimenti produttivi è stato soddisfatto dal parco fotovoltaico (8%) e dall’impianto di trigenerazione (21%). Inoltre, grazie al calore recuperato dall’impianto di trigenerazione, è stato possibile soddisfare il 60% del fabbisogno totale di energia termica e frigorifera.

NUOVI PRODOTTI

Sono state ingenti le risorse investite in attività di R&S. Tra le novità di maggior impatto: AriaSilent, l’innovativo sistema di distribuzione dell’aria per la VMC che sta rivoluzionando le metodologie di installazione; PexalXL, il nuovo sistema di raccordi modulari in tecnopolimero per l’adduzione idrica, che arriva al diametro 110 mm.

EVENTI RILEVANTI DURANTE L’ESERCIZIO 2021

OLI

 

 

2021

Fatturato

18.600.000

Investimenti

298.000

Dipendenti

42

 

SISTEMI BAGNO E SISTEMI FUMARI

L’attenzione per il design e la ricerca della perfezione in ogni dettaglio sono tratti distintivi che accompagnano da sempre la storia di OLI, così come il costante dialogo con il mondo dell’architettura e la propensione all’innovazione.

Nel corso del 2021, la placca “Less is More” di OLI è stata insignita di alcuni tra i più prestigiosi riconoscimenti nell’ambito del design di prodotto: Archiproducts Design Award 2021, Red Dot Design Awards 2021 e IF Design Awards 2021.

Anche l’evoluzione tecnica dei sistemi fumari registra un costante incremento delle prestazioni, grazie alla continuativa collaborazione con le Università di Brescia e di Bologna.

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO

Nel corso del 2021, il 15% del fabbisogno complessivo di energia elettrica dello stabilimento produttivo di OLI Italia è stato soddisfatto grazie all’impianto fotovoltaico.

EVENTI RILEVANTI DURANTE L’ESERCIZIO 2021

MARVON

 

 

2021

Fatturato

9.955.000

Investimenti

372.000

Dipendenti

71

 

SETTORE INDUSTRIALE

Marvon rappresenta oggi un punto di riferimento nei settori della protezione passiva al fuoco e della lavorazione galvanica delle materie plastiche, nonché nella produzione di articoli tecnici per l’arredamento.

EFFICIENTAMENTO DEGLI STABILIMENTI

Nel corso del 2021 l’impianto di cogenerazione ha raggiunto le 50.000 ore di funzionamento: grazie ad un intervento di manutenzione programmata durato circa 6 mesi è stato possibile estendere la vita dell’impianto per altrettante ore di funzionamento. Durante i 6 mesi di attività l’impianto ha soddisfatto il 32% del fabbisogno complessivo di energia elettrica degli stabilimenti produttivi. Inoltre, grazie al calore recuperato dall’impianto di cogenerazione, è stato possibile soddisfare il 44% del fabbisogno totale di energia termica.

FORMAZIONE: MARVON ACADEMY

Marvon potenzia la propria struttura dedicata alla formazione. Anche nel corso del 2021, nonostante le restrizioni imposte dall’emergenza Covid-19, è stato possibile organizzare in sicurezza diverse sessioni (in presenza e in modalità “webinar”) per la formazione di centinaia di professionisti del settore sui temi della protezione passiva e sulle normative antincendio, nonché sulla corretta installazione delle soluzioni Marvon per la protezione dal fuoco.

 EVENTI RILEVANTI DURANTE L’ESERCIZIO 2021

ALBA

 

 

2021

Fatturato

23.583.000

Investimenti

1.290.000

Dipendenti

66

 

INDUSTRIA MANUFATTURIERA – SIFONI PER LAVELLI

La partnership iniziata nel 2018 tra Valsir e la famiglia Mari prosegue con risultati eccellenti, come evidenzia l’ottima crescita delle vendite dovuta all’inserimento di nuovi clienti e al consolidamento dei clienti fidelizzati.

La politica di investimento nelle scorte di magazzino di materia prima ha permesso di rispettare le consegne ai clienti nonostante la difficoltà di reperibilità delle stesse sul mercato.

INVESTIMENTI PER L’EFFICIENZA PRODUTTIVA, ENERGETICA E DI QUALITÀ

L’inserimento di macchine automatiche di nuova generazione, l’ausilio di robot e la creazione di un’isola di montaggio automatizzata hanno permesso di ottimizzare le produzioni ed eliminare lavorazioni in outsourcing riducendo i trasporti e accorciando la filiera. Anche il sistema Qualità-Sicurezza ha tratto vantaggio dall’introduzione in azienda di nuove risorse per migliorare il controllo in linea.

Nel corso del 2021, il 63% del fabbisogno complessivo di energia elettrica dello stabilimento produttivo di Alba è stato soddisfatto grazie agli impianti di produzione interna: dal parco fotovoltaico (15%) e dall’impianto di trigenerazione (48%). Inoltre, grazie al calore recuperato dall’impianto di trigenerazione, è stato possibile soddisfare il 74% del fabbisogno di energia termica e frigorifera.

 

 

Elsa Pelizzari ci ha lasciato. Oggi riposa alla casa del Commiato Moschini a Roè Volciano.

I funerali si svolgeranno oggi 30 giugno alle ore 16.00 nella Chiesa Parrocchiale di San Pietro in Roè Volciano. 

 

Il ricordo di Dario Bellini:

Si è spenta a 93 anni Elsa Pelizzari, la staffetta Gloria. Ora si è ricongiunta a suoi cari che l’hanno preceduta e ai suoi compagni d’armi.
Staffetta partigiana all’età di 14 anni (era nata nella sua Gazzane il X aprile del 1929) era entrata nel Gruppo Niko creato dal curato don Angelo Bianchi; prese subito il soprannome di “Gloria” e svolse il suo compito con coraggio ed abnegazione.

Riconquistata la Libertà non mancarono i soprusi ai suoi danni da parte di chi non riconobbe subito il suo importante ruolo; ma Elsa non si perse d’animo e, divenuta sposa e madre, non mancò di impegnarsi nel sociale sia nel suo paese natale, ricoprendo l’incarico di assessore nell’amministrazione di Roè Volciano, a Salò presiedendo la locale sezione AVIS, ma anche all’estero, in Venezuela sostenendo suo figlio don Adriano le battaglie a favore degli indios. Fu lei insieme agli altri partigiani volcianesi a dare vita alla locale sezione ANPI, ricoprendo anche il ruolo di presidente.
La scomparsa di Elsa Pelizzari toglie di fatto a Roè Volciano e alla Valle Sabbia uno degli ultimi protagonisti della guerra di Liberazione ancora viventi.

E intanto se n’è andata anche Maddalena Flocchini , Violetta che per lunghi anni ha collaborato con il museo della resistenza della Vallesabbia. Ultimo saluto domani venerdì. I Funerali alle ore 10.30 nella chiesa di Avenone di Pertica Bassa.

Altri articoli...